Dalle prime nessuna sorpresa, ma che fatica! Bene Val Pusteria; Pergine, Varese e Rittner con onore

Prima di festeggiare Capodanno, c’è giusto il tempo di inserire il 18° turno del Campionato di Serie B, giocato per l’occasione tutto nella giornata odierna, eccezion fatta per l’anticipo tutto lombardo andato in scena prima di Natale. Infatti una settimana orsono Chiavenna e Como hanno anticipato la sfida odierna, in un match che ha visto prevalere all’overtime il Chiavenna per 3 a 2. La rete decisiva è arrivata a pochi secondi dal termine, scongiurando così il pericolo dei rigori. E’ proprio grazie a questa preziosa vittoria (che dà seguito a quella ottenuta contro Varese un paio di settimane fa), che i chiavennati si sono portati in una posizione di classifica migliore.

Sorprende un po’ la vittoria del Val Pusteria in casa contro l’Alleghe. Partita terminata 4 a 2 in favore dei lupi pusteresi, nonostante gli agordini abbiano forse provato di più a trovare la via della rete, soprattutto negli ultimi secondi. In vantaggio due volte, si sono fatti raggiungere e quindi superare dai padroni di casa che non hanno mollato nulla e hanno trovato la rete due volte in un minuto nel terzo drittel. L’ultima marcatura (a porta vuota) è avvenuta a una manciata di secondi dal termine.

Tutto facile per il forte Caldaro sul ghiaccio di Feltre. Un punteggio di 9 a 1 che non lascia recriminazioni alla squadra bellunese, la quale “crolla” nel secondo periodo, quando i lucci trovano la porta per quattro volte. Gli altoatesini si confermano fortissimi e solidi e favoriti per la finale.

Il Merano fa poca strada per raggiungere Laces, dove incontra i padroni di casa del Val Venosta ma per chiudere la pratica a proprio favore deve attendere gli ultimi 10′. La svolta avviene al minuto 51′, con due reti in 20″ che spezzano equilibrio e morale ai padroni di casa, i quali reagiscono accorciando le distanze, ma alla fine il Merano trova un’altra rete. La gara termina 6-4 a favore dei meranesi, che danno continuità al loro operato e alla loro classifica. Proprio nelle prime giornate della stagione il Merano aveva dato l’impressione di poter essere uno schiacciasassi e ora, a campi invertiti, pare abbia ripreso la sua stessa marcia.

Dopo Egna, Varese si trova a dover fare i conti contro un lanciato Appiano. Ancora nulla da fare per i Mastini, che si sono presentati in Alto Adige con un organico ridotto ai minimi termini, privo di alcuni elementi della rosa e quindi in totale “adattamento”. Nonostante questo la sfida è stata in equilibrio fino alla fine, con una vibrante seconda frazione (si sono visti tre gol in poco più di un minuto). Quando per Varese si è trattato di provare a pareggiare, nel terzo drittel, non è quasi mai riuscito a giocare con cinque uomini sul ghiaccio a causa delle penalità. I Mastini non hanno saputo sfruttare un duplice power play a poco meno di 8′ dal termine. A pochissimi secondi dalla sirena trova invece la quarta rete l’Appiano, per il 4-2 finale.

Pergine – Ora è stata una sfida più aperta di quanto si potesse pensare. Alla fine vincono gli ospiti 4-3 ai tempi supplementari, ma incontrare il Pergine non è mai semplice e anche oggi i trentini lo hanno dimostrato. Partita bella e dinamica che dopo una prima frazione di studio, trova sbocchi nel secondo parziale dove le squadre impattano sul due pari. Una rete per parte anche nel terzo tempo, con il Pergine che a 2′ dal termine usufruisce di un tiro di rigore che viene però vanificato e a pochissimi secondi dalla sirena è ancora la squadra di casa a mancare di un soffio la vittoria. Nell’overtime è l’Ora a trovare la rete vincente con De Carli a 1′ dal termine.

Il Fiemme cerca punti per rinsaldare la classifica contro il Rittner Buam. Partita per nulla agevole per i gialloneri di Cavalese che confermano le loro attitudini alle parti alte, ma oggi con una erta difficoltà.  Dopo il botta e risposta, il Fiemme chiude la pratica nei minuti finali di gara, trovando nello spazio di pochi istanti le due reti vincenti per un 4 a 2 sudato ma fortemente voluto, soprattutto da Ciresa e Chelodi (doppiette per entrambi) davanti ad un grande pubblico.

La partita più interessante della giornata era sicuramente Egna – Milano. I rossoblu fermano la loro rincorsa e non suonano “la nona”, arrestando la loro marcia dopo una bellissima serie di otto vttorie consecutive che hanno portato loro punti e posizioni in classifica. E’ comunque un Milano vivo, che se la può contendere con tutti o quasi. Contro la capolista crolla nei minuti finali perchè la sfida fino a 4′ dalla sirena era in perfetto equilibrio, ma poi l’Egna ha trovato due reti ravvicinate che hanno chiuso l’incontro sul 4 a 2.

Giusto il tempo di un brindisi, perchè sabato si torna già in pista (altre partite poi alla domenica): Merano – Egna e Milano – Appiano, le sfide che sicuramente si prospettano più interessanti.

RISULTATI

Chiavenna – Como 3-2 dts (1:1 1:1 0:0 OT 1:0) giocata il 23.12.2015

Val Pusteria – Alleghe 4-2 (0:1 1:1 3:0)

Feltre – Caldaro 1-9 (0:2 0:4 1:3)

Val Venosta – Merano 4-6 (0:1 3:2 1:3)

Appiano – Varese 4-2 (1:0 2:2 1:0)

Pergine – Ora 3-4 dts (0:0 2:2 1:1 OT 0:1)

Fiemme – Rittner Buam 4-2 (1:1 1:1 2:0)

Egna – Milano 4-2 (1:0 1:1 2:1)

 

CLASSIFICA

Egna 47, Caldaro 46, Appiano 43, Ora, Merano 41, Fiemme 38, Milano 34, Rittner, Pergine 30, Chiavenna 16, Val Pusteria, Alleghe 14, Val Venosta 12, Como, Varese 10, Feltre 3

PROSSIMO TURNO

Caldaro – Chiavenna, Merano – Egna, Ora – Val Venosta, Rittner Buam – Feltre, Fiemme – Como, Alleghe – Varese, Milano – Appiano, Val Pusteria – Pergine

Tags: