Top Division 2016: si conclude la fase a gironi, al via i playoff

Con le ultime gare in programma nella fase a gironi, si conclude la prima parte dei Mondiali di Top Division. Non mancano le sorprese, come l’eliminazione della Svizzera o la qualificazione di Danimarca e Germania. Il tabellone dei quarti di finale, prima fase dei playoff, propone già gare interessanti: il confronto tra Canada e Svezia, la sfida nordeuropea da Finlandia e Danimarca, la cui vincitrice sfiderà una tra Russia (favorita) e Germania, mentre sarà interessante vedere cosa succederà nel match tra Repubblica Ceca, e Stati Uniti, approdati ai playoff con l’ultimo slot disponibile. Di seguito, l’accoppiamento nella griglia dei quarti di finale:

Repubblica Ceca – USA
Canada – Svezia
Finlandia – Danimarca
Russa – Germania

Gruppo A 

La Repubblica Ceca chiude il suo girone al primo posto a pari merito con la Russia, battendo 5-4 una Svizzera che butta il cuore oltre l’ostacolo al termine di un Mondiale in sordina. Dopo 11′ apre le danze Hollestein, che ben assistito da Andrighetto, non sbaglia a tu per tu con Francouz. I cechi pareggiano in power-play: Birner devia sottoporta il tiro Kempny. Nel secondo drittel lo shootout di Kaspar ribalta il risultato, mentre la terza frazione è ricca di emozioni: Zatovic fa 3-1 dopo 1’45, Moser accorcia le distanze su rebound con l’uomo in più, distanze che Zohorna però ristabilisce beffando Berra. Fischer gioca il tutto per tutto, toglie il goalie in stuazione di short-handed ma subisce il 5-2 per mano di Michal Jordan. I gol di Schneeberger e Andrighetto fissano il punteggio sul 5-4 ma non riescono a riaprire il match.

Repubblica Ceca – Svizzera 5-4 (1-1; 1-0; 3-3)
Marcatori: (0-1) 11:36 Hollestein (Andrighetto, Schappi), (1-1) 17:00 Birner (PP1) (Kempny, Repik), (2-1) 24:50 Kaspar (SO), (3-1) 41:45 Zatovic, (3-2) 45:38 Moser (PP1) (du Bois, Trachsler), (4-2) 49:59 Zohorna (Kousal, Kolar), (5-2) 53:32 Jordan (SH1) (EN), (5-3) 55:42 Schneeberger (Moser, Hoffmann), (5-4) 59:34 Andrighetto (Hollestein)

Tra Lettonia e Norvegia, squadre che non hanno più nulla da chiedere a questo Mondiale, finisce 3-1 per gli scandinavi, che si dimostrano nazionale in crescita sebbene ancora eccessivamente inferiore rispetto alle corazzate più forti. A portarsi in vantaggio è però la Lettonia con Indrasis (assist dell’ex Bolano Galvins), bravo a beffare Soberg. La Norvegia pareggia col suo diamante Olimb, e dopo 40” dall’inizio del secondo periodo si porta sul 2-1 con la staffilata di Holos dalla blu. Il 3-1 arriva 16” dopo da un pasticcio difensivo: responsabile Merlikins nel liberare il disco dopo non averlo trattenuto, gol attribuito a Johannssen. Norvegia chiude al quinto posto con 8 punti (tanti quanti la Svizzera), Lettonia penultima.
Lettonia – Norvegia 1-3 (1-1; 0-2; 0-0)
Marcatori: (1-0) 11:42 Indriasis (PP1) (Galvins), (1-1) 16:12 Olimb (Rosseli Olsen), (1-2) 20:40 Holos (Martinsen, Zuccarello), 20:56 (1-3 Johannssen)

La Russia sconfigge 4-1 la Svezia e chiude in crescita il girone, agguantando il primo posto, pur rimanendo in seconda posizione per le statistiche. Giornata storta per le Tre Corone, già proiettate con la testa ai playoff. Il vantaggio è di Dadonov, che supera alla sua sinistra Markstrom colto di sorpresa, prima del finale di tempo Panarin raddoppia al termine di una perfetta azione corale, stavolta colpendo alla destra il goalie svedese. Al 21:34 Datsyuk fa 3-0 e al 29:40 Lyubimov segna assitito magicamente da Mozyakin, MVP della KHL. Il gol di Ekhom dalla lunga distanza è solo a dovere di cronaca.
Russia – Svezia 4-1 (2-0; 2-0; 0-1)
Marcatori: (1-0) 14:43 Dadonov (Panarin, Shipachyov), (2-0) 17:52 Panarin (Shipachyov, Marchenko), (3-0) 21:34 Datsyuk (Zaitsev), (4-0) 29:40 Lyubimov (Mozyakin, Datsyuk)

Classifica finale Gruppo A: Rep. Ceca, Russia 18; Svezia 13; Danimarca 11; Norvegia, Svizzera 8; Lettonia 6, Kazakistan 2

Gruppo B

Gli Stati Uniti staccano il pass per i quarti di finale sebbene vengano sconfitti all’overtime dalla Slovacchia. La gara è intensa fin da subito, Hudacek para un gol fatto distendendosi con tutto il corpo, e dopo tanto equilibrio la Slovacchia si porta in vantaggio al 18′ con Jaros bravo a prendere la mira e trafiggere Kinkaid. Il pareggio statunitense arriva al 27:15 con Nelson, e per il vantaggio bisogna aspettare il terzo drittel: segna Nick Foligno nel traffico. La Slovacchia non si arrende e pareggia con l’asse Granak-Marcinko-Skalicky. Si va all’overtime, che dura 59 secondi: Dano entra in area e segna il gol del 3-2. Ora per gli USA, un altro esame mitteleuropeo: la Repubblica Ceca.
USA – Slovacchia 2-3 OT (0-1; 1-0; 1-1; 0-1)
Marcatori: (0-1) 18:39 Jaros (Viedensky), (1-1) 27:15 Nelson (PP1) (Warsofsky, Vatrano), (2-1) 42:53 Foligno, Larkin, (2-2) 52:14 Skalicky (Marcinko, Granak), (2-3) 60:59 Dano (Svarny, Meszaros)

La Bielorussia evita la retrocessione e condanna la Francia al penultimo posto vincendo 3-0. Treille non segna dopo una bella azione, e nel secondo periodo la Bielorussia prende il controllo della gara: al 25:12 Stas porta in vantaggio i bielorussi dopo una bella controfuga collettiva della squadra, il raddoppio è un colpo da maestro no-look di Platt al 38′, ed è poi di nuovo Stas a chiudere i giochi nel terzo periodo. Per la Francia un finale amaro, per la Bielorussia una vittoria che la mantiene tra le Regine del Mondo.
Bielorussia – Francia 3-0 (0-0; 2-0; 1-0)
Marcatori: 
25:12 Stas (Linglet, Gotovets), 38:23 Platt (Linglet, Gotovets), 44:59 Stas (Linglet, Platt)

Tra Canada e Finlandia ci si aspettava un match combattuto, e invece i finlandesi si sono imposti per tutta la durata dell’incontro impartendo lezioni di hockey e portando a casa un facile 4-0 che ridimensiona il Canada chiamato ad aumentare i giri nei playoff dopo una gara di amnesia. Per il Canada, è un dominio che scorre sinora senza troppi patemi, anche se la sfida contro la Svezia non sarà da sottovalutare. Il primo tempo è equilibrato, con due salvataggi provvidenziali da parte dei due portieri. Il vantaggio finlandese arriva al 26:10 con Kivisto, lanciato nello slot da Rantanen. Koskinen chiude la porta e Leo Komarov raddoppia con la complicità di Talbot che non trattiene il disco. Due minuti è 3-0 con l’intesa Pyorala-Aho, il primo ribadisce in rete l’occasione sprecata dal secondo. Koskiranta segna la quarta rete approfittando di un rebound col gambale di Talbot. Il tiro del finnico è chirurgico e chiude i giochi. Finlandia al primo posto nel girone B (7 vittorie in 7 partite). Il Canada non è imbattibile, ma solo per i finnici per ora. Non è escluso che le due squadre possano ritrovarsi in finale.
Canada – Finlandia 0-4 (0-0; 0-3; 0-1)
Marcatori: 26:10 Kivisto (Rantanen), 36:03 Komarov (Granlund), 38:50 Pyorala (Aho), 42:32 Koskiranta (Pyorala)

Classifica finale Gruppo B: Finlandia 21; Canada 18; Germania 13; USA 10; Slovacchia 8; Bielorussia 6; Francia 5; Ungheria 3