Vivace la bagarre play off. Scivola l’Egna. Como con onore

Siamo giunti al 25° turno del campionato di serie B e a sei partite dalla fine della Regular Season dietro il Caldaro si cercano punti per accaparrarsi una posizione vantaggiosa in vista play off. E’ ancora presto, ma vista la classifica ristretta nelle prime posizioni, anche un punto potrebbe risultare determinante, mentre nelle retrovie l’obiettivo è quello di cercare più punti possibili per dare “un senso” alla stagione e per recuperare qualche posizione.

La giornata di campionato si è aperta venerdì sera, con l’incontro Fiemme-Alleghe. Una squadra che cerca posizioni importanti è proprio quella di Cavalese, chiamata ad affrontare anche queste ultime sfide senza abbassare la guardia, proseguendo l’ottimo campionato disputato fino ad ora. Riescono a chiudere senza subire reti nel 5 a 0 che ha consentito ai gialloneri di Fiemme di prendersi i 3 punti. La sfida si mette presto bene per la squadra di casa, che trova subito il vantaggio. Poi due reti per tempo nel secondo e terzo drittel completano il tabellino, che riporta spesso due nomi: i soliti Ciresa e Locatin. Il primo autore di tre reti e un assist, il secondo di quattro assist. La partita ha visto diversi scontri fisici duri e tante sono state le penalità fischiate ai due team.

Sempre venerdì il ghiaccio di Pergine ha ospitato il Valvenosta, sconfitto per 6 a 1 dalla squadra di casa. La chiave del match sono stati i primi minuti del terzo periodo, in cui i trentini hanno trovato tre marcature che hanno consentito loro di allungare le tre marcature realizzate nei primi due tempi. Punti importanti per i valsugani, alla rincorsa degli ultimi posti play off.

Il sabato ha visto due sfide tra cui il “big match” tra Caldaro e Milano. Per i rossoblu meneghini la partita avrebbe rappresentato un importante banco di prova in vista play off, ma nonostante gli stimoli agonistici, hanno pagato un inizio negativo che ha portato i lombardi a subire tre reti nel primo terzo di gara. Soltanto nel terzo periodo il Milano è riuscito a trovare la rete della bandiera, limitando il passivo (4 a 1 il finale). Caldaro si è dimostrato veramente una squadra tosta, che legittima il primato, candidandosi sempre più seriamente alla vittoria finale. Milano si è presentata in Alto Adige con un paio di assenze, ma consapevole di poter dire la sua in fase play off, che iniziaranno tra un mese e mezzo circa.

Sono 8 le reti che l’Ora ha infilato al Chiavenna, nella seconda sfida del sabato sera. Subito in salita la sfida per i lomabardi, sotto dopo pochissimi secondi dal primo ingaggio. Nel secondo periodo è determinante la “foga” dell’Ora che trova per quattro volte la via della rete. Un po’ troppe le penalità inferte ai Chiavennati, i quali sono stati costretti a giocare (oltre che con un numero veramente ridotto di giocatori), per diversi minuti con l’uomo in meno. Nell’Ora tripletta di Walter.

Interessantissimo in ottica play off l’incontro Appiano-Egna. Gli ospiti pare abbiano perso un po’ di continuità da inizio gennaio, una volta cioè che hanno perso la testa della classifica. L’Appiano deve assolutamente scalare qualche posizione per poter trovarsi a disputare le sfide che porteranno alla finale in una condizione più favorevole, magari evitando qualche scomodo avversario (magari proprio l’Egna). Di contro proprio l’Egna sta inseguendo il Caldaro (che comunque appare ormai destinato a chiudere al primo posto), e deve lottare per guadagnarsi e successivamente mantenere la seconda posizione. Primo tempo molto emozionante con botta e risposta racchiusi in pochi minuti che vede chiudere in vantaggio proprio l’Egna (duplice marcatura in 20″). Secondo drittel chiuso con il parziale a favore dell’Appiano mentre nel terzo periodo, in rimonta l’Egna riesce a pareggiare la rete siglata poco prima dalla squadra di casa. Si va all’over time ed è proprio l’Appiano a prendersi i due punti grazie alla vittoria finale 5 a 4. Power play dell’Appiano che ha portato a due reti.

Como in trasferta al Renon contro il Rittner Buam. Proprio questi ultimi non possono permettersi passi falsi in quanto sono alla disperata ricerca dell’ultimo posto play off disponibile, giocandoselo fianco a fianco con il Pergine (e Milano poco più avanti). La partita si chiude dopo i tiri di rigore che si risolvono a favore del Rittner che si aggiudica i due punti in palio (3 a 2 il finale), i quali alla luce dei risultati maturati si rivelano comunque importanti. Como in vantaggio e raggiunto dopo un minuto, poi ancora vantaggio comasco e ancora rete del Rittner dopo pochissimi secondi. Niente di fatto nel supplementare e quindi servono i tiri di rigore per determinare un vincitore.

Merano può proseguire la sua rincorsa alle posizioni di vertice (e infatti mantiene la seconda piazza) cercando di sfruttare il turno casalingo contro il Val Pusteria, sulla carta alla portata dei padroni di casa e infatti la squadra di casa fà valere la legge del più forte. Il punteggio finale parla chiaramente a favore del Merano che fin da subito realizza due reti, per poi allungare cammin facendo, soprattutto nel terzo drittel, fino al 7 a 1 finale.

Scontro tra le ultime della classe, con i Mastini Varese in trasferta a Feltre per trovare quella vittoria che manca da fine novembre. Il Feltre dal canto sua cerca la seconda vittoria del torneo e la trova per 3 a 2, nonostante lo svantaggio iniziale. La zampata vincente arriva a 7 minuti dal termine.

In classifica cambia poco o nulla anche se qualcosa si è mosso dalla quinta all’ottava posizione, dove a guadagnarci maggiormente è il Pergine, che accorcia il distacco sul Milano, atteso alla sfida proprio nel prossimo turno. Nelle retrovie punto prezioso del Como che consente di salire di una posizione.

 

RISULTATI (25a giornata)

Fiemme – Alleghe 5-0 (1:0 2:0 2:0)

Pergine – Val Venosta 6-1 (1:0 2:0 3:1)

Caldaro – Milano 4-1 (3:0 1:0 0:1)

Ora – Chiavenna 8-1 (2:0 4:0 2:1)

Appiano – Egna 5-4 (2:3 1:0 1:1 OT 1:0)

Rittner Buam – Como 3-2 dtr (1:1 1:1 0:0 OT 0:0 SO 1-0)

Merano – Val Pusteria 7-1 (2:0 2:1 3:0)

Feltre – Varese 3-2 (0:1 2:0 1:1)

 

CLASSIFICA

Caldaro 66, Merano 60, Ora 59, Fiemme 57, Egna 57, Appiano 52, Milano 49, Pergine 46, Rittner Buam 44, Alleghe 23, Val Pusteria 20, Como 17, Chiavenna 16, Val Venosta 15, Varese 10, Feltre 6.

 

PROSSIMO TURNO

Feltre-Appiano, Milano-Pergine, Val Venosta-Alleghe, Rittner Buam-Merano, Egna-Caldaro, Como-Ora, Varese-Fiemme, Chiavenna-Val Pusteria

Tags: