LNA in pillole: scoppia il “caso Losanna”

Rinnovo contrattuale a Zurigo dove il club si garantisce le prestazioni del portiere Niklas Schlegel anche per la prossima stagione. Rimane a Zurigo anche il capitano Mathias Seger, anche lui ha rinnovato sono al 2017. Contratto fino a fine gennaio per l’ex-Ambrì Thomas Bäumle, così da sopperire ai vari infortunati del roster.
Il Kloten mette sotto contratto per le prossime due stagioni l’attaccante Daniele Grassi, attualmente in forza ai leventinesi.
L’attaccante Luca Hischier continuerà invece a vestire la maglia del Berna per le prossime due stagioni. Per ovviare al l’infortunio di Bührer, gli Orsi, hanno messo sotto contratto sino a fine stagione il goalie ceco Jakub Stepanek.
Ma il colpo di mercato pre-natalizio è quello dello Zugo che mette sotto contratto il difensore dei New York Rangers Raphael Diaz che tornerà in Svizzera dalla prossima stagione. Il contratto, della durata di cinque anni, potrebbe essere rescisso solo nel caso in cui un club di NHL offrisse al giocatore un accordo one-way della durata di almeno due anni. I Tori hanno inoltre rinnovato sono al 2018 il contratto del difensore Johann Morant.

In vista della prossima assemblea generale della SIHF che si terrà il prossimo giugno, iniziano ad arrivare proposte per la modifica del regolamento della LNA, a partire dalla prossima stagione. In una riunione informale tra i rappresentanti dei club, si è parlato di salary cup, aumento del numero dei giocatori stranieri e chiusura della lega per 3-5 anni, in modo da evitare le retrocessioni in LNB.

Nelle ultime settimane è scoppiato un “caso Losanna”. In una conferenza stampa il CdA del club ha messo in luce una certa tensione tra la dirigenza della squadra e i proprietari, minacciano le dimissioni a fine gennaio. Secondo il CdA è necessario un aumento di capitale e la costruzione di una nuova pista, di opinione opposta la proprietà del club. La Lega sta inoltre “indagando” sulla partecipazione del patron del Ginevra Hugh Quennec nella proprietà della società vodese, infatti, secondo il regolamento della LNA, due club non possono avere lo stesso proprietario. Da parte sua Quennec non nega la partecipazione finanziaria, dal 2007, ma nel rispetto del regolamento della lega. La SIHF ha aperto quindi un inchiesta sul caso e il Losanna rischia di vedersi revocare la licenza per partecipare al campionato.

Tags: