Tudin ancora un Buam, Luca Ansoldi a Merano

Dopo il reparto arretrato i Rittner Buam si occupano di quello offensivo con la conferma di Dan Tudin, tuttavia dovranno privarsi di Luca Ansoldi.

Dan Tudin

Dan Tudin

Tudin, oramai pietra miliare del sodalizio di Collalbo, vestirà la maglia dei Rittner Buam per l’undicesima stagione consecutiva. Giunto in Italia nel 2006 ha disputato nei primi dieci anni di permanenza in Italia 492 partite e messo a referto 543 punti (241 goal e 302 assist), di cui 56 gare e 46 punti (30+16) nell’ultima stagione. Il trentasettenne ha messo la firma su tutti i trofei vinti dal Renon: due scudetti (2014 e 2016), tre Coppe Italia (2010, 2014 e 2015) e due Supercoppe italiane (2010 e 2011).
Sposato con un’italiana, nel 2012 ha ottenuto il passaporto italiano nei giorni precedenti i Mondiali del 2012, dando modo a coach Cornacchia di utilizzarlo nella sfortunata rassegna iridata. Tudin ha anche partecipato al Mondiale del 2014 a Minsk e all’ultimo di 1a Divisione di Katowice che è valso la promozione in Top Division.

ansoldi Rittner Buam

Luca Ansoldi


Alla conferma di Tudin si contrappone la partenza di Luca Ansoldi; il Presidente Thomas Rottensteiner svela la sua destinazione:

“Gli abbiamo proposto un rinnovo dell´accordo, ma Luca vuole giocare ancora una stagione nella seconda lega con la sua società, il Merano, allenato dal fratello Max. Lo capiamo. Un grazie a Luca per il suo impegno qui sul Renon in tutti questi anni. Lo ricorderemo sempre come un grandissimo giocatore.“

Le Aquile della Val Passiria lo fecero debuttare in Serie A nel 1999 a 17 anni. Con il suo talento riusci presto a vestire la maglia Azzurra dell’Under 18 e dell’Under 20. Lasciò Merano nel 2004 per trasferirsi a Collalbo; col Renon, nel 2006, disputò le finali scudetto perse contro il Milano Vipers. L’ottimo campionato accese l’interesse del Cortina: con gli ampezzani l’attaccante poté prendersi la rivincita nei confronti dei Vipers conquistando il sospirato tricolore, ma non fu l’ultimo: trovato l’accordo con il Bolzano nell’estate del 2007, il meranese aggiornò il personale palmarès con altri due scudetti.  Nel 2009 decise di tornare a vestire la maglia del Renon, dopo altre due stagioni ebbe l’umiltà di scendere di categoria e disputare il campionato di Serie A2 con il Milano Rossoblù divenendo presto idolo dei tifosi. Con i meneghini vinse il campionato cadetto del 2012. Tornato nella massima serie a Milano rimase un’altra stagione, richiamato dal Renon tornò sull’Altopiano bolzanino dove disputò tre finali playoff consecutive, di cui due vinte (2014 e 2016). Nell’ultimo torneo ha disputato 49 partite e realizzato 27 punti.
In Nazionale Senior debuttò nel 2004 disputando, nel corso degli anni, le Olimpiadi di Tonino 2006, un torneo di qualificazione olimpico e 5 Mondiali di Top Division e 3 di 1a Divisione in cui ottenne 3 Medaglie d’oro (2005, 2009 e 2011).
Tra i suoi trofei anche 4 Coppa Italia e 4 Supercoppe.

Statistiche
Dan Tudin
Luca Ansoldi