NHL Playoff: Caps, Stars e Isles passano il turno

di Fabio Sorini

Philadelphia Flyers – Washington Capitals 0-1 (0-0, 0-1, 0-0)
Serie: Washington vince 4-1 e passa il turno

Dopo le prime tre partite vince da Ovechkin e compagni, i Flyers provano una clamorosa e storica rimonta. Al Wells Fargo Center di Philadelphia, gli uomini in maglia arancio devono minare le certezze dei Caps e forzare la serie alla settima, decisiva, partita. Ma i piani tattici del Flyers sembrano, già dalle prime battute di gioco, di difficile realizzazione. I padroni di casa partono a rilento e giocano un primo periodo alquanto negativo, condito da solo cinque conclusioni nello specchio della porta (contro le dodici dei loro avversari) e da diverse situazioni di inferiorità numerica, provocate dalle penalità inflitte a Girouz, Simmonds e MacDonald (queste ultime due hanno causato anche un minuto di 5vs3). Nel secondo drittel, gli uomini in arancione si rifanno sotto ma non concretizzano una situazione di 5vs3, procurata dalle penalità a Backstrom e Niskanen. Purtroppo per Philly, al minuto numero 28 (dopo che Washington spreca un ennesimo PP arrivato per un’ostruzione di White), arriva il goal del vantaggio per i Capitals, firmato da Backstrom. La doccia fredda intimorisce e spaventa la squadra di casa che non riesce a risollevarsi, andando al secondo riposo in svantaggio di un goal. Ma l’inizio della terza frazione di gara non lascia ben sperare per una rimonta. Al minuto 41, arriva un altro power play per Washington, per un hooking di Gagner. Tuttavia i Caps non riescono a segnare la rete della sicurezza. Philadelphia non sembra avere le energie necessarie per ribaltare la partita: si arriva, infatti alla sirena finale sull’1-0 per Ovechkin e compagni. I Washington Capitals, grazie a questo successo, chiudono la serie sul 4-1 in proprio favore e si preparano per una semifinale di Conference molto spettacolare: dovranno, infatti, vedersela con i Pittsburgh Penguins di Sidney Crosby.

Reti: (28:59) 0-1 Backstrom (Johansson, Ovechkin)

Minnesota Wild – Dallas Stars 4-5 (0-3, 0-1, 4-1)
Serie: Dallas vince 4-2 e passa il turno

Secondo match point per la franchigia di Dallas: in gara 4 i Wild sono riusciti a battere Benn e compagni a Dallas e questa sera, nella sesta partita della serie, affrontano una squadra che non vorrà compiere nessun altro passo falso. La partita è da subito bellissima e ricca di emozioni. Due minuti dopo l’ingaggio iniziale, Minnesota ha già un PP a suo favore (per troppi uomini sul ghiaccio per Dallas) che, tuttavia, non viene capitalizzato. Dallas non si vuole far sfuggire un’altra occasione di chiudere i giochi e si procura una situazione di 5vs3, grazie alle due penalità a Coyle e Scandella. Con il doppio uomo in più Dallas è letale e segna il goal del vantaggio con Klingberg, al quinto minuto. Passano poco più di tre minuti e Dallas raddoppia, con Jason Spezza: è veramente un brutto colpo inflitto ai Wild che terminano come peggio non si potrebbe il primo periodo. Al diciottesimo, infatti, arriva anche il 3-0 degli Stars, firmato dall’ex Chicago Patrick Sharp. Il riposo non chiarisce le idee a Minnesota che, tuttavia, ha un power play al quarto minuto (causato da uno sgambetto di Fiddler) che non riesce a concretizzare. Quando anche il secondo drittel sembra andare in archivio, arriva il quarto goal di Dallas, messo a segno da Jamie Benn a venti secondi dalla fine. Il terzo periodo, contro pronostico, inizia benissimo per i Wild che siglano subito un goal con Spurgeon, in PP (arrivato per una holding di Roussell). Minnesota ci crede e tira fuori veramente tutto quello che ha: venti secondi dopo, al minuto numero 44, arriva il secondo goal della serata, firmato da Brodin. Ma non è finita: ancora una penalità a Dallas (questa volta Johns va in gabbia puniti per una stecca alta su Zucker) regala il secondo goal del match a Spurgeon. Minnesota, ora, ci crede eccome e prova a segnare il goal del pari. Tuttavia, al 50esimo minuto, arriva la doccia fredda, realizzata da Goligoski, che spegne ogni velleità ai Wild. Minnesota che comunque ha la forza fisica e mentale per andare a trovare il goal del 5-4, con Pominville. Rete che serve a poco dal momento che il match si conclude sul 5-4 in favore di Dallas. Texani che vincono la serie 4-2 e, nel prossimo turno, affronteranno la vincente della sfida tra St. Louis e Chicago. Stay tuned!
Reti: (05:56) 0-1 Klingberg (PP Goal) (Spezza, Benn); (09:07) 0-2 Spezza (Janmark, Eaves); (18:11) 0-3 Sharp (Eakin, Benn); (39:36) 0-4 Jamie Benn (Sharp, Spezza); (43:48) 1-4 Spurgeon (PP Goal) (Granlund, Koivu); (44:04) 2-4 Brodin (Haula, Niederreiter); (48:39) 3-4 Spurgeon (PP Goal) (Koivu, Suter); (50:28) 3-5 Goligoski (Janmark, Spezza); (55:13) 4-5 Pominville (Brodin, Niederreiter)

New York Islanders – Florida Panthers (0-1, 0-0, 1-0, 0-0, 1-0)
Serie: New York vince 4-2 e passa il turno

Sono serviti due overtime a decretare il vincitore di gara 5. I Cats devono dimostrarsi all’altezza di questa fase delicata della stagione e devono essere bravi nel lasciarsi alle spalle la pesante sconfitta della precedente partita. Al Barclays Center, il match inizia nel segno dell’equilibrio. La prima occasione degna di nota arriva al tredicesimo, quando Jagr va a sedersi in panca puniti (per un hooking ai danni di Okposo): tuttavia i padroni di casa non riescono a capitalizzare il power play. Alla fine del periodo, ci pensa Huberdeau a portare in vantaggio i Cats, al minuto numero 18. La seconda frazione di gara parte sulla stessa lunghezza d’onda dei primi venti minuti, con gli Islanders che, comunque, cercano di trovare il pari. Islanders che devono fronteggiare una situazione di inferiorità numerica al minuto numero 30, per via di una penalità ai danni di Kulemin. Tuttavia, Florida non ne approfitta. A due minuti e mezzo dalla fine del periodo, c’è da segnalare anche una situazione di 4vs4, provocata dalle penalità a Okposo e Hudler. Tuttavia, nessuna delle due formazioni riesce a trovare la via della rete: si va al secondo riposo sul punteggio di 1-0 in favore dei Panthers. Purtroppo per i tifosi della squadra di casa, il terzo periodo non sembra promettere nulla di buono: al minuto numero 49, arriva un PP per Florida (penalità comminata a Hickey) che, tuttavia, non riesce a segnare il goal dello 0-2. Tre minuti dopo, tocca a New York giocare due minuti con l’uomo di movimento in più (penalità a Huberdeau): anche questa volta, però, non arriva il tanto atteso goal. Il drittel sembra scorrere via senza ulteriori emozioni, fino all’ultimo minuto quando John Tavares trova il clamoroso goal del pareggio, che porta la partita ai supplementari. Dopo la bellezza di trenta minuti di supplementari, Tavares regala la vittoria e la serie ai New York Islanders. Islanders che se la dovranno vedere con i Tampa Bay Lightning nella semifinale di Conference.
Reti: (18:58) 0-1 Huberdeau (Trocheck, Jokinen); (59:06) 1-1 Tavares (Kulemin, Leddy); (10:41) 2-1 Tavares (2OT Goal) (Okposo, Quine)