LNA: bagarre in seconda piazza alle spalle dello Zurigo

Mille e più emozioni anche in questa tornata settimanale del massimo campionato svizzero di hockey che, oltre a veder prender più strada gli scatenati ZSC Lions nel segno dell’astro nascente Auston Matthews, vede alle spalle dello Zurigo una incredibile sequela di team a quota 66 punti con Zugo, Servette, Davos ed il nostro Lugano a battagliare sino all’ultimo respiro di RS per un posto d’elite; zoppica ancora invece l’Ambrì, al quarto stop consecutivo.

lugano2015_bannerIl Lugano, seconda come detto alla fatidica quota 66 punti raccolti, ma con qualche uscita sul groppone rispetto alle coinquiline, chiude il doppio appuntamento settimanale in parità, frutto della sconfitta maturata in overtime al cospetto dello Zugo fuori casa per 3-2 (1+1 Suri) col team di Shedden bravissimo a recuperare dal doppio svantaggio al 37mo minuto e tornando in carreggiata con le reti di Brunner (poco dopo la seconda segnatura dei tori) ed Hofmann in avvio del terzo finale; l’ex Nhler Immonen regala ai suoi la W agli ET fulminando con un chirurgico polsino Merzlikins dopo solo 1′.

Nel sunday-match alla Resega, i bianconeri regalano emozioni e spettacolo sino all’ultimo minuto, travolgendo col punteggio di 7-4 il Losanna (segue recap), con tre punti per lo scatenato Damien Brunner (2+1) al pari della doppietta di Alessio Bertaggia.

ambri-piotta_banner logoQuarto stop consecutivo in campionato per l’Ambrì-Piotta, sempre in nona piazza visto il momento poco felice degli altri team a ridosso della fatidica linea playoff: i ragazzi di Kossman cedono contro le formazioni zurighesi, venendo sconfitti dai diretti rivali per un posto al sole dei PO del Kloten per 3-1 in casa nel terzo conclusivo, per poi venir schiacciati in quel di Zurigo con un pesantissimo 2-7 dai Lions, che archiviano già la pratica biancoblù a metà partita, frutto di uno stellare terzo centrale chiuso sul 4-0.

Tanto Zurigo, ottimo Zugo e sorpresa Langnau.
Ad un pattino dall’en-plein settimanale, gli ZSC Lions guardan sempre dall’altissimo della prima posizione il campionato rossocrociato, a giovarsi del talento straordinario del baby-yankee Auston Matthews (3+2 in settimana), papabile primissima scelta ai prossimi draft della National Hockey League: nel derby col Kloten l’americanino regala ai suoi la W a 5′ dal termine mentre (come detto) contro l’Ambrì arriva un sonoro 7-2 per la truppa di Mark Crawford (doppio Malgin) con Matthews ad arrivare in vetta alla classifica degli sniper della Lega con 19 reti in 26 uscite(!). Nel mezzo arriva il KO in quel di Losanna per 2-3 agli SO, con Auston a realizzare la 18ma rete stagionale.
Quartetto a quota 66 punti, ad iniziare dallo Zugo, perfetto nella doppia uscita settimanale con i ragazzi di Harold Kreis che superano in casa prima il Losanna per 2-0 (shutouts comodo per Stephan con soli 18 interventi) poi il Lugano agli ET per 3-2 (1+1 Suri); bilancio in pareggio invece per Servette, Davos e Lugano col Ginevra a battere i grigionesi @way per 4-1 (0+2 Pyatt/Bezina), il Davos a superare con lo sniper inventato Corvi nel risicato successo contro il Berna agli SO per 2-1 per chiudere con i ticinesi il poker terribile in seconda posizione.
In agguato restano i dragoni del Friborgo, a -3 dall’ingorgo diabolico, conquistando la posta piena sia contro il Biel (3-0, 1+1 Sprunger) firmato dallo SO di Benji Conz con 35 interventi, sia contro il Kloten fuori casa per 3-2, dove l’immenso Ryan Gardner (1+1) regala il successo ai burgundi nel terzo finale.
Sorriso interno di spessore per il Losanna, che piega agli SO la capolista Zurigo per 3-2 (Huet 29sv) nonostante il doppio KO fuori casa ad incrementare in classifica sia sul Berna (solo un punticino in settimana) ottava ed Ambrì nuovamente KO che, perdendo lo scontro diretto per 3-1 col Kloten, si ritrova gli aviatori a rotta di collo.
Incredibile doppietta settimanale per il Langnau, che sconfigge prima il Berna 2-1 (Moggi/Lindemann) poi il Servette 5-3 (1+1 Chiriaev,gwg) a staccarsi definitivamente dal fanalino di coda Biel, a poter dire la sua (perché no) anche in zona playoff.

Risultati del 12/01
ZUGO     – LOSANNA  2-0
ZURIGO   – KLOTEN   2-1
Risultati del 15/01
AMBRI’   – KLOTEN   1-3
FRIBORGO – BIEL     3-0
LANGNAU  – BERNA    2-1
LOSANNA  – ZURIGO   3-2SO
ZUGO     – LUGANO   3-2OT
DAVOS    – SERVETTE 1-4
Risultati del 16/01
KLOTEN   – FRIBORGO 2-3
BERNA    – DAVOS    1-2SO
SERVETTE – LANGNAU  3-5
Risultati del 17/01
LUGANO   – LOSANNA  7-4
ZURIGO   – AMBRI’   7-2

CLASSIFICA LNA
Squadra Partite Punti +/-*
ZURIGO    40     78   +40
ZUGO      36     66   +28
SERVETTE  37     66   +16
DAVOS     38     66   +20
LUGANO    39     66   +11
FRIBORGO  40     63    -5
LOSANNA   40     55   -16
BERNA     39     53    -3
AMBRI’    38     51   -17
KLOTEN    39     50    -7
LANGNAU   38     46   -20
BIEL      40     36   -47
*differenza reti fatte/subite

pillole-lna-svizzera-640x320
di Andrea Ferraris
Tegola per il Berna che perdere per otto-dieci settimane Martin Ness a causa di una lussazione con frattura ad una spalla. Per almeno due mesi i capitolini saranno anche senza Eric Blum, che rimediato due lesioni legamentose a piede e ginocchio, verrà valutata l’eventuale necessità di un intervento chirurgico.
Grave infortunio ad un polso per Gregory Schiaroni, il giocatore del Davos non potrà giocare almeno sino a metà marzo.
Commozione cerebrale per l’attaccante del Bienne Daniel Steiner, non si conoscono i tempi di recupero.
Nelle file del Gotteron mancherà per sei settimane il difensore Alexandre Picard, vittima di una lesione legamentosa al ginocchio sinistro.
Il Kloten farà invece a meno per sei settimane del difensore Patrick Von Gunter, che ha subito la frattura di un osso del metacarpo destro.
Brutto infortunio per il ginevrino Jim Slater per cui si era temuto anche il peggio (frattura vertebrale), ma che ha rimediato solo una commozione e un “colpo di frusta”, non ancora noti i tempi di recupero.

Il Langnau avrà a disposizione dal prossimo anno e per tre stagioni  Roland Gerber, che aveva già militato nelle giovanili dei Tigers. Lascia invece la Svizzera l’attaccante ceco Rostilav Olesz, tornerà il patria per “motivi familiari”. Questa ultima partenza è stata prontamente tamponata con l’arrivo del l’attaccante canadese Kyle Wilson che porta in dote l’esperienza di 39 partite con 13 punti in NHL (Capitals, Blue Jackets e Predator) e di 49 incontri con 44 punti in KHL con la Dinamo Riga.
Rinnovo contrattuale a Davos, dove il difensore Noah Schneeberger resterà sono al 2018. I grigionesi hanno inoltre messo sotto contratto Alexandre Picard in arrivo da Ginevra.
Il difensore dei Chicago Blackhawks David Rundblad arriva a Zurigo con la formula del prestito, rimarrà in Svizzera sino a fine stagione.
Dalla prossima stagione, e per due anni, il Kloten potrà schierare il difensore Timo Helbling, in arrivo dalla capitale.
A Friborgo arriva il difensore Keaton Ellerby, “licenziato” dal Barys Astana per problemi disciplinari.
A Bienne vengono rinnovati sino al 2018 i contratti di Rytz e Nicholas Steiner.
Doppio colpo di mercato per il Losanna, arriveranno subito gli attaccanti Sven Ryser e Louis Leblanc (da Davos e Bratislava).
Il 30 di dicembre è stato presentato alla lega il dossier per l’ottenimento della licenza per giocare nel prossimo campionato di LNB da parte della società Ticino Young Stars.

TOP SCORER LNA
Giocatore       Club Partite Goal Assist Punti
1.P.M.Bouchard (Zugo)   35    10    40    50 
2.C.Conacher   (Berna)  39    19    26    45
3.P.Lindgren   (Davos)  38    15    29    44
4.R.Nilsson    (Zurigo) 38     9    31    40
5.J.Holden     (Zugo)   34    15    23    38
6.L.Martschini (Zugo)   36    15    23    38
7.M.Wieser     (Davos)  36    18    18    36
7.F.Pettersson (Lugano) 39    17    19    36

TOP GOALIES
#               Club        Sa% GAA
1.N.Schlegel   (Zurigo)   92,8  2.08
2.E.Merzlikins (Lugano)   92,7  2.54
3.T.Stephan    (Zugo)     92,5  2.32
4.R.Mayer      (Servette) 92,0  2.50
5.L.Genoni     (Davos)    91,6  2.64
6.S.Zurkirchen (Ambrì)    91,4  2.87
7.B.Conz       (Friborgo) 90,8  2.79

Tags: