LNA: Vento in poppa Ticinese

Col derby capitolino domenicale a mandare in archivio una settimana particolarmente carica di partite, il massimo campionato svizzero di hockey si avvicina al rush finale di regular season, con l’incertezza ad esser costante gradita alle latitudini rossocrociate in uno dei campionati più belli e ricchi di talento del Vecchio Continente.

HC Lugano - Rapperswil-Jona LakersIl Lugano rimane attaccato con le unghie ed i guantoni nelle zone nobilissime del campionato, confermandosi anche in questa tornata settimanale al quarto posto, frutto del buonissimo 2/3 di vittorie maturato per i ragazzi di Doug Shedden, iniziato nel peggiore dei modi col KO rimediato in casa del fanalino di coda Biel, ad asfaltare i ticinesi per 6-2; ritorno dolcissimo e spettacolare alla Resega (oltre 5000 spettatori) a piegare con un pirotecnico 7-4 il Friborgo (segue report), frutto dell’hat-trick del bravissimo Pettersson, ora miglior sniper della Lega.

32″ di blackout in quel di Berna nel terzo periodo trascinano la contesa agli ET per il Lugano a superare gli orsi capitolini per 3-2, con Merzlikins ad abbassare la saracinesca agli SO con Stapleton e Brunner (1+1 con rigore stellare) a consegnare i due punti alla truppa ticinese a cullarsi del nuovo acquisto di peso, il quebecois Maxim Lapierre (con esperienza anche in NHL) direttamente dal MODO (SHL) con Ilari Filppula partente(?) in direzione scandinava.

Ambrì Piotta 2015-2016Due su tre anche per l’Ambrì Piotta, a superare la fatidica linea playoff arrivando in settima posizione di campionato, col fattore Valascia dalla parte del team di Hans Kossmann, sempre vincitore in Leventina. Dopo una rimonta pazzesca contro lo Zugo nella premiere della settimana (sotto di due al 40mo) i biancoblu trovano grazie a Kamber e Lhotak gli ET, mentre Zurkirchen (39sv) e la rete vincente all’OT di Cory Emmerton, regalano il successo dopo ben quattro stop consecutivi; nel mezzo la poco felice trasferta sul Lemano, terminata per 4-7 a favore del Servette. Trittico settimanale chiuso col sorriso infine con i leventinesi a superare per 2-0 il Langnau, frutto delle 26 parate di Sandro Zurkirchen a mandare in bianco i tigrotti con Giroux a trovare la rete vincente in avvio di match mentre sul finire Lhotak segna in EN con i ragazzi ticinesi ad affacciarsi “sopra la linea” playoff.
RISULTATI DEL 19/01
AMBRI’   – ZUGO     3-2OT
SERVETTE – BERNA    4-1
BIEL     – LUGANO   6-2
RISULTATI DEL 22/01
LOSANNA  – DAVOS    3-4SO
LANGNAU  – KLOTEN   3-2
ZUGO     – ZURIGO   5-4
LUGANO   – FRIBORGO 7-4
SERVETTE – AMBRI’   7-4
RISULTATI DEL 23/01
FRIBORGO – ZUGO     3-4
KLOTEN   – LOSANNA  4-1
ZURIGO   – SERVETTE 4-2
AMBRI’   – LANGNAU  2-0
BERNA    – LUGANO   2-3SO
RISULTATI DEL 24/01
BIEL     – BERNA    4-3OT

LNA
zurigo_zurich_zsc_lions_logoVa assottigliandosi il vantaggio della capofila Zurigo, che nella premiere della settimana viene sconfitta per 4-5 dallo Zugo nel big-match infrasettimanale: per i Lions arriva invece il sorriso interno col Servette, superato per 4-2 col solito Auston Matthews stellare (1+2) a segnare il passo zurighese.
Trittico da 7 punti per lo Zugo (secondo a -8 con tre partite da recuperare al cospetto dei capolisti) degli scatenati Bouchard-Martschini-Holden a confermarsi quali scorer di razza per le gioie dei tori di Harold Kreis a monopolizzare la Top5 dei marcatori: lasciato strada all’Ambrì in Leventina, lo Zugo supera (come detto) in casa per 5-4 lo Zurigo con la bellezza di 4(!) assist dell’ex Nhler Bouchard (top scorer con 57 punti in 38 uscite) con lo stesso quebecois nuovamente a referto con due assistenze nella trasferta vincente in quel di Friborgo, con W per 4-3.
A tenere il passo dei tori, il Servette dello scorbutico McSorley a trovare i successi interni contro Berna ed Ambrì, rispettivamente per 4-1 (doppio Rubin) e 7-4 sui ticinesi con Pyatt,D’Agostini e Fransson autori di 3 punti ciascuno, avanti di uno sul Lugano quarto.
Quinta piazza per il Davos che, onorato sino all’ultimo secondo lo splendido cammino in Champions Hockey League concluso in semifinale contro i fortissimi Frolunda Goteborg, trova agli SO la vittoria contro il Losanna sul Lemano per 4-3 con Lindgren a trovare ai rigori la via della rete con Genoni a chiudere lo slot grigionese.
Doppio KO settimanale invece per il Friborgo sempre comodo da trame da linea playoff, staccato dall’ Ambrì a sopravanzare sia il Losanna e Berna, uscite sempre sconfitte in settimana. Bilancio in pareggio sia per il Kloten (decimo) sia per il Langnau, con gli aviatori a superare per 4-1 il Losanna (doppio Hollenstein) dopo lo stop contro gli stessi tigrotti per 3-2 (1+1 Clark). Chiude in ultima posizione il fanalino di coda Biel, a dar finalmente segnali di ripresa vittoriosa sia contro il Lugano (6-2, 1+1 Arlbrandt) sia contro il Berna domenica per 4-3 in overtime (doppio Moss).

CLASSIFICA LNA
Club   Match W-L Punti+/-*
ZURIGO   42 26-16 81 +41
ZUGO     39 24-15 73 +29
SERVETTE 40 25-15 72 +20
LUGANO   42 24-18 71  +9
DAVOS    39 24-15 68 +21
FRIBORGO 42 20-22 63  -9
AMBRI’   41 18-23 56 -17
LOSANNA  42 19-23 56 -20
BERNA    42 17-25 55  -8
KLOTEN   41 18-23 53  -5
LANGNAU  40 17-25 49 -21
BIEL     41 13-28 39 -43
*differenza reti fatte/subite

TOP SCORER LNA
Giocatore       Club  Match Goal Assist Punti
1.P.M.Bouchard (Zugo)   38   10    47     57
2.C.Conacher   (Berna)  42   19    28     47
3.P.Lindgren   (Davos)  39   16    29     45
4.L.Martschini (Zugo)   39   18    25     43
5.J.Holden     (Zugo)   37   16    25     41
6.R.Nilsson    (Zurigo) 40    9    32     41
7.F.Pettersson (Lugano) 42   21    19     40

TOP GOALIES
#               Club        Sa%  GAA
1.E.Merzlikins (Lugano)   92,7  2.65
2.N.Schlegel   (Zurigo)   92,5  2.11
3.T.Stephan    (Zugo)     92,2  2.39
4.R.Mayer      (Servette) 92,0  2.51
5.L.Genoni     (Davos)    91,6  2.64
6.S.Zurkirchen (Ambrì)    91,4  2.88
7.C.Huet       (Losanna)  90,8  2.48

Tags: