Alleghe-Varese: il remake è degli agordini. Immenso De Val

Quando il calendario sottopone sfide che riportano indietro nel tempo è sempre bello perchè riaffiorano nella mente di tanti tifosi ricordi, aneddoti e anche qualche lacrima di commozione. Bisogna prendere atto che oggi, per Alleghe e Varese la realtà è ben differente e nonostante sia giusto ripensare ai bei tempi passati, è doveroso non tralasciare la realtà di giornata.

La realtà, per queste due società oggi è la serie B e nonostante sia un campionato “minore” (volutamente tra virgolette perchè poi tanto minore proprio non lo è), lo spirito hockeystico è sempre il medesimo e la prova è stata il buon pubblico che è accorso a riempire i gradoni dell’Alvise De Toni, con anche la presenza di qualche tifoso proveniente da Varese.

La partita ha trovato un buon ritmo per tutti i sessanta minuti, caratterizzata da rapidissimi capovolgimenti di fronte e da fiammate che hanno dato vigore a determinate fasi della sfida, prima a favore dell’una, poi a favore dell’altra squadra.

L’inizio però è stato di marca agordina. Varese presenta solo con quattordici giocatori, compreso secondo portiere e due giovanissimi aggregati alla prima squadra per completare una linea, mentre i padroni di casa sono al gran completo, riempiendo tutti i ventidue spazi a referto  arbitrale per scrivere la formazione. L’Alleghe parte quindi rapido, mentre Varese è un po’ più guardingo in difesa.

2016_01_03 Alleghe Varese (4)

Entrambe hanno bisogno di tre punti, anche per il morale. Le azioni agordine si sviluppano in maniera fluida e pressante e il portiere giallonero Bertin interviene comunque piuttosto agevolmente, protetto anche da una buona difesa. Il pasticcio avviene al 10’53”: cambio linee scellerato della panchina varesina (assente l’allenatore Merzario, sostituito da Kosovic, dalle giovanili) mentre i padroni di casa ripartono in contropiede trovandosi in tre davanti alla gabbia di Bertin, il quale nulla può sul tiro di De Val.

Passa pochissimo e Varese ha subito una possibilità dettata da una situazione di power play, che però dura pochissimi secondi perchè l’arbitro vede una scorrettezza di E. Mazzacane. Le proteste dei giocatori varesini vengono sanzionate con una penalità aggiuntiva di 2′ che sconta il giocatore Mandelli, il quale però viene inspiegabilmente lasciato in panca puniti per 4′. Ancora i giocatori varesini protestano per questo errore tecnico e succede un po’ di confusione sul ghiaccio, tra i Mastini, arbitri e cronometristi. Tutto ciò costa però il secondo gol al Varese, segnato da De Val dopo una splendida azione dei rossi dell’Alleghe portata avanti da Scopelliti, il quale serve il proprio compagno in backend da dietro la gabbia, smarcandolo di fatto, e consentendogli il comodo appoggio in rete.

Si catapultano in avanti i gialloneri e scaldano la pinza del portiere Fontanive in un paio di occasioni. Proprio il portiere agordino compie una parata incredibile intorno al 15°, andando, con un colpo di reni degno da portiere di calcio, a togliere il puck dalla rete su conclusione volante di Sorrenti, che in situazione di power play conclude da posizione angolatissima una bella trama varesina. I Mastini non riescono a concretizzare una frazione di doppia superiorità e ancora un altro power play  a loro favore, ma a una manciata di secondi dal termine è un tracciante improvviso di F. Borghi che trova la rete dalla linea blu, infilando il portiere avversario nell’angolino basso alla propria destra.

2016_01_03 Alleghe Varese (2)

Il secondo drittel inizia forte e dopo tre minuti scarsi è Privitera che trova la rete del momentaneo pareggio, battendo Fontanive sottomisura, mettendo la stecca decisiva e deviando il puck sul suo palo. La partita vive qualche minuto di capovolgimenti di fronte continui: prima Bertin  viene graziato da Testori, il quale si “incarta da solo” a pochi passi dalla gabbia giallonera, mentre dall’altra parte è E. Mazzacane che non riesce ad arrivare puntuale sull’assist di Andreoni.

Una inutile e gratuita irregolarità di Gaggini (che va a rifilare un colpo di bastone ad un avversario dopo che Bertin già aveva il puck in mano) e un’altrettanta di M. Mazzacane (in seguito ad una trattenuta ad un avversario con Gaggini già in penalty box), costringono i Mastini a giocare in inferiorità. E’ qui che arriva la terza rete dell’Alleghe, siglata ancora da De Val, dimenticato davanti alla gabbia, che concretizza una bellissima azione agordina di Testori e M. De Toni.

Passa un minuto e i Mastini trovano il pareggio con P. Borghi, ben assistito da M. Mazzacane, capace di portare avanti il disco saltando un paio di avversari in slalom. Siamo alla mezz’ora di gioco.Dopo 5′ è ancora Bertin a capitolare, ancora su De Val, servito nuovamente da M. De Toni e pochi minuti dopo si ripete la medesima scena di qualche istate prima. Varese in inferiorià numerica e carica senza troppo senso di M. Mazzacane (chiamata molto fiscale dell’arbitro ma comunque da regolamento corretta), col disco lontano dalla gabbia giallonera e conteso in balaustra già da quattro giocatori. Proprio in questa occasione, l’Alleghe segna con Testori, ben assistito da De Val. E’ un momento chiave per l’Alleghe, che gioca un buon hockey fatto di azioni rapide. Quando però la partita pareva chiusa, M. Mazzacane, rientrato dalla penalità, trova una bella rete, con P. Borghi che ricambia l’assist in occasione della rete precedente.

2016_01_03 Alleghe Varese (1)

A pochi secondi dal termine della seconda frazione un forte tiro di A. Fontanive colpisce Bertin sul volto, ma nonostante il casco il portiere giallonero crolla a terra. L’arbitro arresta il gioco; attimi di panico perchè il goalie giallonero non si muove, rimanendo faccia a terra. Pronto l’intervendo del medico e dei suoi assistenti. Bertin dopo qualche minuto si rialza, visibilmente stordito e dolorante, ma riprende posto tra i pali per gli ultimi 25″ di periodo. Si ripresenterà poi sul ghiaccio all’inizio di terza frazione.

E’ proprio la terza frazione che inizia con l’Alleghe che spinge e invita Bertin a valutare la propria prontezza di riflessi, che appare buona. Chiude col gambale su A. Fontanive, poi blocca su Testori. Varese appare alle corde con gli agordini che tambureggiano azioni. Il disco per Varese gira piuttosto lento, mentre per l’Alleghe viaggia rapido. Al minuto 44′ Varese non è capace di sfruttare un power play: l’unica occasione è stata ben neutralizzata dal portiere Fontanive che si è trovato a evitare il peggio dopo una deviazione sottomisura di Privitera. Ancora penalità per i gialloneri, che nel momento di provare a risalire sono costretti invece a giocare con l’uomo in meno. Privitera, proprio in inferiorità, si invola e si incunea tra due difensori, ma al momento della battuta è A. Fontanive che gli aggancia il disco nel momento decisivo. Allege ancora a segno con Scopelliti al minuto 51′ e Bertin che ancora para (col casco) una conclusione ravvicinata di M. De Toni. F. Borghi salva due volte la propria porta: la prima chiudendo gettandosi a corpo morto un passaggio di M. De Toni diretto verso un solissimo De Val, mentre poi togliendo un disco indirizzato a botta sicura verso la porta sguarnita in seguito ad una gran respinta di Bertin.

2016_01_03 Alleghe Varese (5)
Varese pare non crederci più e Alleghe controlla la partita. Un altro paio di situazioni di superiorità numerica non contretizzate dal Varese sul finire di match, nonostante anche sia stato tolto dai pali Bertin. Fontanive si disimpegna bene su Andreoni, ma i Mastini chiudono un po’ sulle gambe e meno reattivi. Inutile ai fini della vittoria finale l’ultima rete, realizzata a porta vuota ancora da De Val, ma utile per il proprio score personale.

Partita finita, ben giocata da entrambe le squadre. Alleghe sicuramente più cinico e concreto, Varese un po’ più disattento, ingenuo in alcuni frangenti e poco concreto nei momenti importanti. La pattinata dell’Alleghe è stata decisamente buona, più incisiva, mentre quella di Varese è apparsa un pò più “pesante”. I tanti impegni ravvicinati affrontati con un roster ridotto ai minimi termini probabilmente inizia a farsi sentire nella gambe e nel fiato (ieri assenti Senigagliesi, Lorini, Ilic, l’infortunato Odoni e senza nessun innesto del Valpellice).

Per l’Alleghe determinante il Power Play che ha portato tre marcature alla squadra agordina. Due righe è giusto spenderle per il giocatore Loris De Val, ieri autentico mattatore: ha fatto ciò che ha voluto mostrando concretezza, tecnica e fisicità, con cinque reti e due assit.

2016_01_03 Alleghe Varese

Formazioni:

ALLEGHE HOCKEY: 6 D. Fontanive (34 G. Manfroi), 8 Meneghetti, 9 Scopelliti, 10 De Val, 12 Prà Floriani, 16 Moretti, 18 testori, 20 E. Fontanive, 27 L. De Toni, 28 M. De Toni, 29 J. De Toni, 39 A. Fontanive, 42 Lorenzini, 44 Cadorin, 54 vittuari, 55 Soppera, 64 Ganz, 71 monferone, 88 Luciani, 89 martini, 95 Benvegnù. Allenatore: Fontana

HC VARESE: 29 Bertin (28 Crippa), 10 M. Mazzacane, 11 Papalillo, 16 Frizzera, 17 Andreoni, 22 E. Mazzacane,  27 Sorrenti, 34 F. Borghi, 69 P. Borghi, 71 Mandelli, 75 Di Vincenzo, 87 Gaggini, 88 Privitera. Allenatore: Kosovic

Alleghe Hockey 7 – Hc Varese  4 (2:1, 3:3, 2:0)

RETI:

Periodo 1

1:0 Alleghe Hockey – Loris De Val (Alberto Fontanive) 10:53
2:0 Alleghe Hockey – Loris De Val (superiorità numerica) (Claudio Scopelliti) 12:48
2:1 HC Varese – Francesco Borghi (nessun assist) 19:08

Periodo 2

2:2 HC Varese – Riccardo Privitera (nessun assist) 2:52
3:2 Alleghe Hockey – Loris De Val (superiorità numerica) (Manuel De Toni, Davide Testori) 8:03
3:3 HC Varese – Pietro Borghi (Michael Corrado Mazzacane) 9:56
4:3 Alleghe Hockey – Loris De Val (Manuel De Toni, Alberto Fontanive) 14:56
5:3 Alleghe Hockey – Davide Testori (superiorità numerica) (Loris De Val, Manuel De Toni) 18:06
5:4 HC Varese – Michael Corrado Mazzacane (Pietro Borghi) 18:36

Periodo 3

6: 4 Alleghe Hockey – Claudio Scopelliti (Loris De Val, Alberto Fontanive) 11:12
7:4 Alleghe Hockey – Loris De Val (porta vuota) (nessun assist) 19:37

Penalità: Alleghe 16’, Varese 18’

Arbitro: Giulio Soia (Claudio Pianezze, Fabrizio Detoni)