Liiga: Spettacolo sul ghiaccio

Di Alberto Rossi

Nella giornata di ieri si sono concluse le semifinali dell’emozionantissima Liiga e il Tappara Tampere raggiunge la finale dove incontrerà l’ HIFK Helsinki, mentre Kärpät Oulu e JYP Jyväskylä dovranno accontentarsi della finale a partita unica per la conquista del terzo posto.
Due sfide a loro modo esaltanti che hanno tenuto tutti con il fiato sospeso.

HIFK Helsinki – JYP Jyväskylä Serie 4-2 Helsinki in finale

HIFK – JYP 4-2
JYP – HIFK 5-2
HIFK – JYP 7-1
JYP – HIFK 3-2
HIFK – JYP 5-3
JYP – HIFK 0-4

I capitolini vincono la loro semifinale senza grandi problemi, se non il passo falso di gara 2 dove il JYP ha dato l’impressione di poter tenere veramente testa ai vincitori della regular season, ma la realtà dei fatti è che l’HIFK ha sempre controllato e come ha raggiunto la vetta della classifica, ha ora raggiunto la meritatissima finale.

Ramsted, Rask, Heinz e compagni sono imprendibili e come ciliegina sulla torta, in questi playoff hanno trovato nel portiere Husso una vera e propria saracinesca
24 reti per l’HIFK contro le 14 del JYP, in sei partite, parlano chiaro.
Per Jyväskylä nulla da recriminare, una grande stagione e ottime promesse per il futuro, ma quest’anno per raggiungere la finale ci voleva un altro “Miracle on ice”.

KÄRPÄT – TAPPARA Serie  3-4 Tampere alla finalissima

KÄRPÄT – TAPPARA 1-3
TAPPARA – KÄRPÄT 4-1
KÄRPÄT – TAPPARA 4-1
TAPPARA – KÄRPÄT 2-3 OT
KÄRPÄT – TAPPARA 3-4 OT
TAPPARA – KÄRPÄT2-3 OT
KÄRPÄT – TAPPARA 0-2

La seconda semifinale tra Tappara e Kärpät è stata invece tutta un’altra storia, una battaglia all’ultimo sangue.
Le due squadre hanno messo in campo tutta la loro spettacolarità e concretezza e per decidere la finalista si è arrivati sino a gara 7 di una sfida che poteva tranquillamente essere la finale del campionato.
Kuusela continua a confermarsi un giocatore importantissimo e quando c’è da finalizzare non perde occasione, ma è giusto dire che è un Top player all’interno di un Top team, con Plastino, Haalpala, Dixon, Laine in grande spolvero e tutta una serie di giocatori che partecipano alla manovra
Dall’altra parte Aho e soci hanno dato il meglio, dopo uninizio di stagione poco promettente si sono rimessi in carreggiata e risultato dopo risultato hanno raggiunto il secondo posto e questa semifinale che, con un pizzico di cattiveria in più, avrebbero potuto anche vincere.

Per quanto visto fino ad ora HIFK – Tappara è la giusta finale per un campionato bellissimo, sono le due squadre che hanno espresso il gioco migliore e che soprattutto hanno messo sul ghiaccio un continuità che le altre squadre non hanno trovato.