LNA: Losanna e Zurigo prime capoliste

Dopo l’anticipo del trentesimo turno di giovedì con Zurigo-Ambrì Piotta, nel weekend ha preso il via a pieno ritmo il settantanovesimo campionato di LNA che ha premiato Losanna e gli stessi zurighesi, con una gara in più, in testa alla classifica.

ambri-piotta_banner logoFalsa partenza per l’Ambrì: nelle prime tre gare disputate i leventinesi, raccolgono solo due punti nei due overtime persi contro Zurigo e Davos, gare in cui i biancoblù sono stati sempre costretti a rincorrere gli avversari. Copione simile nel primo derby stagionale con il Lugano: sotto 4-1 gli uomini di coach Hans Kossmann sono stati in grado di riaprire la partita con i goal di Adrien Lauper e Peter Guggisberg, resi vani dal definitivo 5-3 realizzato da Ryan Gardner.

lugano2016_bannerIl Lugano con i tre punti raccolti contro l’Ambrì (qui la cronaca) riscatta la sconfitta subita contro lo Zugo il giorno prima: i ticinesi si presentano nella Svizzera centrale con la difesa rimaneggiata, Raffaele Sannitz è chiamato a coprire il ruolo di terzino, mai provato prima. I bianconeri passano in vantaggio con Dario Bürgler in power play, tuttavia le redini del gioco sono saldamente in mano dello Zugo che, nella frazione centrale si portano sul 3-1 sfruttando due power play. Nel terzo tempo il Lugano cambia marcia raggiungendo il pareggio con la doppietta di Tony Mårtensson, vanificata da uno svarione difensivo di Daniel Sondell che agevola Lino Martschini per il definitivo 4-3. Il Lugano torna a casa con zero punti e un infortunato in più: Luca Fazzini, colpito duro ad una caviglia.

LNA

La prima giornata è stata contraddistinta da due derby: quello zurighese tra Lions e Kloten, è conquistato ai rigori da quest’ultimi che, tuttavia, hanno dovuto rimediare alle reti di Patrik Bärtschi e Roman Wick con la doppietta di Vincent Praplan: agli shootout il vallesano è ancora protagonista con rigore decisivo insieme al goalie Luca Boltshauser, subentrato nel corso della partita all’infortunato Martin Gerber. Nel derby romando è il Gottéron a tentare la fuga con Mottet Killian e Roman Cervenka, i Draghi vengono ripresi nel terzo tempo da Johan Fransson e Mike Santorelli; all’overtime il Friborgo chiude i conti con Julien Sprunger.
Successi anche per Berna e Losanna: i campioni svizzeri aprono le marcature con i nuovi acquisti Mark Arcobello e Maxim Noreau, i giallorossi provano a stare in gara con Yannick Lennart Albrecht, ma Eric Blum, Luca Hirschier e David jobin spengono le speranze degli uomini guidati da Scott Beattie. I goal di  Rob Schremp e Dario Meyer arrotondano il risultato. A Biel il ritorno di Jonas Hiller in LNA non è dei più fortunati: contro il Losanna l’ex NHL deve incassare i goal di Sven Ryser e Yannick Herren, reti intervallate dalla marcatura di Julian Schmutz che non contribuisce a cambiare il volto alla partita consentendo ai vodesi di conquistare l’intera posta in palio.

Il Losanna si ripete anche nella seconda giornata con la vittoria per 6-4 sul Friborgo nel secondo derby romando; il Gottéron può rammaricarsi per non aver saputo gestire il doppio vantaggio raggiunto nel secondo tempo con gli spunti di Andrey Bykov, Sprunger e Cervenka, dopo aver ribaltato il punteggio di 1-2, spegnendosi a metà gara e dando la possibilità ai vodesi di iniziare la loro marcia trionfale grazie a Ryser, Harri Pesonen, Jonas Junland ed Etienne Froidevaux. Continuano a meravigliare Kloten e Biel: gli ex Flyers piegando 4-0 il Berna con la doppietta di Drew Shore e i goal di Praplan, miglior marcatore insieme a friburghese Sprunger, e Tommi Santala. Il Biel espugna Les Vernets di Ginevra, nonostante il goal di Romain Leoffel neutralizzato da Jacob Micflikier, Mathieu Tschantré e Gaëtan Haas.
Il Davos raggiunge la seconda posizione in classifica regolando lo Zugo 3-2; una vittoria di misura ottenuta con una rete per tempo di Robert Kousal, Perttu Lindgren e Samuel Walser che si sono alternate a quelle di Martschini e Santeri Alatalo. Il Langnau, unica formazione ancora ferma al palo in classifica, cede anche nella prima gara interna contro lo Zurigo: Thomas Nüssli illude le Tigri, i Leoni zurighesi li riportano alla realtà azzannandoli con Ryan Shannon e Robert Nilsson.

pillole-lna-svizzera-640x320Lo scorso 2 settembre sette delle dodici formazioni di LNB (Olten, Viège, Ajoie, La Chaux de Fonds, Red Ice Martigny, Langenthal e Rapperswil Lakers) hanno presentato domanda di promozione in LNA. Le richieste verranno valutate dalla Commissione delle licenze che comunicherà la decisione nel corso dell’autunno.
L’austrodomenicano Jordan Pfennich non è stato confermato dal Davos al termine del periodo di tryout; l’attaccante ventiduenne ha trovato l’accordo economico con il Basilea, formazione di Prima Lega.

Risultati LNA:
Giovedì 7 settembre
Zurigo   – Ambrì    2-1 ot
Venerdì 9 settembre
Ambrì    – Davos    2-3 ot
Zugo     – Lugano   4-3
Berna    – Langnau  6-2
Biel     – Losanna  1-2
Zurigo   – Kloten   2-3 so
Friborgo – Ginevra  3-2 ot
Sabato 10 settembre
Ginevra  – Biel     1-3
Davos    – Zugo     3-2
Losanna  – Friborgo 6-4
Friborgo – Losanna  2-0
Kloten   – Berna    4-0
Langnau  – Zurigo   1-2
Lugano   – Ambrì    5-3

Classifica LNA (dopo 2 giornate)
1.Losanna   6 punti
2.Zurigo    6*
3.Kloten    5
4.Davos     5
5.Zugo      3
6.Lugano    3
7.Biel      3
8.Berna     3
9.Friborgo  2
10.Ambrì    2*
11.Ginevra  1
12.Langnau  0
*=una partita in più


Top Scorer LNA
#               Club   Punti (reti+assist)
1.R.Wick       (Zurigo)   5     (2+3)
2.J.Sprunger   (Friborgo) 4     (3+1)
3.R.Shannon    (Zurigo)   4     (2+2)
4.A.Bykov      (Friborgo) 4     (1+3)
5.M.Arcobello  (Berna)    4     (1+3)
6.R.Nilsson    (Zurigo)   4     (1+3)

Top Goalies
#                      Club       Svs%  GAA
1.L.Boltshauser       (Kloten)  100,0   0.00
2.L.Frueler           (Zurigo)   94,1   1.44
3.J.Hiller            (Biel)     94,2   1.51
4.G.Senn              (Davos)    00,0   1.97
5.J.van Pottelberghe  (Biel)     93,3   2.75

Tags: ,