Voci dall’Europa: volano Frölunda e Skellefteå, MODO alla deriva

Torniamo in Scandinavia per parlare della Svenska HockeyLigan, massimo campionato svedese di hockey su ghiaccio, giunto nella fase topica della regular-season, a concludersi la prima settimana di Marzo con le sorelle Frölunda, finalista in CHL  e Skellefteå sempre a braccetto nell’altissimo della prima piazza condivisa; guadagna punti il Luleå mentre sembra non avere fine l’agonia del blasonato MODO in penultima posizione.

Luleå terzo incomodo
Viaggiano sempre a medie pazzesche il Frölunda e lo Skellefteå, capaci al pari degli ex-campioni della Champion Hockey League scorsa del Luleå, di scavare un abisso in termini di risultati e prestazioni.
Gli Indiani di Peter Rönnberg, col miglior bottino di vittorie all’attivo (27-26 il confronto con l’Aik), restan sempre il team con la miglior capacità realizzativa della Lega (4 ad uscita!) col duo terribile composto dalla macchina da assist yankee Ryan Lasch Top Scorer sia nella massima rassegna europea sia nella SHL, che continua ad imporre il proprio ritmo (11+27) unito al Capitano e bandiera del team Joel Lundqvist, gemello del più famoso(?)Henrik portiere dei NY Rangers, l’attuale cannoniere della RS (18+16) e quarto nella classifica marcatori. Alle spalle degli scomodissimi leader, gira a faville il team di Goteborg merito delle buonissime prestazioni firmate da Andreas Johnson (15+15, settimo scorer di SHL), Artturi Lehkonen e Spencer Abbott a quota 29 punti, ad un niente dalla Top 10 di campionato.

Non è solo attacco totale in casa Vastra, col portierone Lars Johansson sempre in vetta nella speciale classifica dei portieri, col 92% di parate, 4 shutouts e 17 vittorie all’attivo, al pari del goalie dello Skellefteå Magnus Svensson, a veleggiare con numeri straordinari anche in questa tornata di recap, mandando per ben sei(!) volte in bianco gli sniper avversari.
L’Aik, miglior team difensivo della Lega con 2 reti subite per incontro, dopo l’eliminazione clamorosa dalla CHL ad opera del Davos, rimane sempre cliente ostico alle latitudini svedesi con i ragazzi di Hans Wollson guidati sempre dall’estro di Pat Zackrisson (9+22) faro del team che, a differenza delle mostruose prestazioni offensive della gemella primatista, costruisce le proprie fortune nel terzo difensivo, vero bastione dello Skellefteå.
Dopo aver abdicato nei quarti di CHL, ad un niente dall’impresa nel derby contro il Frölunda (eliminata agli SO!) ed una metà stagione assolutamente anonima, il Luleå è tornato prepotentemente in auge in Svezia: ben 11 sorrisi nelle ultime 13 uscite rilanciano le quotazioni degli artici del sorprendente piccolo goalie Joel Lassinantti, decisamente scatenato in questa fase di RS, folletto di 175cm di puro estro ed atletismo, già nel giro della nazionale maggiore.

Equilibrio totale, MODO affossato
Se il Luleå è decisamente il team più hot della Svezia, alle spalle del trio di tesa è bagarre con la bellezza di sette team nel giro di otto(!) punti, ad iniziare dal Linköpings del duo in gabbia Rautio/Hogberg e Brynäs (14-9) del solito devastante Anton Rödin secondo Top Scorer in Svezia con 16+21 e mattatore per il team di Gavle, a braccetto a 58 punti, con 20 vittorie all’attivo per entrambe a precedere il ritorno prepotente del Färjestad (ancora buonissime prestazioni dell’ex Valpe Pogge, coadiuvato dal vichingo Haugen) del costante Milan Gulas (11+19) mentre, per la legge dei grandi numeri, sembrano perdere punti e terreno fertile i Campioni in Carica del Växjö dopo una buonissima trafila di partite utili consecutive, col formidabile trio Rosén-Kiiskinen-Gynge (terzo scorer di RS con16+19) tra le migliori linee di SHL.
Il Djurgårdens dell’ex Nhler Patrick Thoresen (9+19) è in saldo neutro dopo 34 uscite di RS con la rivelazione lituana Mantas Armalis a difendere lo slot capitolino, precede di poco il duo l’HV71 di Mattias Tedenby (10+16) ed Örebro del goalie più cliccato del web Hudacek (ben 4 SO in RS) mentre sembran fuori dai giochi che contano sia il Malmö sia il Rögle degli interessanti Gunnarsson e Dansk, con entrambe le formazioni in uno stato di limbo.

Continua l’hannus horribilis del MODO Örnsköldsvik, sempre più alla deriva ed in balia della mala gestione della società che, dopo il benservito a Larry Huras di inizio novembre, non trova continuità con l’ex Nhler Andreas Johansson in panca con le porte della retrocessione in Allsvenskan spalancate; ultimissima piazza per la cenerentola Karlskrona con sole 4 W all’attivo.

Classifica SHL dopo 34 tornate
Team      Punti       W-L*
1. Frölunda    76    27-7
2. Skellefteå  76    26-8
3. Luleå       60    20-14
4. Linköpings  58    20-14
5. Brynäs      58    20-14
6. Färjestad   56    18-16
7. Växjö       55    18-16
8. Djurgårdens 54    17-17
9. HV71        51    18-16
10.Örebro      50    16-18
11.Malmö       39    13-21
12.Rögle       39    12-22
13.MODO        28     9-25
14.KHK         14     4-30
*W=vittorie e L=sconfitte complessive

Top Scorer SHL
Giocatore      Club      Goal Assist Punti
1.R.Lasch     (Frölunda)  11    27     38
2.A.Rödin     (Brynäs)    16    21     37
3.R.Gynge     (Växjö)     16    19     35
4.J.Lundqvist (Frölunda)  18    16     34
5.G.Scott     (Brynäs)    12    19     31
6.P.Zackrisson(Skellefteå) 9    22     31
7.A.Johnson   (Frölunda)  15    15     30

Top Goalies
#                Club          GAA   Sa% W  SO
1.L.Johansson   (Frölunda)    1.72 92,4% 17  4
2.M.Svensson    (Skellefteå)  1.88 92,1% 17  6
3.D.Rautio      (Linköpings)  1.94 91,4%  9  1
4.B.Starkbaum   (Brynäs)      2.18 92,0% 14  2
5.J.Lassinantti (Luleå)       2.31 90,5% 13  1
6.J.Gunnarsson  (Malmö)       2.33 91,9%  9  2
7.M.Armalis     (Djurgårdens) 2.34 91,7% 11  2