Vincono le favorite

Dopo un giorno si ritorna sul ghiaccio, un po’ come capita nel campionato svizzero, dove si gioca al venerdì e al sabato. Per una volta la serie B si proietta “mentalmente” nei vicini cantoni, anche se non si gioca tutti in contemporanea. Misteri di un calendario serrato che però dalla settimana prossima riprenderà il regolare corso, per la seconda parte del girone di ritorno.

A calcare il ghiaccio per primi sono stati i giocatori di Caldaro e Appiano, che hanno dato vita a un incontro piuttosto equilibrato sul piano del gioco, come prevedibile tra due squadre che occupano la prima parte della classifica e che giocheranno le sfide play off. Caldaro partiva con un leggero favore del pronostico per la prima posizione occupata in classifica e per una continuità dimostrata durante il torneo fino ad oggi. Il risultato finale è stato di 3 a 0 per i lucci di Caldaro: prima rete in power play al termine del primo periodo, poi negli ultimi 10′ di gara arriva il raddoppio e la chiusura del match a porta vuota. Il Caldaro trova 3 punti per mantenere la testa della graduatoria che con tutta probabilità potrà mantenere fino alla fine, mentre per l’Appiano si prospetteranno giornate decisive per ottenere una posizione “di favore” in ottica play off, nella bagarre delle posizioni utili.

Merano – Alleghe è stata una partita subito incanalata in direzione del team di casa, fortemente favorito dal pronostico. Micidiali, cinici, efficaci, gli schemi del power play del Merano che portano la squadra altoaesina, lanciata alla ricerca del secondo posto, a realizzare ben la metà delle otto marcature finali. Per l’Alleghe la rete della bandiera arriva nel terzo periodo: 8 a 1.

La domenica è la volta di tutte le altre partite: Chiavenna in trasferta in Val Venosta per giocarsi una posizione al sole nella seconda metà della classifica, ma dopo un primo tempo piuttosto equilibrato, i lombardi cedono nel secondo. Così la squadra di Laces, grazie a questa vittoria 6 a 1, trova tre punti preziosi per porsi in una posizione migliore.

Il Como, rinfrancato dalla vittoria contro Varese dello scorso venerdì, gioca cercando di sfruttare l’entusiasmo maturato in questi giorni. Il Pergine sta facendo bene e deve cercare di mantenere la posizione utile per i play off. La partita, nonostante si potesse pensare ad una netta supremazia dei trentini, si è sviluppata in maniera avvincente e al tempo stesso incerta. Maggiore incisività è stata offerta dagli ospiti, i quali dopo due periodi di parità, hanno trovato la rete vincente a una dozzina di minuti dal termine.

Impegno casalingo del Milano contro il Rittner, il quale ha bisogno estremo di vittoria per agganciare il treno dei play off e la sfida contro i rossoblu rappresenta un crocevia importante. Gli ospiti sono crollati nel terzo drittel. Fino a quel punto la squadra dell’altopiano del Renon stava conducendo il match, sempre comunque in equilibrio e condizionato da tantissime penalità (oltre 60 i minuti fischiati alla fine), ma il terzo tempo è di marca rossoblu, i quali con tre reti chiudono sul 4 a 2.

L’Ora deve mantenere la seconda posizione rispondendo alla vittoria che il Merano ha ottenuto nella serata di sabato e sulla carta l’impegno a Varese dovrebbe rappresentare una pura formalità, visto il momento difficile che i Mastini Varese stanno attraversando. Nonostante i gialloneri ci mettano cuore e impegno, l’Ora trova comunque una vittoria per 5 a 0. Varese incapace di creare pericoli alla gabbia altoatesina durante le situazioni di superiorità numerica, mentre per le rane è vero il contrario.

La trasferta a Brunico rappresenta per l’Egna l’occasione per rilanciarsi, dato che nelle ultime giornate la compagine che ha condotto per diverso tempo il campionato, ha perso posizioni importanti. Il calendario offre loro questa possibilità sul ghiaccio di Brunico e partono a razzo. Infatti i primi 10′ per i lupi di Brunico sono da incubo: ne subiscono 4! Poi reagiscono e dimezzano lo svantaggio. Negli altri due tempi l‘Egna allunga e chiude 7 a 3 conquistando punti importanti in trasferta.

Visto l’esito delle altre partite, il Fiemme deve trovare la piena posta in palio sul ghiaccio bellunese di Feltre e per esultare deve attendere gli ultimi 3′, perchè il Feltre va vicinissimo all’impresa. L’inizio della sfida regala tre reti in 7′. Il Fiemme poi allunga portandosi sul 3 a 1 ma poi la reazione del Feltre conduce la squadra di casa prima ad agguantare il pareggio e poi a passare addiruttura in vantaggio. Sono poi Locatin e Rolfini (doppiette) a regalare la gioia del pari prima e della vittoria poi: finisce 4 a 5.

Nel prossimo turno che si giocherà nel fine settimana, spiccano Ora-Milano e Appiano-Fiemme.

RISULTATI

Caldaro – Appiano 3-0 (1:0 0:0 2:0)

Merano – Alleghe 8-1 (4:0 3:0 1:1)

Val Venosta – Chiavenna 6-1 (1:0 3:0 2:1)

Como – Pergine 1-2 (0:0 1:1 0:1)

Milano – Rittner Buam 4-2 (1:1 0:1 3:0)

Varese – Ora 0-5 (0:2, 0:2 0:1)

Val Pusteria – Egna 3-7 (2:4 1:2 0:1)

Feltre – Fiemme 4-5 (2:2 1:1 1:2)

CLASSIFICA

Caldaro 60, Ora 56, Merano 54, Fiemme, Egna 53, Appiano 48, Milano 46, Pergine 43, Rittner Buam 39, Alleghe 29, Val Pusteria 17, Chiavenna 16, Val Venosta 15, Como 13, Varese 10, Feltre 3

PROSSIMO TURNO

Ora – Milano, Egna – Pergine, Alleghe – Caldaro, Appiano – Fiemme, Como – Feltre, Chiavenna – Rittner Buam , Varese – Merano, Val Pusteria – Val Venosta

Tags: