KHL: Magnitogorsk si aggiudica la Gagarin Cup, CSKA a bocca asciutta

Chris Lee

di Marco Meneghetti

L’edizione 2015-16 della Kontinental Hockey League si archivia con la vittoria del Metallurg Magnitogorsk, che dopo una (a dir poco) combattutissima serie riesce ad avere la meglio sul CSKA Mosca. Per il Magnitka è la seconda vittoria del torneo in soli tre anni, mentre la Red Army vede svanire il sogno del primo titolo per il secondo anno di fila, dopo essersi aggiudicata la regular season nelle ultime due edizioni. Gara-7 si è infatti conclusa 3-1 per il team dell’Eastern Conference, dopo che ben tre partite della serie si erano decise all’overtime. Grazie all’effettività di Vasily Koshechkin, tra i pali per l’intera durata delle finals, e del capocannoniere di lega Sergei Mozyakin, Magnitogorsk è riuscita a sfiancare e mettere alle corde quella che, sin dallo scorso agosto, era ritenuta da quasi tutti l’eletta per il trionfo nel campionato. Così, purtroppo per il CSKA, non è Sergey Mozyakinstato, ed i conti si faranno (ancora una volta) il prossimo anno. Nel match di gara 7 il Metallurg ha sbloccato il risultato con Timkin, assistito da Chris Lee (nella foto in alto), che si è poi reso autore del nuovo vantaggio al 38:57, dopo il pareggio di Mamin tre minuti prima. Magnitogorsk tiene alta la concentrazione e riesce a difendere il vantaggio sino all’empty-net goal siglato ancora da Timkin al 19:17. Dopo un anno a San Pietroburgo, la Gagarin Cup torna a Est, nella città da cui se ne era andata.
Di seguito un bel video con i secondi finali del match decisivo.
Link

Team Game 1 Game 2 Game 3 Game 4 Game 5 Game 6 Game 7 Score
1 CSKA Mosca 5 – 1 1 – 2 OT1 – 2 1 – 3
3 – 4
2 Metallurg Magnitogorsk OT2 – 3 1 – 0 OT2 – 3