Lambacher, un vincente tra i pro tedeschi

Mentre la Nazionale si prepara al torneo di qualificazione olimpica di Oslo, seguendo le direttive di Mair e del suo staff tecnico, c’è un Azzurro, in arrivo a breve, che guarda al futuro con grande ottimismo. Non un veterano in cerca di nuovi stimoli, ma un prospetto con fame di successi: il talento in questione è Alex Lambacher.

Nativo di Bressanone, Lambacher è cresciuto nelle giovanili del Gherdëina. A tredici anni entra nell’Under 16 del Mannheim mettendosi subito in evidenza con prestazioni convincenti; nei quattro anni successivi prosegue la scalata nelle giovanili: dal 2012 gioca nell’under 18, grazie ai suoi mostruosi numeri contribuisce a vincere due titoli di DNL con la formazione del Baden Württemberg. Nel frattempo veste anche la maglia Azzurra ai Mondiali Under 18 del 2013 (concluso con una medaglia di bronzo), 2014 e Under 20 di Asiago del 2015. Lo scorso luglio è convocato da Mair nella serie di amichevoli contro formazioni di KHL: il debutto con la Senior avviene contro il Metallug Magnitogorsk, campioni della Lega transfrontaliera a fine stagione.

Alex Lambacher 2Concluso l’impegno con il Blue Team, il diciannovenne vola negli Stati Uniti, dove lo attende una stagione divisa tra i Minnisota Magicians e Coulee Region Chill in North American Hockey League. Anche oltreoceano l’attaccante conferma la sua prolificità; gli Adler Mannheim decidono che è il momento di gettarlo nella mischia offrendo al brissinense un contratto da professionista. Considerato dal sodalizio tedesco uno dei migliori giovani in circolazione in Germania, Teal Fowler, Manager del Mannheim, ha dichiarato al sito della società di essere orgoglioso che l’italiano abbia scelto le Aquile, sebbene avesse altre offerte.

Statistiche