Buonissimi numeri di spettatori in Europa

La Federazione Internazionale di Hockey su Ghiaccio (IIHF), ha reso noto in questi giorni, i dati media di affluenza pubblico sia dei singoli club del Vecchio Continente, sia dei vari campionati a riempire gli spalti dei palafrigoriferi dello sport più bello del mondo; Berna ed LNA a farla da padrone, mentre nella magrissima quindicesima piazza per la nostra Serie A, il Bolzano Foxes arriva a registrare per il terzo anno consecutivo in EBEL un incremento di media spettatori.

BernaIn vetta a queste stats, trova per la quindicesima volta consecutiva(!) la prima piazza l’ SC Berna che, con una media di 16145 spettatori della propria infuocata platea capitolina della PostFinance Arena, si conferma il team più seguito d’Europa; la vetta è conquistata in egual misura dal proprio elitario campionato rossocrociato, la Lega Nazionale A (LNA) che per la prima volta sfonda il muro delle 7000 presenze di media raggiunte nella regular season appena andata agli archivi.
Ottimo quindi fiore all’occhiello per i team elvetici a farla da padrone al cospetto dei fortissimi campionati quali la stessa Kontinental Hockey League russa ‘solamente’ in terza posizione e superata dalla DEL tedesca sul secondo gradino del podio nei rispettivi campionati; come detto, solo un mesto 15mo posto invece accompagna la Serie A Italiana di hockey, con sole 751 presenze di media a partita.

Tantissima Germania nella Top 10
Se come detto gli orsi bernesi si confermano la platea più numerosa alle latitudini europee, alle spalle degli svizzeri centrali troviamo l’Eisbaren Berlino che, con 13021 spettatori ottengono la virtuale medaglia d’argento (eran terzi nel 2014/5), a precedere un altro team tedesco quale il Kolner Haie con 12037 presenze.
I team teutonici monopolizzano le prime dieci posizioni della classifica con l’Adler Mannheim (11657) quinta alle spalle dello SKA San Pietroburgo (11789) e gli Amburgo Freezers a chiudere le prime dieci piazze con 9022 spettatori.
Si spazia comunque sia in lungo ed in largo per l’Europa con i bielorussi della Dynamo Minsk (KHL) a perdere qualche posizione dopo la seconda piazza dell’anno scorso (sesti, 11445) a precedere lo Jokerit Helsinki (KHL, 10468), gli ZSC Lions Zurigo (LNA, 9818) mentre al nono posto troviamo il Frolunda Goteborg (SHL, 9318) freschi campioni della Champions Hockey League.
Ben sette platee delle prime dieci, ospiteranno oppure ha già ospitato nel periodo spaziale dal 2009 al 2020 i Mondiali di Top Division della IIHF.

Benissimo il Bolzano mentre Svizzera, Germania e Russia al Top
Guardando invece le classifiche per i vari campionati europei (extra, includendo la KHL e la Asian League col Sakhalin, team dell’estremo oriente russo), la Svizzera come detto sfonda per la prima volta la soglia delle 7000 presenze (7026 per la precisione) a precedere DEL (6647) e Kontinental Hockey League al terzo posto con 6303 spettatori mentre al vertice con medie pazzesche si presentano gli elitari campionati di prima serie svedese (quarti, 5849), della Repubblica Ceca (5406) e finlandese (4249) a precedere il campionato mitteleuropeo della EBEL (2890 spettatori) in settima posizione.
Lontanissimo anni luce invece la Serie A italiana che, persa una piazza storica in massima serie come il Milano a portare numeri importanti alla causa azzurra, si assesta alle spalle di campionati quali Gran Bretagna, Norvegia, Francia, Slovacchia, Danimarca, Asia League e persino Polonia, con sole 750 presenze sugli spalti dei confini nazionali, superati invece persino dalle platee di seconda serie tedesche (al top in questa speciale classifica con 2688 spettatori), svedesi, svizzere, ceche, russe e finlandesi.
Discorso a parte per il Bolzano che in EBEL strappa la bellezza di 2401 spettatori durante la stagione regolare (il triplo rispetto alla Serie A) ed in costante crescita nel triennio in EBEL, aumentata con picchi di 3/4000 spettatori nelle cinque tornate del pick round casalinghe, arrivando alla fantasmagorica cifra di 7200 presenze in Gara 5 (record stagionale del campionato!) in Gara 5 dei quarti, con sold-out  registrato al Palaonda.

Tanta roba in NordAmerica
nhl-logoOltre oceano invece a farla da padrono è (naturalmente) la National Hockey League, che con 17487 spettatori di media ad incontro è il campionato più seguito a livello planetario, coi Chicago Blackhawks quale team più seguito at-home (21816) davanti agli storici Montréal Canadiens (21288) e Detroit Red Wings (20027); l’American Hockey League segue distante anni luce dalla vetta al secondo posto con 5865 mentre la terza lega dei pro (ECHL, 4297) è persino scavalcata dalla junior canadese della Western Hockey League con 4312 presenze in terza piazza, a precedere poi i “cugini” piccoli della fortissima Ontario Hockey League (4117), con la lega americana dei College, la NCAA, al sesto posto (3432) davanti di poche unità al campionato juniores del Québec, la Québec Major Junior Hockey League con 3355.
Splendide note arrivan proprio dalle ultime due sopracitate con la Università del North Dakota ad ospitare la bellezza di 11774 spettatori ad incontro, sopravanzate solamente dai baby Québec Remparts, a rappresentare la media più alta di spettatori esclusi i campionati professionistici con la bellezza di 13741 a partita!

Tags: ,