Le novità dell’hockey svizzero. Nazionale alla Spengler Cup nel 2017

Si è svolta a Berna l’annuale conferenza stampa della Federazione svizzera che ha presentato diverse novità per voce del Presidente Marc Furrer e dall’amministratore delegato Florian Kohler. Inoltre i due dirigenti hanno esposto i conti annuali che registrano una perdita di 289.000 Franchi svizzeri, dovuti a minori entrate e dall’ingaggio di due arbitri impiegati a tempo pieno ai Mondiali di Top Division di Mosca, oltre a spese supplementari per ricerche di mercato relativi ai nuovi contratti televisivi e di sponsorizzazione.

La prima decisione illustrata riguarda l’ormai ex Arosa  Cup, dato che il quadrangolare, a cui partecipa la Nazionale rossocrociata, cambierà nome (la nuova denominazione sarà ufficializzato più avanti). La nuova sede sarà la Tissot Arena di Bienne, alla società bernese è riservata l’opzione anche per il 2017. Una sede scelta per la sua posizione comoda e un’infrastruttura moderna. La manifestazione sarà gestita dal Bienne in collaborazione con la SIHF ed ospiterà l’amichevole premondiale in programma ad aprile contro la Repubblica Ceca.

Per quanto concerne  la Lega svizzera, il Direttore Üli Schwarz, nonostante le dimissioni date lo scorso febbraio, rimarrà a disposizione della Federazione fino a quando non verrà trovato il sostituto, mentre il posto del Giudoce Sportivo Reto Steinmann sarà preso, dopo tredici anni di onorato servizio, dal suo vice Oliver Krüger. La funzione di supplente sarà preso dall’ex giocatore Victor Stancescu.

Saranno introdotte alcune novità a livello regolamentare:

  • Coach Challenge: approvato all’unanimità dai club, è una regola fondamentale; qualora i coach di ogni squadra abbiano a disposizione ancora un timeout, possono richiedere la verifica video in situazioni controverse inerenti a goal segnati in sospetto fuorigioco. Se le immagini daranno ragione all’allenatore, manterrà la possibilità di richiedere il timeout, in caso contrario lo perderà ed il goal sarà convalidato.
  • Video coach Judge: gli arbitri hanno la possibilità di verificare, se necessario, i tiri di rigore attraverso la prova video.
  • Overtime: saranno disputati con tre giocatori di movimento per parte, più i rispettivi portieri. Il supplementare durerà 5 minuti, se la parità perdurerà sono previsti cinque rigori per parte ed eventuale oltranza.
  • Overtime nei playoff: il supplementare nella post season avrà durata di 20 minuti e sarà giocato in cinque contro cinque. Se nessuno delle parti in campo segnerà, sono previsti ulteriori cinque minuti in tre contro tre. Se la parità perdura, toccherà ai rigori dirimere la sfida.
  • Nuovo sistema di comunicazione: sarà a disposizione degli arbitri con lo scopo di assicurare sostegno reciproco e prendere decisioni in modo accurato e rapido.
  • Simulazioni: i giocatori che ricorreranno a simulazioni saranno puniti, inoltre le violazioni saranno rese pubbliche attraverso un comunicato stampa e relativo video dell’infrazione pubblicato sul sito della Ferderazione.

LNB: alla stagione 2016/17 partecipano dodici squadre. Non sono previste retrocessioni.

Nazionale: in vista delle Olimpiadi di PyeongChang la Nazionale elvetica parteciperà alla Spengler Cup del 2017 con lo scopo di preparare al meglio il torneo in programma in Corea del Sud. Una prima assoluta per la massima rappresentativa rossocrociata.

Confermate, infine, le cariche di Patrick Fischer alla guida della Nazionale Senior, Christian Wohlwend (Under 20) e Thierry Paterlini (Under 18).

La Federazione rossocrociata ha assegnato anche assegnati i premi annuali. Di seguito il riepilogo:

Giovane dell’anno: Auston Matthews (ZSC Lions)
Portiere dell’anno (trofeo Jacques Plante): Elvis Merzlikins (Lugano)
Donna dell’anno: Christine Meier-Hüni (ZSC Lions Frauen)
MVP: Perttu Lindgren (Davos)
Giocatore più popolare: Andres Ambühl (Davos)
Hockey Award: Tobias Wehrli (arbitro)
Premio Speciale: Fredi Pargätzi (Presidente Comitato Organizzatore Spengler Cup)