Spengler Cup: Lugano e Team Canada esordio con vittoria

(Davos) – Lugano-Adler Mannheim inaugura l’edizione numero 89 della prestigiosa SPENGLER CUP, di scena alla Vaillant Arena di Davos, match di apertura del Gruppo Torriani. I bianconeri tornano a disputare la competizione ben 24 anni dopo l’ultima apparizione datata infatti 1991 ( sconfitta in finale dal CSKA). In avvio di partita, i tedeschi si dimostrano subito più determinati e, in breve tempo, in situazione di penalità differita, trovano la rete del vantaggio con RAEDEKE, al termine di un’azione confusa davanti alla porta di MERZLIKINS, che richiede la verifica delle immagini da parte degli arbitri al minuto 04:28. La difesa del Lugano, nonostante gli innesti di GLENN e SPANG lascia troppi spazi e la formazione di Greg IRELAND, ha gioco facile e potrebbe subito raddoppiare con un gran tiro di AKDAG, deviato provvidenzialmente da MERZLIKINS. Il gol è comunque rimandato solo di poco. KIENZLE perde inopinatamente un disco sulla linea blu, permettendo a MAC MURCHY di involarsi tutto solo verso la porta bianconera e di  realizzare con un diagonale la rete del 2.0 al minuto 13:51.  Solo in chiusura di periodo il Lugano riesce a farsi veramente pericoloso con un’incursione centrale di PETTERSSON sventata da ENDRAS.

EISHOCKEY SPENGLER CUP 2015 LUGANO MANNHEIM

credit photo: EQ Images/Gian Ehrenzeller


Nel secondo periodo si attende di vedere in pista un Lugano più propositivo e invece sono ancora i tedeschi ad interpretare la partita con lo spirito giusto. MAC MURCHY  sorprende nuovamente MERZLIKINS al minuto 27:08 realizzando così la seconda rete personale. A dire il vero anche il Lugano si crea qualche occasione per riaprire la partita ma,prima BRUNNER si divora il gol davanti a ENDRAS e, successivamente PETTERSSON indugia troppo davanti alla porta avversaria, subendo comunque un evidente fallo ad opera di RICHMOND. L’attaccante svedese ha modo di rifarsi  in power-play trovando l’angolo giusto per sorprendere ENDRAS al minuto 32:04. Da questo momento in poi, i bianconeri rinascono girando completamente l’inerzia della partita. Dopo un altro power-play non sfruttato, trovano, prima la seconda rete grazie alla caparbietà di BRUNNER ( in dubbio fino all’ultimo la sua presenza) che batte ENDRAS da posizione ravvicinata al minuto 37:05 e, poco dopo, addirittura il pareggio gol con PETTERSSON, che sorprende il portiere avversario con una conclusione in mezzo ai gambali. Nel periodo conclusivo il Lugano sembra essere l’unica squadra in pista. KLASEN, infatti, completa la rimonta sfruttando un rimbalzo lasciato da ENDRAS dopo una conclusione di MARTENSSON al minuto 44:59.  Nemmeno il tempo di rimettere il disco a centro pista e  lo stesso KLASEN, lasciato inspiegabilmente solo, trova il modo di realizzare con una pregevole finta la quinta rete bianconera, seconda personale. Nel finale di partita solo l’incrocio dei pali nega la gioia del gol a Gregory HOFMANN, ex beniamino di casa. Il sigillo finale lo mette BERTAGGIA, qualche secondo dopo l’uscita dai pali di ENDRAS. Possono così far festa così i tantissimi tifosi bianconeri presenti alla Vaillant Arena. 

Intervista a Elvis Merzlikins

LUGANO – ADLER MANNHEIM  6 . 3 ( 0 . 2 – 3 . 1 – 3 . 0 )
Marcatori: 
04:28  0 . 1  93. RAEDEKE (50. METROPOLIT – 8. EMINGER); 13:51  0 . 2  27. MAC MURCHY (55. HECHT -21. WILSON); 27:08  0 . 3  27. MAC MURCHY; 32:04  1 . 3  71. PETTERSSON PP1; 35:05  2 . 3  98. BRUNNER (15. HOFMANN); 38:35  3 . 3 71. PETTERSSON; 44:59  4 . 3  86. KLASEN (9. MARTENSSON – 71. PETTERSSON); 45:42  5 . 3  86. KLASEN; 59:08 6 . 3 13. BERTAGGIA ENG
PENALITA‘  : LUGANO 2 X 2 MIN.        ADLER MANNHEIM  2 X 2 MIN.
ARBITRI : Mikko KAUKOKARI (FIN) – Tobias WEHRLI (SUI)
LINESMAN : Cedric BORGA (SUI) – Balasz KOVACS (SUI)

EISHOCKEY SPENGLER CUP 2015 YEKATERINBURG TEAM CANADA

credit photo: EQ Images/Gian Ehrenzeller

La prima partita del Gruppo Cattini (sfida serale) mette di fronte i russi dell’Avtomobilist Yekaterinburg e il Team Canada. I nordamericani premono subito sull’acceleratore mettendo sul ghiaccio tanta intensità. I russi dal canto loro usano il fisico per contrastare la velocità di pattinaggio degli avversari. Il primo periodo è praticamente un monologo della formazione di Guy BOUCHER. Dopo un tentativo di poco a lato di CARRICK, il Canada non ha certo fortuna quando ELLISON centra la base del palo alla destra di USTINSKY. La selezione della nazione della “foglia d’acero”  sfiora di nuovo il gol con l’attaccante del Berna CONACHER. Le due penalità a breve distanza sanzionate a carico di ROY e MIKHNOV, costringono le due squadre in 4 contro 4. Ed è proprio durante questa fase di gioco che, in due occasioni, D’AGOSTINI minaccia il portiere russo (bello il suo backhand). Lo stesso goalie risulta decisivo salvando a tu per tu con ROY (altro esponente in forza agli “orsi” bernesi) appena rientrato in pista dalla panca puniti. Nel finale di periodo, col Canada in power-play ( fuori ROMAN ), USTINSKY salva ancora sulle conclusioni dalla linea blu di CUNDARI e Marc-Andrè BERGERON. Ma, proprio a fil di sirena, CARRICK raccoglie i frutti dopo tanta pressione, fulminando USTINSKY con un gran diagonale.

EISHOCKEY SPENGLER CUP 2015 YEKATERINBURG TEAM CANADA

credit photo: EQ Images/Gian Ehrenzeller

In avvio di secondo periodo, i russi mostrano qualche segnale di ripesa. MACINTYRE deve infatti intervenire un paio di volte. Prima sul tiro dalla distanza di MIKHNOV e poco dopo su GAREYEV lanciato a rete. Le penalità a carico di TIMASHOV e del finlandese KIVISTO rischiano seriamente però di rallentare l’inerzia degli uomini di Andrey RAZIN che, invece, proprio con l’uomo in meno, trovano con un contropiede fulmineo la rete del pareggio firmata TORCHENYUK, nonostante il disperato tentativo in chiusura di GIROUX. I nordamericani, nonostante abbiamo abbassato i ritmi di inizio partita, ci mettono però poco a ritrovare il gol. ROY, innesca il compagno di club Cory CONACHER, che fredda USTINSKY. I russi sono comunque ampiamente in partita. Dopo un gran tiro di GOLYSHEV, un’indecisione di MACINTYRE rischia di costar caro al Canada. Il disco non trattenuto dal portiere, sembra oltrepassare la linea di porta, ma gli arbitri non sono dello stesso parere e annullano.

EISHOCKEY SPENGLER CUP 2015 YEKATERINBURG TEAM CANADA

credit photo: EQ Images/Gian Ehrenzeller

Nei primi minuti del terzo periodo, le troppe penalità condizionano i russi, che sono costretti ad affrontare anche una doppia inferiorità numerica. Dopo il time-out di BOUCHER, USTINSKY salva sullo scatenato CONACHER e su GIROUX mantenendo ancora viva la partita. Al minuto 52:29 ancora GIROUX protagonista. Il suo gran tiro viene però bloccato da USTINSKY, che si ripete su EMMERTON, lanciato in contropiede. Se da un lato il Canada spreca più volte il match-point, sull’altro fronte, i russi non riescono la chiave per scardinare la difesa avversaria. KIVISTO dalla linea blu non sorprende l’attento MACINTYRE. A poco più di un minuto dal termine RAAZIN sfrutta il suo time-out. Esce USTINSKY ma il Team Canada controlla aggiudicandosi così il match di esordio. Domani di scena le due perdenti contro Davos e Jokerit Helsinki.

AVTOMOBILIST YEKATERINBURG – TEAM CANADA  1 . 2 ( 0 . 1 – 1 – 1 – 0 . 0 )
Marcatori:
20:00  0 . 1  14. CARRICK (88. SHEPPARD – 18. LOMBARDI); 28:57  1 . 1  12. TORCHENYUK SH133:13  1 . 2  19. CONACHER (9. ROY)
PENALITA’ : AVTOMOBILIST YEK. 7 x 2 MIN.             TEAM CANADA  2 X 2 MIN.
ARBITRI : Daniel STRICKER (SUI) – Marcus VINNERBORG (SWE)
LINESMAN : Peter KÜNG (SUI) – Michael TSCHERRIG  (SUI)
SPETTATORI : 6300