EBEL: Salisburgo aggancia Linz, Bolzano quinto, risale il Villach

Si conclude con diversi cambiamenti in classifica la serie di tre partite natalizie, inizio del determinante giro di boa per le squadre di EBEL, che da qui alla fine della stagione regolare si giocheranno un posto per i playoff, partendo dal pick-round. Concretamente si giocano un posto tra le prime sei nove squadre su dodici, con le prime due della classe Salisburgo e Linz, ormai sicure del pick-round, e in coda Graz, Innsbruck e Lubiana cui manca solo la matematica per il relegation round. Le giornate 34, 35 e 36 hanno in ogni caso riservato non poche sorprese e risultati imprevisti.

Aggancio Red Bull – dopo tre giornate il Salisburgo raggiunge il Linz in testa alla classifica. Determinante, nelle tre giornate, la sconfitta delle Black Wings contro il SAPA Fehervar (4-1) e il punto perso nella prima delle due sfide vinte contro il Klagenfurt, due 3-2 di cui il primo agli shootout, decisivo Jason Ulmer in entrambi i casi. Il Red Bull inanella tre vittorie che valgono il primato: 4-1 contro il Vienna, 5-2 contro Klagenfurt, 7-1 contro, ironia della sorte, il SAPA Fehervar che aveva tutto sommato aiutato Komarek e soci a ritrovare il primo posto. Seguono al terzo e quarto posto Dornbirn e Znojmo, staccate di otto e dieci punti. Le due squadre danno vita ad un match intenso nel 34esimo turno: 4-3 per Orli Znojmo agli shootout, dopo che i Bulldog avevano pareggiato con Siddall e D’Aversa. Poi una vittoria e una sconfitta per parte, con la consapevolezza di poter difendere un posto nel pick-round.

ebel-austriaSpazio Bolzano – Il triplo turno natalizio dei Foxes non era iniziato nel migliore dei modi: sconfitta per 2-1 alla Tivoli Arena di Lubiana. Disattenzioni e sprechi dopo il vantaggio di Gander ripreso al 44:15 da Hocevar, vittoria per gli sloveni agli shootout. Santo Stefano porta però bene al Bolzano, con il dono del derby tirolese, sempre più match da tre punti. Stavolta la vittoria arriva nel giro di un minuto: sul 2-1 (Reid e ancora Gander per i biancorossi, Schaus per gli squali), Palmieri segna al 37:28, 29” dopo realizza Pollastrone, e altri 30” dopo Broda chiude i conti: 5-1. Forti della vittoria, gli uomini di Pokel si fanno sentire in terra ceca con un prezioso 6-4. Come nell’ultimo incrocio con lo Znojmo, il Bolzano approfitta di una fase di amnesia degli avversari nella prima metà del match. Tra l’11’ e il 14′ segnano Saviano e Pope sbloccando l’1-1. Lo Znojmo accorcia nel drittel centrale ma McMonagle segna dalla blu al 38:28. Yellow Horn fa 4-3, Saviano e Palmieri chiudono il match. Inutile rete di Tomas. Bolzano in quinta posizione a -3 proprio dall’Orli Znojmo.

Top Villach, flop KAC – Scavalcando il Vienna che continua a rimanere le limbo, e il KAC in fase di smarrimento, il Villach sale al sesto posto ritrovando contatto con la zona pick-round, parecchio distante solo un mese fa. Il cambio in panchina ha fruttato e i carinziani sono cresciuti di gara in gara. Tre vittorie negli ultimi tre giorni: 3-0 contro il Fehervar, 5-3 contro Dornbirn e decisivo 4-3 all’overtime a Vienna firmato Verlic (doppietta nel finale). Per il Vienna l’unica gioia è un 4-3 in casa del quasi rassegnato Graz. Il pick-round è a rischio e dista -3. Chi però affronta un periodo di crisi è il Klagenfurt, smarrito dopo l’esonero di Doug Mason (ma l’attuale coach Mellitzer non ha colpe), incapace di imporsi nei singoli match pur producendo gioco. L’ultimo caso è il 3-2 in casa del Linz, un k.o dopo una gran rimonta in un minuto al 42, firmata Lundmark-Kock, sfumata però all’overtime. Per il Klagenfurt lo scivolone all’ottavo posto è preoccupante.

Ancora qualche spiraglio di pick-round per Székesfehérvar, che però dovrà dare il meglio di sé placando l’alternanza di risultati. Graz e Innsbruck, sfidatesi il 22 dicembre (6-1 per il Graz) hanno ormai dimostrato di avere una marcia in meno dopo i due ultimi k.o. Il fanalino di coda Olimpija Lubiana conquista 4 punti simbolici agli shootout contro Bolzano e Innsbruck ma crolla 8-0 contro lo Znojmo (hat-trick di Lattner per i cechi).
Squadre sul ghiaccio mercoledì 30, venerdì 1 gennaio e domenica 3. Bolzano sfiderà in sequenza Klagenfurt, Villach e Olimpija Lubiana. Il 3 gennaio big match Red Bull-Linz.

martedì 22 dicembre, 34ª giornata
Red Bull Salisburgo – Vienna Capitals 4-1 (1-1; 1-0; 2-0)
HC Innsbruck – Graz 99ers 1-6 (0-1; 1-1; 0-4)
Klagenfurt – EHC Linz 2-3 SO (0-1; 2-1; 0-0; 0-0; 0-1)
Dornbirn EC – Orli Znojmo 3-4 SO (1-1; 0-1; 2-1; 0-0; 0-1)
Olimpija Lubiana – HC Bolzano 2-1 SO (0-0; 0-1; 1-0; 0-0; 1-0)
VSV Villach – SAPA Fehervar AV19 3-0 (1-0; 0-0; 2-0)

sabato 26 dicembre, 35ª giornata
Orli Znojmo – Olimpija Lubiana 8-0 (2-0; 0-0; 6-0)
HC Bolzano – HC Innsbruck 5-1 (1-0; 4-1; 0-0)
SAPA Fehervar AV19 – EHC Linz 4-1 (2-0; 0-1; 2-0)
Graz 99ers – Vienna Capitals 3-4 (1-2; 0-1; 2-1)
Dornbirn EC – VSV Villach 3-5 (1-0; 1-3; 1-2)
Red Bull Salisburgo – Klagenfurt 5-2 (3-1; 1-1; 2-0)

lunedì 28 dicembre, 36ª giornata
Orli Znojmo – HC Bolzano 4-6 (1-3; 1-1; 2-2)
HC Innsbruck – Olimpija Lubiana 2-3 SO (0-1; 1-1; 1-0; 0-0; 0-1)
Vienna Capitals – VSV Villach 3-4 OT (0-1; 3-1; 0-1; 0-1)
EHC Linz – Klagenfurt 3-2 (1-0; 1-0; 1-2)
Dornbirn EC – Graz 99ers 5-1 (2-0; 2-0; 1-1)
SAPA Fehervar AV19 – Red Bull Salisburgo 1-7 (1-2; 0-2; 0-3)

Classifica GP GD
1 36 +36 73
2 36 +32 73
3 36 +25 65
4 36 +38 63
5 36 +9 60
6 36 +12 58
7 36 +12 55
8 36 -2 54
9 36 -12 51
10 36 -36 39
11 36 -45 38
12 36 -69 19

 

Classifica marcatori

John Hughes – Red Bull Salisburgo: 42 (gol: 12; assist: 30)
Colton Yellow Horn – Orli Znojmo: 41 (18; 23)
Andrew Kozek – Linz: 40 (26; 14)
Ryan Duncan – Red Bull Salisburgo: 39 (10; 29)
Brett McLean – Linz: 38 (6; 32)
Manuel Geier – KAC: 35 (16; 19)
Peter Puecher – Znojmo: 35 (6; 29)
Roman Tomas – Znojmo: 35 (13; 22)