Un poker per la quinta di fila. Il Bolzano stende il Fehervar per 4 a 1

(Comun. stampa HC Bolzano) – Ha solo 21 anni, ma Jake Smith sa come prendersi la squadra sulle spalle e condurla alla vittoria. Grandissima prova del goalie italo-canadese, MVP di serata, che trascina i Foxes al successo per 4 a 1 contro il Fehervar AV19. Davanti ai 2.355 del Palaonda i biancorossi centrano il vantaggio nel primo tempo con Oleksuk, ma il fulcro del match si concentra nel terzo drittel: prima Reid raddoppia, Sarauer accorcia le distanze e Smith chiude la saracinesca impedendo il pareggio. Nel finale i Foxes dilagano con Palmieri e l’empty-net goal di Bernard. E sono cinque vittorie di fila.

Egger e compagni torneranno sul ghiaccio venerdì 14 ottobre, alle ore 19.15, per il match contro il Klagenfurt che sarà trasmesso in diretta su Video33. Domani alle 15.30 il canale SDF trasmetterà invece la Servus Hockey Night tra Linz e Salisburgo.

La cronaca. Ottima partenza del Bolzano, vicino al goal in più occasioni nei primi minuti: colossali le opportunità per Vallerand e Reid, poi al termine di un powerplay arriva il meritato vantaggio, con Travis Oleksuk che centra la sua prima rete stagionale deviando in goal la conclusione dalla blu di Glenn. E’ lo stesso difensore canadese ad andare a un passo dal raddoppio subito dopo, sull’assist di Everson, poi Rajna compie un miracolo strozzando l’urlo di gioia in gola a Kearney. Ancora Foxes, ancora con Glenn che spara clamorosamente fuori sul “cioccolatino” di Yogan. Fehervar che dal canto suo si fa vedere a fiammate dalle parti di Smith, che controlla senza problemi i primi 20 minuti.

Seconda frazione più equilibrata, i Foxes non riescono a concretizzare diversi powerplay e Rajna è bravo a fermare il puck su una bomba di Gellert. Poi sale in cattedra Smith, decisivo in due occasioni, su Bodo prima, dopo uno svarione della difesa biancorossa, e su Sofron poi. Nel finale di tempo Vallerand se ne va velocissimo in contropiede e viene steso da Makowski: è rigore, che il canadese però non riesce a trasformare. Bolzano ancora avanti per 1 a 0 alla seconda sirena.

Smith impedisce il pareggio in avvio di terza frazione fermando l’azione di Bodo, poi Gander si divora il raddoppio. E’ l’anticamera del goal, che arriva al 47:28, quando Yogan scarica per Brodie Reid che spara in rete il 2 a 0. Il Fehervar però non ci sta, aumenta la pressione, ma Jake Smith chiude la saracinesca, mentre Maylan conclude incredibilmente fuori a porta sguarnita. A 8 minuti dal termine gli ungheresi riescono però ad accorciare le distanze: Smith para su Maylan prima e Makowski poi, ma non può nulla sul tocco vincente di Sarauer. Poco dopo Bernard finisce in panca puniti e per i Foxes sono brividi: Smith si inventa un’altra parata miracolosa e tiene a galla la squadra. Il Bolzano prova a rialzare la testa e in powerplay chiude il match: conclusione dalla distanza di Glenn, deviazione di Palmieri e 3 a 1. Gli ospiti provano comunque a togliere il portiere per il sesto uomo di movimento, ne esce così il 4 a 1 a porta vuota firmato da Anton Bernard.

Intervista a

HCB Alto Adige Alperia – Fehervar AV19 [1-0; 0-0; 3-1]

Reti: 07:15 Travis Oleksuk (1-0); 47:28 Brodie Reid (2-0); 51:49 Andrew Sarauer (2-1); 57:36 Nick Palmieri PP1 (3-1); 59:37 Anton Bernard EN (4-1)