Emozioni dell’Epifania, ma in testa vincono tutte

Siamo alle ventesima giornata, tutto scorre veloce e in questi giorni di festa, oltre che di panettoni e pandori, si rischia indigestione di hockey, visto che si gioca ogni due-tre giorni. La giornata dell’Epifania è un classico e ci sono diversi testa-coda che il calendario propone.

Due gli anticipi giocatisi martedì 5. Il primo tra Fiemme e Val Pusteria chiusosi 4 a 1 in favore dei padroni di casa. L’equilibrio si interrompe alla fine del primo periodo (andato vi liscio e senza penalità), attimo in cui il Fiemme trova due volte la conclusione vincente. La prima penalità della partita costa cara al Val Pusteria perchè i lupi subiscono la terza rete dopo 8′ del secondo drittel, poi più nulla fino ai minuti finali di match, quando il Brunico trova al minuto 54′ la rete che alimenta la fiammella della speranza e il Fiemme, nel finale, trova la quarta rete a porta vuota.

Il secondo anticipo si è giocato all’Alvise De Toni, dove l’Alleghe ha ospitato i Pergine. Gli agordini, forti nel morale del successo ottenuto due giorni prima ai danni del Varese, non ha saputo essere cinico e spietato nel power play come contro i gialloneri. Anzi, sono state proprio le situazioni di superiorità numerica a mettere in difficoltà l’Alleghe, il quale ha subito due reti in tale condizione. Il Pergine da parte sua, che sta ben lottando per un posto nei play off, ha provato a giocare anche con l’uomo in meno, senza badare solo a difendere e questa tattica ha fruttato ai valsugani reti e occasioni importanti, in momenti determinanti della sfida nel periodo centrale. Alla fine vince il Pergine con un perentorio 5 a 1.

Piccola trasferta del Rittner Buam ad Appiano vista la vicinanza geografica, per giocare una partita il cui pronostico certo non sorride ai ragazzi dell’altopiano del Renon. Appiano infatti è forte della propria posizione di classifica e deve cercare di ottenere punti  utili per posizionarsi tra le prime quattro, ma il Rittner deve assolutamente vincere per sperare di rimanere aggangiato al treno play off, nella sfida testa a testa col Pergine. Primo periodo equilibrato e sbloccato solo nel finale in power play dall’Appiano, mentre in due occasioni precedenti il Rittner non aveva saputo fare altrettanto. In apertura di secondo periodo raddoppia l’Appiano, ma la sfida resta aperta fino ai minuti finali, prima della sirena del sessantesimo. Infatti poco dopo la mezz’ora il Rittner accorcia, ma a tre minuti dal termine la terza rete dell’Appiano chiude l’incontro 3 a 1.

Un rilanciatissimo Merano riceve il Como in uno dei testa-coda di giornata. Partenza fulmine del Merano che nel primo tempo infila quattro volte la gabbia comasca. I lombardi non stanno certo a guardare e rispondono con due reti prima della prima sirena. Una seconda frazione piuttosto equilibrata genera soltanto una rete dei padroni di casa, i quali però allungano ulteriormente nel terzo drittel. 7 a 3 il finale e Merano che si conferma ai vertici.

Anche Egna – Chiavenna segna un altro testa-coda in classifica. Gli altoatesini hanno da poco perso la vetta, mantenuta per settimane, e per il Chiavenna il pronostico pare chiuso, anche per il fatto che si presenta in Alto Adige con una rosa numericamente limitata. Nonostante questo la sfida rimane in bilico per i primi due tempi ed è proprio la formazione ospite a trovare il doppio vantaggio nel corso del primo tempo. I padroni di casa riordinano le idee, accorciano e pareggiano, poi nel terzo drittel l’Egna dilaga e vince 7 a 2.

Serviva un miracolo al Varese per battere il Caldaro, fresco capoclassifica e distante 40 punti. Ai Mastini pare non ne giri una nel verso giusto e in terra bosina si sperava che nella calza della Befana ci fosse una “stecca magica” per poter almeno impensierire una corazzata come quella dei lucci. Proprio gli ospiti vanno avanti 2 a 0 nel primo periodo trovando il raddoppio a 2′ dal termine. Secondo drittel equilibrato, ma nel momento migliore dei gialloneri il Caldaro triplica. Finale di tempo da brivido, con uno scatto di orgoglio dei padroni di casa che vanno a bersaglio due volte nell’ultimo minuto. Il terzo drittel inizia con Caldaro che spinge e prova a chiudere, ma gli ultimi secondi sono solo per i cuori forti: pareggiano i Mastini a cento secondi dal termine, ma quando tutto pare condurre la gara al supplementare, il Varese non riesce a gestire l’ultimo minuto con l’uomo in più e subisce la rete incredibile dei capoclassifica. C’è tempo per l’ultima marcatura a porta vuota che fissa il 5 a 3 finale per i lucci.

Val Venosta – Milano è stata più ostica del previsto per i meneghini che hanno potuto “liberarsi” soltanto negli ultimi minuti, incanalando il match sul 6-3 in loro favore. Primo tempo chiuso sul due pari, nel secondo, i meneghini hanno messo il naso avanti ma la rete di vantaggio è durata oltre 20′. Soltanto gli ultimi istanti hanno sancito definitivamente la preziosa vittoria di Milano. Onore al Val Venosta che ha disputato un incontro con pochi effettivi, senza però saper approfittare di alcune situazioni di power play.

L’Ora si presenta a Feltre per fare bottino pieno contro la vittima predestinata, ma deve sudare più del previsto. L’inizio è in discesa ma i bellunesi rimontano e riescono poi a fissare il punto del tre pari. Soltanto il terzo periodo e soltanto grazie a due power play, l’Ora può esultare per le due reti siglate che portano il tabellino sul 5 a 3 per gli altoatesini.

Giornata quindi particolarmente emozionante. Le squadre di testa vincono tutte, alcune faticando più del previsto e proprio questa “fatica”, unita alla grinta delle “piccole”, offre emozioni al pubblico, accendendo partite sulla carta scontate.

Il ventunesimo turno, che si giocherà nel prossimo fine settimana, vedrà di fronte Ora – Appiano e Milano – Merano, due partite che si prospettano di livello elevato sia agonisticamente che tecnicamente. La prima può valere una miglior posizione nella griglia play off, la seconda porrà di fronte al Milano quella che potrà essere una formazione possibile da affrontare ai quarti di finale e quindi sarà un test importante.

RISULTATI

Fiemme – Val Pusteria 4-1 (2:0 1:0 1:1)

Alleghe – Pergine 1-5 (0:2 0:2 1:1)

Appiano – Rittner Buam 3-1 (1:0 1:1 1:0)

Merano – Como 7-3 (4:2 1:0 2:1)

Egna – Chiavenna 7-2 (1:2 1:0 5:0)

Varese – Caldaro 3-5 (0:2 2:1 1:2)

Val Venosta – Milano 3-6 (2:2 1:2 0:2)

Feltre – Ora 3-5 (0:2 1:1 2:2)

CLASSIFICA

Caldaro 52, Egna 50, Merano, Ora 47, Appiano 46, Fiemme 44, Milano 40, Pergine 36, Rittner 33, Alleghe 17, Chiavenna16, Val Pusteria 14, Val Venosta 12, Como, Varese 10, Feltre 3

PROSSIMO TURNO (9-10 gennaio)

Pergine – Varese, Ora – Appiano, Milano – Merano, Val Venosta – Caldaro, Rittner Buam – Egna, Como – Alleghe, Chiavenna – Fiemme, Val Pusteria – Feltre

 

 

Tags: