QFG2: l’Egna espugna l’Agorà e si porta sul 2-0

Dopo la battaglia in gara 1, Milano ed Egna si ritrovano all’Agorà per la seconda puntata di questo quarto di finale. Coach Da Rin può contare su tutto il proprio roster. In difesa è presente anche Betti e, a difesa della gabbia, viene schierato Tesini, mentre il backup è Pignatti. Ricordiamo che gara 1 ha visto la vittoria degli altoatesini. Bellissima la scenografia per il novantaduesimo 2016_03_11 milano egnacompleanno dell’Hockey Milano. Pronti via ed il primo pericolo capita sulla stecca di Zambaldi ma il suo tiro viene bloccato dal goalie milanese. L’Egna insiste e al 5.50 passa in vantaggio con Johannes Bernard. Nemmeno il tempo di riordinare le idee che 1.20 più tardi Bertignoll raddoppia. Da Rin cambia il goalie inserendo Pignatti. I padroni di casa reagiscono e al 7.35, in superiorità numerica, Florian Wieser in panca puniti, accorciano con Marcello Borghi, ben servito da Perna. Galvanizzati dal goal i Rossoblu creano ancora con Lancsar, Radin, ed uno scambio in velocità tra Migliore e Borghi, con la conclusione di quest’ultimo terminata a lato di un soffio.

2016_03_11 milano egna (2)Il secondo periodo inizia con una superiorità ospite per penalità inflitta a Radin nel drittel precedente. Con uomo di movimento in più Wieser sorprende il goalie milanese per il 3 a 1. È il momento peggiore dell’incontro per Re e soci e dopo un paio di conclusioni di Zambaldi e Bustreo, dove Pignatti fa buona guardia, al 9.23, Michael Sullmann realizza la quarta rete per gli ospiti. Il Milano reagisce e nel giro di 15″ prima accorcia con Piroso e poi si porta ad una sola lunghezza dagli avversari grazie ad un azione in solitaria di Borghi ben lanciato dal compagno di linea Perna. L’Egna non si lascia intimidire e si riporta avanti 6 a 3 grazie a Sullmann e Peiti. La panchina milanese chiama timeout e prima della conclusione del periodo c’è ancora il tempo per la quarta rete rossoblú, Borghi il marcatore per il proprio hat trick personale.

2016_03_11 milano egna (4)Dopo il secondo intervallo i Rossoblu si gettano in avanti e creano con Lancsar, Borghi e Lo Russo. Gli ospiti rispondono con un tiro dalla blu di Basso ed una conclusione di Bustreo. Al 56.10 Dorigatti chiude ogni discorso realizzando la rete del 7 a 4. Vittoria importante per l’Egna che, espugnando l’Agorà, si porta sul 2 a 0 nella serie e domenica, tra le mura amiche, ha la possibilità di strappare il biglietto per le semifinali.

Hockey Milano Rossoblu – HC Egna Riwega 4-7 (1-2, 3-4, 0-1) / Serie 0-2

Reti: 1-0 Johannes Bernard (Florian Wieser, Matteo Peiti) 5:50, 2-0 Manuel Bertignoll (nessun assist) 7:10, 2-1 Marcello Borghi (superiorità numerica) (Dominic Perna, Alessandro Re) 7:35, 3-1 Florian Wieser (superiorità numerica) (nessun assist) 20:50, 4-1 Michael Sullmann (superiorità numerica) (nessun assist) 29:23, 4-2 Alessio Piroso (Lorenzo Piccinelli, Gianluca Tilaro) 29:48, 4-3 Marcello Borghi (Dominic Perna) 30:03, 5-3 Michael Sullmann (Moritz Steiner) 44:42, Matteo Peiti (nessun assist) 35:51, 6-4 Marcello Borghi (Tommaso Migliore, Dominic Perna) 36:45, Enrico Dorigatti (superiorità numerica) (Paolo Bustreo) 56:10

Tiri: Milano 38, Egna 43
Penalità: Milano 4 (8 minuti), Egna 2 (4 minuti)
Spettatori: 1765