Il 60° minuto: storica disfatta canadese

Tempi durissimi per le canadesi in National Hockey League, a registrare dopo la bellezza di 48 anni, l’assenza di un team del paese della Foglia d’Acero in post-season; Washington trova la 55ma vittoria stagionale, massimo mai raggiunto dalla franchigia capitolina.

Giovedì 31 Marzo
Ben dieci uscite a movimentare la serata firmata NHL, ad iniziare dalla 35ma vittoria stagionale di Marc-André Fleury, quarto portiere della Lega a strappare tale traguardo per la settima(!) volta in carriera al pari di Eddie ‘The Eagle’ Belfour, Miikka Kiprusoff e l’inarrivabile Marty Brodeur addirittura a quota 12; la doppietta di Kessel spiana la W di Pittsburgh ai danni di Nashville (5-2) strappando al momento la seconda piazza nella Metro Division ai Rangers, superati per 4-3 in quel di Raleigh da Carolina, a rimontare nel terzo finale le blueshirt con le reti di Skinner e Rask lo svantaggio dei primi 40’.

Se @ Broadway si piange, gira meglio a Long Island, con i NY Islanders a superare per 4-3 Columbus, frutto della doppietta di Capitan Tavares a metter altri due pesantissimi punti in cascina alla causa isolana, ora a +4 dalla fatidica linea playoff; umori opposti anche nello Stato del Sole con Tampa ad andare in bianco contro la deludentissima Montréal, a beneficiare del primo SO in carriera di Mike Condon (26sv) con Desharnais, Mitchell e Danault a rete per i quebecois. I Florida Panthers approfittano dello scivolone dei cugini statali per riprendersi la vetta della Divisone dell’Atlantico con Huberdeau (doppietta) e Barkov a portare al successo i ‘Cats per 3-2 sui Devils, che in occasione del classico April Foil, si riscoprono NJ Angels con l’ironia a dilagare sul web.
Successo interno nel derby dei bassifondi per Buffalo a piegare 4-1 i malandati Leafs nel segno dei fratelli O’Reilly mentre è inutile la W di Ottawa in quel di St.Paul, col team dell’Ontario a dover salutare mestamente la corsa alla PS nonostante il 3-2 rifilato ai danni dei Wild: solito letale Erik Karlsson (1+1) top scorer per i senatori a fermare a quota 6 la striscia vincente di Minnesota in questo finale di stagione.
Vittoria solo per la firma al pari di Ottawa anche per Vancouver, a fermare allo Shark Tank San Josè per 4-2 con gli scandinavi Hansen e Granlund a portare alla vittoria i ‘Nucks sul finire di gara; successi interni di spessore invece Dallas e Los Angeles, a piegare a domicilio Arizona 4-1, con Jamie Benn alla 40ma rete stagionale (40+47 e secondo posto nella classifica degli scorer NHL con 87 punti) mentre è serata firmata Carter (2+1) e dal quinto shutouts stagionale per Quick (21sv) a piegare 3-0 Calgary.

RISULTATI DEL 31/03
BUFFALO      – TORONTO    4-1
NY ISLANDERS – COLUMBUS   4-3
PITTSBURGH   – NASHVILLE  5-2
CAROLINA     – NY RANGERS 4-3
TAMPA        – MONTREAL   0-3
FLORIDA      – NEW JERSEY 3-2
MINNESOTA    – OTTAWA     2-3
DALLAS       – ARIZONA    4-1
LOS ANGELES  – CALGARY    3-0
SAN JOSE     – VANCOUVER  2-4

Venerdì 1 Aprile
Secondo stop nel giro di 24 ore per Minnesota, piegata @ MoTown da Detroit per 3-2 (1+1 Sheahan) e sempre in corsa per una wild card nella Eastern Conference a quota 89 punti, al pari dei Flyers ma con due uscite in più sul groppone rispetto alla truppa di Philly; Vancouver invece trova in quel di Anaheim il secondo sorriso consecutivo, superando gli scatenati Ducks (sempre in corsa per la leadership divisionale con i cugini di LA) 3-2 in rimonta, con Hamius ed Etem a portare al successo i Canucks.
Sorrisi esterni anche per Chicago e Washington, con i ragazzi di Quenneville a fare a meno del fuoriclasse Duncan Keith, reo del bruttissimo fallo di reazione nei confronti di Coyle di Minnesota e squalificato dalla Lega per sei tornate, col gemello difensore Seabrook a piegare in OT la resistenza di Winnipeg per 5-4, col solito straordinario rookie Artemi Panarin mattatore di serata con uno stellare 2+2 in cascina ora al 13mo posto tra gli scorer della NHL con 27 reti e 41 assistenze in 76 tornate.
Washington trova la vittoria stagionale numero 55 in quel di Denver (4-2 sugli Av’s) superando il record di franchigia capitolina, con Braden Holtby a solamente una vittoria dal fantasmagorico record firmato da Brodeur, fermo a quota 48 in RS.
Chiude il nostro doppio recap la vittoria pirotecnica di Boston @ St.Louis per 6-5, con i ragazzi di Bean Town a scavalcare nuovamente Detroit per l’ultimissimo posto utile in zona playoff nel segno di David Krejci, mattatore con 2+2.

RISULTATI DEL 01/04
DETROIT  – MINNESOTA  3-2
ST.LOUIS – BOSTON     5-6
WINNIPEG – CHICAGO    4-5OT
COLORADO – WASHINGTON 2-4
ANAHEIM  – VANCOUVER  2-3