EBEL: al via le semifinali, Linz-Znojmo e Red Bull-Villach

Con gara7 tra Klagenfurt e Salisburgo, terminata 5-2 per i Red Bull, si chiude il quadro dei quarti di finale. Linz e Orli Znojmo hanno raggiunto la semifinale con gara6, tra le mura amiche, eliminando il Bolzano di Tom Pokel e il Dornbirn, squadre entrambe protagoniste di una stagione comunque positiva. Ricapitoliamo quanto accaduto nelle ultime battute dei quarti di finale.

HC Bolzano Foxes – EHC Linz 2-4 (3-5; 3-4; 5-4 OT; 3-2; 4-6; 2-3 OT)
Linz in semifinale
Con il pareggio dei conti in gara4 il Bolzano aveva preso le misure col Linz individuando i suoi punti di debolezza, ma non è bastato. Il cinismo e la grande pericolosità delle Black Wings negli ultimi metri, ne hanno determinato il passaggio in semifinale con le vittorie in gara5 e gara6, trovando ancora qualche aiuto arbitrale soprattutto nel 6-4 con cui Kozek e compagni hanno espugnato il Palaonda in gara5: episodio chiave uno sgambetto su McMonagle non sanzionato, da cui poi nasce il 3-1 sottoporta di Hisey. Le reti di Palmieri e Gander hanno riaperto poi il match, ma Ulmer e Altmann hanno regalato il match point agli austriaci. Con tutto il supporto del popolo biancorosso, il Bolzano è andato alla KeinSorgen Arena per protrarre la serie a gara7, impresa sfumata nei minuti finali del match: al 59:15 Fabio Hofer, tra i migliori della serie, sigla il pareggio con un bel gol. Si va all’overtime che dura sino al 73:02, quando Brett McLean riceve da Kozek e proietta il Linz in semifinale: 3-2. Per Egger e soci la stagione finisce anzitempo, con la consapevolezza di aver però dato del filo da torcere ad una delle compagini più pericolose, che ora deve puntare dritto verso la finale, nella serie contro lo Znojmo. Con Hubl in debito di ossigeno, una arbitraggio spesso a sfavore, e una serie difficile da vincere, i Foxes hanno tentato di ribaltare i giochi con tutte le forze. Sarà per la prossima edizione.

Red Bull Salisburgo – Klagenfurt AC 4-3 (4-1; 3-2; 3-6; 2-4; 3-4 OT; 3-4 OT; 5-2)
Salisburgo in semifinale
Impresa sfiorata. Il Klagenfurt cede solo in gara7, contro un Red Bull che si era fin troppo complicato la vita e che ha seriamente rischiato l’eliminazione anticipata. Il Klagenfurt spera di aver fatto tornare Heidi Horten sulle sue parole dopo l’ottima serie disputata contro i campioni in carica, sperando ancora nell’ingente supporto economico dell’ereditiera multi-milionaria. Con due 4-3 ottenuti all’overtime, il KAC si affacciava a gara7 con un importante vantaggio mentale. Il Red Bull era chiamato a dimostrare di che pasta era fatto, ma Lundmark, Setzinger e compagni hanno reso le cose difficili sfiorando l’impresa della semifinale. L’approdo a gara7 era arrivato in rimonta: Lundmark e DeSantis in power-play avevano portato il match dal 3-1 al 3-3, Koch al 69:05 rimandava tutto nel decisivo settimo match. Davanti al pubblico amico (che comunque, nonostante i grandi successi, non è tra i più elevati della competizione), il Red Bull si è imposto vincendo il match nel primo periodo e chiudendolo sul 5-2. Al vantaggio carinziano di Schumnig hanno risposto Hughes, Kristler e Walter. Lundmark ha accorciato le distanze dopo 2′ dall’inizio del drittel centrale, ma i due empty-net (ancora Walter, poi Welser) hanno allungato il divario consegnando al Red Bull la qualificazione alla semifinale, proseguendo il cammino verso la difesa del titolo.

HC Orli Znojmo – Dornbirn EC 4-2 (1-3 ;0-5; 3-1; 3-2 OT; 5-2; 5-2)
Znojmo in semifinale
E’ stato bello finché è durato. Il Dornbirn ci ha provato, dopo un’ottima regular season tra la prime posizioni. Le prime due vittorie (di cui una schiacciante) in gara1 e 2 hanno messo in difficoltà lo Znojmo che è uscito alla distanza. Infatti il Dornbirn, dopo la sconfitta per 3-2 all’overtime in gara4, ha intuito che le forze erano ormai al minimo, cedendo sotto i colpi di uno Znojmo concreto e determinato, unica squadra non austriaca ancora in gioco. Così il Dornbirn ha perso in gara 6 la serie che era iniziata nel migliore dei modi, ma esce a testa alta, contro una squadra che si era già dimostrata lievemente superiore nel corso del campionato. Con due vittorie per 5-2 i cechi vanno in semifinale dove incontreranno il Linz. In gara6 Cip, Yellow Horn e Lattner spianano la stada, Crawford e D’Aversa riaprono il match, Bartos e Tomas lo chiudono nelle battute finali. Al Messestadion il punteggio è lo stesso così come l’andamento del match: Znojmo avanti 3-0 Yellow Horn e doppietta di Boruta, Zagrapan fa 3-1, Livingston 3-2, ma 3o” dopo Tomas segna il 4-2 seguito dal 5-2 di Yellow Horn.

Con il Villach già qualificato da gara5, e chiamato alla difficile serie contro il Red Bull Salisburgo, le semifinali cominciano oggi, domenica 13 marzo, alle 17:40. Di seguito, gli accoppiamenti e il calendario:
Red Bull Salisburgo – VSV Villach
Orli Znojmo – EHC Linz

Gara1: 13/03
Gara2: 15/03
Gara3: 18/03
Gara4: 20/03
Eventuale Gara5: 22/03
Eventuale Gara6: 24/03
Eventuale Gara7: 27/03

Top Scorer Playoff Team GP G A P
1 Yellow Horn Colton Jaret ZNO 6 6 3 9
2 Reid Brodie HCB 6 6 3 9
3 Hofer Fabio EHL 6 6 2 8
4 Komarek Konstantin RBS 7 3 5 8
5 Lundmark Jamie KAC 7 3 5 8
6 Latendresse Olivier EHL 6 2 5 7
7 Duncan Ryan RBS 7 2 4 6
8 Lakos Andre ZNO 6 0 6 6
9 DiCasmirro Nathan HCB 6 1 5 6
10 Pance Ziga VSV 5 1 5 6