SHL: finalissima Skellefteå-Frölunda

Da domani sera per il massimo titolo hockeystico di Svezia si daranno battaglia i due team dominatori della stagione regolare svedese, lo Skellefteå trabordante in PS ed il Frölunda campione di CHL; da contraltare invece la caduta in seconda serie le paese delle Tre Corone del MODO.

1. Skellefteå – Växjö 4-3 (2-0;2-3ot;2-0;1-2;5-3;4-3ot;3-2ot)
Skellefteå alla finale
Semplicemente storica la sfida andata in archivio agli extratime della fatidica Game 7 tra l’AIK ed i Lakers, conclusa da una deviazione nel terzo del Växjö dal nuovo eroe di casa Skellefteå Erik Forssell, a spedire i suoi nell’ultimo atto della serie dei playoff della SHL; abdicano nella maniera più sbalorditiva di tutti i tempi a queste latitudini il Växjö, capace lo scorso anno di riscrivere la recente storia col titolo portato a casa partendo con tutti gli sfavori della vigilia.

Epico per certi versi anche il cammino finale dei Lakers che, per ben due volte ad un pattino e mezzo dall’eliminazione, recuperano nell’ultimissimo secondo di G6 il gap con rete di sottomisura di Kiiskinen a ‘guadagnarsi’ gli ET, decisi poi dal violentissimo slap di Froberg a spedire i suoi a G7. Anche nell’ultimissima sfida i Lakers recuperano nei secondi finali sempre senza il proprio portiere questa volta con Salminen a sgusciare fuori dalle maglie strettissime della difesa di casa.
Proprio il fattore casalingo è stato il leit-motiv al pari del pathos e spettacolo offerto on-ice, con la truppa di Hans Wallson a consumare la classicissima vendetta a freddo, approdando per la quarta volta consecutiva in finale, trascinato dal pazzesco Markus Svensson autore di ben due SO contro i Lakers (3 in totale), capace di parare con poco meno del 92%.

2.Frölunda – Luleå 4-2 (1-0;2-4;3-0;1-2ot;3-2ot;8-2)
Frölunda in finalissima
Altra semifinale dall’altissimo tasso di trilling tra le due ultime compagini ad aver sollevato la Champions Hockey League al cielo, con i bravissimi ragazzi di coach Roger Ronnberg trascinati sia dagli scorer Ryan Lasch (6+7) ed Artturi Lehkonen (7+5) sia dal monumentale goalie Lars Johansson a viaggiare a medie inimmaginabili arrivando a parare oltre il 94% con 1.43 di GAA complessivo.
L’equilibrio sovrano della serie è spezzato in Gara5 dove gli Indians trovano con Crabb la rete vincente in wrap-around che vale loro il primo match-point, chiudendo la pratica nell’estremo nord svedese subissando di reti nell’ultimo atto della serie per 8-2 (2+2 Lasch). Il Frölunda andrà quindi a caccia del quarto Le Mat Trophy della storia, con sfide sempre al meglio delle sette partite ad iniziare da sabato.

Leksands in paradiso, inferno MODO
MODO-Leksands IF 3-4 (5-0;4-0;1-2ot;1-2;7-1;4-5;3-4ot)
MODO relegata il Allsvenskan, LIF promossa in SHL.
Si può sintetizzare così il drammatico spareggio promozione/relegazione tra due dei team dalla maggior storia svedese, col Leksands sempre sotto nella serie prima di rimboccarsi le maniche proprio nella volata finale, trovando l’aggancio della serie 5-4 in casa (Knuts 1+2) mentre nell’infernale gara 7, dopo aver retto per tutti i 60’ della sfida al maggior impatto del MODO (ben 47 conclusioni!) si prende, complice un grossolano pasticcio di Rankatari, la promozione in SHL con Montpetit a superare un inguardabile Reideborn.