KHL: regular season agli sgoccioli, giochi ancora aperti a Est

La stagione regolare di KHL giunge alle sue battute conclusive, con le ultime partite che si disputeranno tra oggi e mercoledi 18. Se nella Western conference i giochi sembrano ormai fatti sia per stabilire il vincitore che per l’accesso ai playoff, lo stesso non si può dire della situazione ad est, dove l’Avangard è capolista ma deve guardarsi dietro, e oggi ha su un piatto d’argento l’occasione per staccare il Sibir Novosibirsk. Barys Astana e Neftekhimik si contendono un posto per la fase successiva.

Western Conference – Il CSKA, arrivato a quota 127, è sicuro del primo posto. Lokomotiv Jaroslavl e Jokerit hanno inseguito finché hanno potuto, ma la squadra allenata da Dmitri Kvartalnov si è dimostrata una corazzata, trascinata dai punti di Radulov e dalle parate di Sorokin. Le due inseguitrici possono comunque ritenersi soddisfatte. I giullari di Helsinki sono chiamati a difendere il primo posto in Bobrov Division dal ritorno dello SKA San Pietroburgo, a -5 dai giallorossi a quota 100. La vera sorpresa nei playoff sarà il Sochi, terzo in Tarasov Division a pari punti con la Dinamo Mosca, ma autore di un ottima stagione regolare, considerando che è solo la sua seconda partecipazione. Per la Dinamo una stagione un po’ sottotono sinora, ma l’obiettivo è raggiunto. Gli ultimi due posti disponibili sono già stati assegnati: ai playoff andranno Torpedo e Slovan. Niente da fare per la Dinamo Minsk, che nelle ultime sei partite ha incassato punti solo dopo i tre tempi. Troppo poco per proseguire il cammino. Delude lo Spartak Mosca (6 sconfitte nelle ultime 6 partite), che termina la stagione all’undicesimo posto, dietro al Medvescak Zagabria, il cui futuro in KHL è ancora un incognita. Piccola finestra per Thomas Larkin, cui è stato dedicato un intero articolo dopo la spedizione di Cortina col Blue Team, squadra che sarà ora la priorità per l’azzurro, che sta per concludere la sua prima stagione in KHL (33 presenze e 4 punti sinora). Chiudono il girone Riga,Vityaz Podolsk e Severstal.

Eastern Conference – A Est c’è ancora da stabilire il vincitore della stagione regolare, ma l’Avangard Omsk ha il destino nelle sue mani. La sfida di oggi contro Sibir è il crocevia per il primo posto: se vince va a +7 dalla squadra della regione di Novosibirsk, e si dovrà preoccupare solo del Metalurg Magnitogorsk, che però, in caso di vittoria contro il Traktor già eliminato, e concomitante sconfitta dell’Avangard, si porterebbe solo ad un punto di distanza tenendo i giochi aperti sino all’ultima giornata, che vede fronteggiarsi proprio Avangard e Metalurg, scontro diretto. Molto più equilibrio, quindi, nella Eastern conference: dietro al Sibir a quota 100, insegue a solo due punti di distanza il Salavat Yulaev, che tiene a debita distanza l’Admiral Vladivostok, che al quarto posto in Chernyshev division può comunque esultare per aver raggiunto i playoff. Posto certo anche per il Bars Kazan, mentre all’Avtomobilist Yekaterinburg basta vincere oggi contro Ugra, fuori dai giochi dopo che aveva iniziato la stagione con il botto. Chi invece, a sorpresa si giocherà la qualificazione sino all’ultimo momento è il Barys Astana, che con 83 al pari del Neftekhimik dovrà sudarsi la qualificazione con due gare fuori casa contro Bars e Avangard, due avversari non proprio facili, a differenza del Neftekhimik, che oggi incontra il Lada Togliatti, eliminato da tempo, e chiude la stagione regolare in casa contro Ugra. Il primo posto e l’ultimo posto disponibile per i playoff, sono ancora questione aperta. Qui sotto il video dei top goal della settimana 22 di gioco, alcuni decisivi per il passaggio ai playoff, come il gol del top scorer del Salvat Omark contro Barys e il GWG del Neftekhimik contro Zagabria. Fuori dai giochi da tempo Lada, Amur, cui non è bastato il cambio in panchina, e Novokuznetsk.
Link

Western Conference

 

Tags: ,