Il Caldaro vince la Regular Season

Oramai ci siamo, oggi potrebbe essere giornata di primi parziali verdetti: al Caldaro mancherebbe un punto per chiudere matematicamente al primo posto la Regular Season, mentre per il secondo posto si dovrà attendere una settimana data la bagarre che coinvolge tre squadre raccolte nello spazio di un punto. Idem per la lotta per il quinto e sesto posto, mentre il Milano potrebbe confermare la settima piazza. A testimonianza del bel campionato che è stato, questo di Serie B, è il fatto che la maggior parte delle cose sara decisa domenica prossima quando sul ghiaccio si disputerà l’ultimo turno, prima di aprire le danze play off.

In giornata invece, i primi a scendere in pista sono le squadre di Appiano e Val Pusteria, con i padroni di casa che devono difendere il quinto posto in classifica insidiato dal Fiemme. Compito che vede gli appianesi col favore del pronostico, ma proprio l’Appiano durante la stagione è incappato talvolta in passi falsi sorprendenti, mentre i pusteresi hanno saputo mostrare in alcune circostanze una determinazione inaspettata. Queste erano le premesse. La realtà è stata che l’Appiano ha superato agevolmente l’impegno, complice il crollo nel secondo periodo dei lupi, che hanno subito sette reti in nove minuti. Il punteggio finale è di 12 -1.

L’Ora si gioca le chances per il secondo posto e deve assolutamente sbarazzarsi dell’Alleghe per poter arrivare allo sprint finale preparato a sfruttare un eventuale passo falso di Merano o Egna. Dopo una prima frazione sostanzialmente equilibrata, è il power play delle rane ad essere micidiale e a regalare ben quattro reti agli altoatesini, di cui tre nel secondo periodo di gioco. Il terzo tempo porta ad altre due realizzazioni che completano il punteggio sul 6-0, in una partita dura, con tante penalità.

Il Val Venosta ospita il Rittner Buam, che la scorsa settimana ha dovuto definitivamente dire addio alle speranze play off. Chissà con che spirito saranno scesi sul ghiaccio i ragazzi di Renon, per disputare una sfida che dal punto di vista della classifica ha sicuramente poco da dire. I padroni di casa vorranno invece provare a mantenere quel punto che li separa dal Como per la difesa della tredicesima posizione. Ma nell’hockey la grinta e una motivazione valida la si trova sempre: infatti ne esce una partita piacevole, vinta dal Rittner Buam per 6-2.

Qualche motivazione in più presenta la partita Chiavenna – Pergine, con i trentini che hanno l’obbligo morale di vincere sperando poi in un passo falso del Milano, al fine di raggiungere il settimo piazzamento in graduatoria, impresa per altro difficile, visto anche l’impegno abbordabile della diretta rivale. Il Chiavenna non sfigura di certo davanti ad una formazione che ha raggiunto con merito i play off e anzi, i padroni di casa si dimostrano combattivi e costringono il Pergine ai supplementari e ai tiri di rigore. Proprio i rigori decretano la vittoria trentina per 3-2, che serve a confermare l’ottava posizione.

Proprio sul ghiaccio meneghino va in scena una classica degli anni ’90: Milano – Varese. Se per i Mastini questa sfida non significa molto dal punto di vista della classifica, significa molto sotto l’aspetto psicologico e di onore, mentre per i padroni di casa prendere tre punti vorrebbe dire in pratica la certezza del settimo posto. La partita inizia in maniera bloccata con Milano che spinge sull’acceleratore e trova un doppio vantaggio nel giro di un minuto nella seconda metà di periodo. E’ il terzo periodo a segnare però la resa di Varese, che alza bandiera bianca definitivamente. Vince Milano 10-2.

Big match di giornata è Fiemme – Merano. I primi in cerca di punti per scalare una posizione, i secondi in cerca di punti per il secondo posto, con la possibilità proprio di evitare la squadra di Cavalese nei play off. La partita non tradisce le attese. Regna l’equilibrio nelle prime due frazioni, ma negli ultimi 10′ di match il Fiemme prima pareggia, poi va a prendersi la vittoria finale (4-3) che vale molto non solo dal punto di vista della classifica, quanto nel morale, a conferma di un campionato davvero fantastico del team di Cavalese.

Caldaro in trasferta a Como per poter rientrare in Alto Adige con la tranquillità del primo posto e avere così più tempo per preparare i play off. Visto l’andamento delle gare odierne il Caldaro troverà il Pergine nei quarti di finale. I lucci hanno chiuso la pratica per 5 -0.

Sul ghiaccio veneto di Feltre, l’Egna ha forse l’impegno più favorevole per la seconda piazza, anche se la sensazione è che il verdetto finale per quella zona di classifica avverrà la settimana prossima. L’Egna però si mette nelle condizioni ideali per affrontare l’ultimo ostacolo (non facile), andando a vincere per 13-2 contro il fanalino di coda..

Proprio la prossima domenica Caldaro-Ora ed Egna-Fiemme potranno risultare determinanti ai fini della definizione della griglia play off.

RISULTATI

Appiano-Val Pusteria 12-1 (1:0 7:1 4:0)

Ora-Alleghe 6-0 (1:0 3:0 2:0)

Val Venosta-Rittner Buam 2-6 (1:1 0:4 1:1)

Chiavenna-Pergine 2-3 (0:1 1:1 1:0 OT 0:0 SO 0:1)

Milano-Varese 10-2 (2:0 2:1 6:1)

Fiemme-Merano 4-3 (1:1 1:1 2:1)

Como-Caldaro 0-5 (0:3 0:2 0:0)

Feltre-Egna 2-13 (1:2 0:5 1:6)

CLASSIFICA

Caldaro 74, Egna 69, Ora 68, Merano 66, Appiano 64, Fiemme 63, Milano 58, Pergine 54, Rittner Buam 48, Alleghe 32, Val Pusteria, Chiavenna 23, Val Venosta 18, Como 17,  Varese 13, Feltre 6

PROSSIMO TURNO

Appiano-Chiavenna, Rittner Buam-Varese, Caldaro-Ora, Egna-Fiemme, Val Venosta-Fiemme, Milano-Alleghe, Val Pusteria-Como, Merano-Pergine

Tags: