LNA: Berna in vantaggio, Lugano e Servette in equilibrio

di Fulvio Bricchi

PLAYOFF: archiviati i quarti di finale con la grande sorpresa dell’elimininazione dello Zurigo, capo classifica in regular season, si sono disputate le prime due gare di semifinale al termine delle quali il Berna conduce 2 – 0 contro il Davos mentre è parità tra Lugano e Servette.

In gara 1, Servette – Lugano termina con un perentorio 5 – 0 a favore dei ticinesi che dominano tutti e tre i tempi senza subire reti. Il primo periodo ( 2 – 0 ) inizia con la marcatura di Klasen dopo appena 57’’ e si conclude con il raddoppio di Martensson al 14’46’’. Nella seconda frazione (1 – 0 ) il Servette cerca di riequilibrare l’incontro ma viene ancora punito da Klasen (per lui 2 goal e un assist) a fil di sirena (19’59’’). Nel terzo e ultimo periodo ( 2 – 0 ) i bianconeri arrotondano il successo con altre due segnature addirittura in inferiorità numerica: Walker all’8’10’’ e Morini al 19’31’’. Devastante la prima linea del Lugano Klasen – Martensson – Brunner che mette assieme 3 reti e tre assist (compreso quello del difensore Furrer).

Molto più equilibrato e combattuto Davos – Berna che termina con la vittoria degli orsi per 5 – 4 grazie alla rete nel supplementare della possente stecca destra Alain Berger al 6’47’’. L’incontro ha vissuto due momenti di grande esaltazione per entrambe le formazioni. Infatti, dopo il vantaggio degli ospiti con Roy al 3’26’’ del primo periodo e il pareggio di Jorg in apertura di seconda frazione (2’06’’), il Berna prende il largo bucando Genoni tre volte in poco meno di 5 minuti: segna ancora Roy, in powerplay, al 10’17’’ poi Pascal Berger all’11’28’’ e sembra chiudere l’incontro il solito Ruefenacht, di nuovo in superiorità, al 15’10’’. Ma il Davos non ci sta e nel terzo periodo riequilibra l’incontro in 15 minuti: Wieser in inferiorità numerica al 1’20’’ e, soprattutto, la doppietta in powerplay dell’intramontabile Ambuhl ( 4’02’’ e 15’42’’), portano l’incontro all’overtime dove il Berna riesce a spuntarla. Da segnalare il grande lavoro e la grande efficacia della terza linea bernese Ruefenacht – Roy – Conacher autrice di tre reti e tre assist.

In gara 2, Lugano – Servette è molto più equilibrata e si conclude all’overtime ( 1 – 2 ) dopo che i tre tempi regolamentari erano finiti con una rete per parte. Il primo periodo termina con i bianconeri in vantaggio di una rete grazie a Martensson al 17’49’’ su assist di Hofmann e Brunner. Ma la prima linea del Lugano non riesce ad essere così incisiva come in gara 1 e il Servette pareggia con Pyatt al 18’40’’ del secondo tempo. Nell’ultimo periodo restano inviolate le porte di Merklikins e di Mayer quindi si va al supplementare che dura 7’23’’ quando Antonietti regala il gol vittoria ai ginevrini che riescono così ad espugnare la Resega e riequilibrare la serie.

In Berna – Davos la spuntano ancora gli orsi (2 – 1 ) grazie ad un’ottima difesa. Il Berna chiude la prima frazione in vantaggio grazie a Blum, assistito da Pluss, all’8’20’’. Lo stesso Pluss, assieme a Pascal Berger, assistono Moser per la rete del 2 – 0, maturata in powerplay, al 3’47’’ del secondo periodo. Nell’ultima frazione il Davos spinge ma riesce a dimezzare lo svantaggio solo al 17’50’’ con Corvi. Il Berna di questi playoff appare decisamente un’altra squadra rispetto a quello visto in regular e dopo aver eliminato la prima della classe Zurigo sta facendo, anche se la serie è ancora lunga, un’altra vittima illustre.

RISULTATI GARA 1 PLAYOFF
DAVOS    – BERNA     4–5 OT (0–1;1–3;3–0;0–1)
SERVETTE – LUGANO    0–5 (0–2;0–1;0–2)

RISULTATI GARA 2 PLAYOFF
BERNA    – DAVOS     2–1 (1–0;1–0;0–1)
LUGANO   – SERVETTE  1–2 OT (1–0;0–1;0–0;0–1)

GIRONE PLAYOUT: si sono disputate le ultime due giornate che servivano solo a determinare chi, tra Biel e Langnau, avrebbe disputato le gare dispari in casa nello spareggio per restare in Lega Nazionale A senza affrontare la prima di B. Infatti, Ambri e Losanna, forti di un consistente vantaggio accumulato in regular season, si erano già chiamate fuori dopo tre turni. Alla fine l’ha spuntata il Biel, autore di una grande rimonta, che ha totalizzato 15 punti dei 18 a disposizione contro i soli 3 incamerati dal Langnau.
Nelle due partite di martedì 15 il Biel espugna la Valascia con il punteggio di 3 – 2 grazie alla rete decisiva di Earl al 14’14’’ del terzo periodo (per i leventinesi a segno Lauper e Fuchs) dopo il doppio vantaggio del primo tempo (2 – 0 ) maturato grazie alle segnature di Moss al 6’51’’ e di Steiner al 19’23’’. Langnau – Losanna invece termina 3 – 1 per gli ospiti grazie a Walsky (8’07’’ del primo periodo) e alla doppia marcatura di Deruns al 17’44’’ e al 19’49’’ (porta vuota) della terza frazione. A nulla era servito il momentaneo pareggio di Clark al 13’39’’ del primo drittel.

Giovedì 17 si sono giocati invece gli ultimi due incontri del girone: Losanna – Ambri è stata poco più di un’ amichevole terminata 7 – 0 per i bianco rossi ed è servita solo a stabilire che il Losanna conclude la stagione al nono posto mentre i biancoblù leventinesi si devono accontentare di una deludente decima posizione. La doppietta di Fischer e le reti di Louhivaara, Trutmann, Danielsson, Leblanc e Melville (da registrare anche i tre assist di Walsky) hanno determinato il rotondo punteggio.
Ma la vera partita si è disputata all’Eisstadion di Biel dove i padroni di casa, battendo il Langnau ( 3 – 2 ), hanno mantenuto la penultima posizione e, a questo punto, appaiono favoriti in quella che sarà la serie decisiva proprio contro i Tigers. Partono subito forte i biennesi e nei primi 10 minuti di gara sono già in vantaggio di due reti grazie a Steiner in powerplay (4’21’’) e Schmutz (10’44’’). Il Langnau reagisce e dimezza il passivo con Bucher al 16’05’’ che chiude la prima frazione. Il secondo periodo vede ancora il Biel ristabilire il doppio margine di vantaggio con Frohlicher al 7’06’’ e a nulla serve la seconda rete dei Tigers con Koistinen al 13’12’’ dell’ultimo tempo.

RISULTATI GIRONE PLAYOUT – GIORNATA 5
AMBRI   – BIEL     2–3 (0–2;0–0;2–1)
LANGNAU – LOSANNA  1–3 (1–1;0–0;0–2)

RISULTATI GIRONE PLAYOUT – GIORNATA 6
BIEL    – LANGNAU  3–2 (2–1;1–0;0–1)
LOSANNA – AMBRI’   7–0 (2–0;1–0;4–0)

RISULTATO SPAREGGIO GARA 1 PLAYOUT – SABATO 18
BIEL – LANGNAU 6 – 1 ( 1 – 1 ; 3 – 0 ; 2 – 0 ) : resiste un tempo il Langnau nella prima gara di spareggio. Parte bene il Biel che al 7’03’’ con Steiner sfrutta un powerplay ma Bucher riequilibra l’incontro al 15’50’’ e in parità si chiude la prima frazione. Nel secondo drittel i padroni di casa mettono al sicuro il risultato grazie alle reti di Moss al 2’23’’, Dufner al 9’48’’ (in inferiorità) e ancora Moss al 17’54’’ (in powerplay). Nel terzo periodo il Langnau ha già la testa e gara due e il Biel va ancora a segno con Herburger dopo 13’’ e con Schmutz al 14’06’’ suggellando una netta superiorità per quasi tutto l’incontro. Per il Langnau, che deve recuperare concentrazione, gioco ed energie, si prospetta una serie molto complicata.

Tags: