NHL Playoff: Capitals sull’orlo del baratro

Solo una gara in programma nella scorsa serata di NHL ed i Penguins mettono una ipoteca sulla finale di Conference grazie alla vittoria maturata all’ overtime in un CONSOL Energy Center affollato da 18.614 spettatori.

Washington Capitals – Pittsburgh Penguins 2-3 OT (1-1; 1-1; 0-0; 0-1 OT) / Serie 1-3 Pittsburgh

I Penguins vincono ancora davanti al loro pubblico ed arrivano ad un passo dalla finale di Conference. Ennesima ottima prova del goalie di casa, Murray, autore di 35 salvataggi; e dire che a smuovere il boxscore per primi sono proprio gli ospiti con Beagle dopo neanche 3 minuti dal face off iniziale. La replica dei padroni di casa non si fa attendere e prima ancora che scocchi la metà del periodo arriva il pareggio di Trevor Daley dopo una bella combinazione con la coppia Hornqvist-Crosby. Andati al riposo dopo aver agguantato il pareggio, i Pens mettono la freccia ad inizio secondo periodo con una vecchia conoscenza dei ghiacci italiani: quel Matt Cullen che, arrivato all’ ombra delle tre cime di Lavaredo, era quasi riuscito a portare lo scudetto in Veneto. Gli ospiti però non demordono e rimettono tutto in discussione con Carlson che manda tutti al secondo riposo col boxscore in parità. Nel terzo periodo non succede nulla e tocca ad Hornqvist decidere la contesa quando il  cronometro segna 2.34 di overtime.

Ora appuntamento per una decisiva gara5 al Verizon Center di Washington, sabato notte.