Qualificazione Olimpica: il roster allargato del Blue Team

(da fisg.it) – Conto alla rovescia per l’inizio del torneo di pre-qualificazione olimpica a Cortina. In giornata sono state diramate le convocazioni allargate per il Blue Team da cui poi la settimana prossima saranno scelti i 20 giocatori + 3 portieri che andranno a comporre il roster definitivo.

Da giovedì 11 febbraio a domenica 14 febbraio gli azzurri del Ct Stefan Mair sfideranno nell’ordine le Nazionali di Serbia, Olanda e Gran Bretagna per compiere un primo “step” verso le prossime Olimpiadi Invernali del 2018 che si svolgeranno in Corea del Sud. Tutte le sei gare in programma per il Gruppo G di pre-qualificazione si svolgeranno nel glorioso Stadio Olimpico della località ampezzana. L’Italia giocherà sempre la sera alle ore 20:45. S’inizia giovedì con la Serbia. Venerdì day off. Poi sabato l’Olanda ed infine domenica la Gran Bretagna. In palio un posto per il “Girone Finale” di qualificazione in programma il prossimo settembre.

La Regina delle Dolomiti torna quindi ad essere il centro dell’hockey internazionale. In contemporanea al girone di Cortina si svolgeranno due raggruppamenti di pre-qualifcazione in altre due piazze dello sport come Budapest e Sapporo.

Nello stesso stadio in cui il Blue Team colse il miglior piazzamento in un torneo olimpico (7° posto), parte la corsa del Blue Team verso il sogno olimpico. A distanza di 60 anni dalla settima edizione dei Giochi Olimpici Invernali del 1956, la magia ed il fascino dello Stadio Olimpico di Cortina restano sempre intatti.

Sono già in possesso del pass per le Olimpiadi del 2018 le migliori otto squadre dopo i Mondiali di Praga e Ostrava del 2015: Russia, Svezia, Canada, Finlandia, USA, Repubblica Ceca, Svizzera e Slovacchia. Per determinare le altre 3 partecipanti, oltre alla Corea del Sud, qualificata di diritto in quanto paese ospitante, è in atto un lungo percorso di qualificazione iniziato a settembre 2015 e che terminerà esattamente un anno dopo. Erano in lizza per l’obbiettivo olimpico 28 squadre, ma solo 3 si uniranno ai “Dream Team” sopraelencati già pronti per il viaggio in estremo oriente tra due anni.

La voglia di qualificarsi è altissima per ogni Nazionale. Proprio in virtù di queste considerazioni la FISG ed il settore hockey hanno approntato per questo appuntamento, che riporta l’Italia dell’hockey ghiaccio al centro del panorama internazionale, una lunga fase di preparazione iniziata proprio da Cortina e dallo Stadio Olimpico a luglio 2015.

Durante l’estate il Blue Team ha lavorato nella località ampezzana ed ha vinto due prestigiose amichevoli contro le squadre russe della celeberrima Kontinental Hockey League. Il cammino di preparazione ha portato la Nazionale a novembre e dicembre a disputare due tornei di prestigio del circuito dell’Euro Ice Hockey Challenge (E.I.H.C.) in Lettonia e Polonia contro avversari di spessore oltre ad intense sessioni di preparazioni di cui una parte svolta in Repubblica Ceca.

Tommaso Teofoli

Tommaso Teofoli

Queste le parole di Tommaso Teofoli, responsabile di settore per la FISG:

“Sono convinto che la strada intrapresa sia quella giusta e che farà ulteriormente crescere il livello ed i risultati della Nazionale. Il gruppo dei giocatori che andrà a disputare il torneo pre-olimpico è molto motivato ed ha condiviso il progetto federale. Insieme al coaching staff si sono preparati per fare risultato. Sappiamo anche che il livello dell’hockey internazionale è sempre elevato ma che le capacità dei nostri giocatori sono molte buone ed in prospettiva possono solo migliorare.”

mair_stefanL’head coach Stefan Mair motiva la “long list”:

Abbiamo deciso di partire con una lista allargata in modo da poter prevenire eventuali problemi o infortuni che potrebbero occorrere all’ultimo momento. Data la massima importanza del torneo, dobbiamo essere sicuri che tutto sia fatto nel miglior modo possibile. La lista rappresenta in buona parte la sintesi di quanto abbiamo visto e visionato fin dallo scorso anno fino ad arrivare agli ultimi due E.I.H.C.

Lo stesso coach fa il punto sul torneo:

Affrontiamo questo torneo come squadra di casa e che parte favorita. E’ chiaro che un po’ di pressione c’è per arrivare alla qualificazione. Nessun avversario sarà semplice d’affrontare. Quello che voglio dire è che non esistono più squadre deboli, soprattutto nell’hockey moderno. Quindi ogni incontro andrà giocato con la massima concentrazione ed umiltà ma sapendo anche quanto possiamo dare e quanto valiamo come gruppo.”

Qualificazione Olimpica 2018: round preliminare – Cortina – Stadio Olimpico – (11/14 febbraio 2016)

Raduno a Cortina (8-10 febbraio)

Giovedì 11 Febbraio
ore 17:00 Gran Bretagna – Olanda
ore 20:45 Italia – Serbia

Sabato 13 Febbraio
ore 17:00 Serbia – Gran Bretagna
ore 20:45 Olanda – Italia

Domenica 14 Febbraio
ore 17:00 Olanda – Serbia
ore 20:45 Italia – Gran Bretagna

Questa è la lista allargata dei giocatori d’interesse Nazionale da cui poi saranno selezionati i 20+3 giocatori per il torneo di pre-qualificazione. La lista finale sarà resa nota la settimana prossima.

Portieri
Thomas Tragust (SHC Fassa/AHC Vinschgau)
Andreas Bernard (Assat Pori-SM Liiga – Finlandia/SC Auer Ora)
Alex Caffi (SG Cortina/HC Egna)
Gianluca Vallini (HC Gherdeina/Ev Bozen 84)

Difensori
Thomas Larkin (Medvescak Zagabria – KHL – Croazia)
Alex Trivellato (Serc Schwenninger Wild Wings – DEL – Germania)
Stefano Marchetti (Asiago Hockey 1935)
Christian Borgatello (Rittner Buam)
Alexander Egger (HC Bolzano 2000 – Ebel)
Hannes Oberdorfer (HC Bolzano 2000 – Ebel)
Alex Gellert (SG Cortina)
Nick Plastino (Tappara Tampere – Liiga – Finlandia)
Armin Helfer (HC Val Pusteria)
Armin Hofer (HC Val Pusteria)
Michael Angelo Zanatta (HC Red Ice Martigny – NLB – Svizzera/SG Cortina)
Luca Zanatta (HC Red Ice Martigny – NLB – Svizzera/Sg Cortina)

Attaccanti
Paul Zanette (Edinburgh Capitals-EIHL- Gran Bretagna)
Brian Ihnacak (HK Hradec Kralove – Extraliga- Rep. Ceca)
Marco Insam (HC Bolzano 2000 – Ebel)
Kevin Devergilio (HC Val Pusteria)
Joachim Ramoser (EHC Red Bull Munchen- DEL – Germania/Rittner Buam)
Raphael Andergassen (HC Val Pusteria/SV Caldaro)
Anton Bernard (HC Bolzano 2000 – Ebel)
Diego Kostner (HC Lugano – LNA – Svizzera/HC Gherdeina)
Markus Gander (HC Bolzano 2000 – Ebel)
Luca Frigo (Kallinge/Ronneby IF – Division I – Svezia/HC Valpellice)
Simon Kostner (Rittner Buam)
Daniel Frank (HC Bolzano 2000 – Ebel/SV Caldaro)
Martin Castlunger (SHC Fassa)
Michele Marchetti (SHC Fassa)
Jari Monferone (SHC FAssa/Alleghe Hockey)
Markus Spinell (Rittner Buam)

STAFF
Team Manager: Gianfranco Talamini
Capo Allenatore: Stefan Mair
Assistente allenatore: Roberto Scelfo
Assistente allenatore: Clayton Beddoes
Medico: Dott. Francesco De Vita
Fisioterapista: Guido Tonelli
Attrezzista: Cesare Apollonio