Milano a tutta forza. L’Appiano sorprende il Merano. In coda cede il Varese

di Massimo Airoldi

Messo in archivio anche il 13° turno, disputatosi tra sabato e domenica, con risultati più o meno scontati. Forse le due maggiori sorprese sono arrivate dai ghiacci di Appiano e di Laces, dove Merano e Varese si sono fatte sorprendere dai padroni di casa. Per il resto tutte le favorite hanno mosso a loro favore la classifica.

Nonostante un buon impegno, il Feltre cade in casa contro il Chiavenna (3-6 il punteggio finale), il cui power play si è dimostrato determinate: delle sei reti segnate, ben quattro sono state frutto della superiorità numerica. Con a questa vittoria, i lombardi smuovono la loro classifica, recuperando qualche posizione, anche grazie ai risultati maturati su altri campi.

Il Milano sgretola il Como. Una delle sorprese di giornata arriva proprio dalla sfida tutta lombarda che si è disputata al PalAgorà, non certo per la vittoria di un Milano ormai diventato realtà e lanciato seriamente verso un ruolo da protagonista tra le prime otto della classifica, ma piuttosto per il punteggio con cui i rossoblu hanno surclassato un Como mai in partita: 18 a 0 alla sirena finale, quasi un record. Qualcosa nel Como deve essere scattato, o meglio…non deve essere scattato, come se un interruttore non si fosse acceso. Dominic Perna uomo gol e uomo assist: è lui l’arma in più dei meneghini in questa fase di stagione, sicuramente un grande rinforzo!

L’Alleghe tiene oltre metà partita contro il più quotato Egna, ma le penalità si sono dimostrate fatali. Infatti dopo la rete degli ospiti al 34’16”, sono stati due power play a chiudere la pratica sullo 0-3 finale. Spesso capita che le squadre meno tecniche e più in difficoltà, provino a sopperire con il gioco fisico a tali carenze, ma poi alla fine, come spesso accade, i team più esperti riescono ad esser più concreti, facendo valere la loro forza.

Altra parentesi amara per il Varese, impegnato in trasferta a Laces, in Val Venosta. I Mastini godevano in partenza di un pronostico in leggero favore, se non altro dettato dalla miglior classifica. Alle prese coi soliti problemi di organico, i Mastini sono crollati nel terzo periodo sotto un power play avversario che si è dimostrato efficace e determinante in almeno quattro occasioni. Eccessive penalità della squadra varesina hanno condizionato l’esito finale, facendo anche venire a galla vecchi problemi. Difficile ora riprendersi da un 7 a 2 che non lascia scampo, ma l’occasione sarà immediata perchè martedì si ritorna sul ghiaccio in una sfida allettante e “impossibile”, contro il Milano. Nel Val Venosta super Michael Stocker, autore di cinque reti. Per Varese, questa, è stata sicuramente un’occasione sprecata, viste le ipotizzabili sconfitte di Como e Rittner, oltre ovviamente ai propri avversari di giornata.

Ora – Rittner Buam termina 4 a 1, ma nonostante il pronostico fortemente a favore dei padroni di casa, la fatica di conquitare i tre punti è stata piuttosto elevata. I giovani Rittner Buam hanno saputo impensierire non poco la difesa avversaria e soltanto nei tre minuti finali, il risultato è maturato in maniera definitiva, ancora una volta con Zelger, vero trascinatore e anima di questa squadra.

Partita in pieno equilibrio quella disputata davanti agli oltre 1.300 spettatori di cavalese, tra Fiemme e Pergine, vinta 4-3 dai gialloneri, padroni di casa. Nonostante tante situazioni di power play per l’una e per l’altra squadra, tutte le reti sono state segnate in parità numerica. Nel Fiemme il vero trascinatore è stato Enrico Chelodi, che ha timbrato tre volte il tabellino marcatori.

Il Caldaro soffre ma vince di misura (3 a 2) in trasferta sul ghiaccio di Brunico. Dopo il due pari, solo una rete in apertura di terzo parziale, regala al lucci i punti per mantenere alta una classifica molto buona.

Il Merano esce sconfitto da Appiano, un po’ a sorpresa. Reduce dall’aver recuperato qualche posizione in classifica, ha dovuto affrontare un Appiano un po’ in crisi di identità, che ha lasciato per strada qualche punto e qualche posizione. I Pirati hanno saputo mettere sul ghiaccio la giusta determinazione e vincere l’incontro 3 a 1, nonostante l’equilibrio fosse durato fino alla fine, fintanto che il Merano non ha deciso di togliere il proprio portiere alla ricerca del supplementare, ma senza successo.

Martedì tutti sul ghiaccio ancora per il turno infrasettimanale, con due partite interessantissime: una per la storia (Varese-Milano) l’altra per la classifica (Merano – Fiemme).

Risultati:

Feltre – Chiavenna 3-6 (0:1 1:3 1:2)

Milano Rossoblu – Como 18-0 (5:0 5:0 8:0)

Alleghe – Egna 0-3 (0:0 0:1 0:2)

Val Venosta – Varese 7-2 (1:1 2:1 4:0)

Ora – Rittner Buam Junior 4-1 (2:1 0:0 2:0)

Fiemme – Pergine 4-3 (0:1 2:1 2:1)

Val Pusteria Junior – Caldaro 2-3 (0:0 2:2 0:1)

Appiano – Merano Junior 3-1 (2:0 0:1 1:0)

Classifica

Egna 35, Ora 33, Caldaro 31, Merano Junior, Fiemme 29, Appiano 28, Pergine 23, Milano Rossoblu 22, Rittner Buam Junior 18, Alleghe 14, Chiavenna 11, Varese 10, Val Venosta, Como 9, Val Pusteria Junior 8, Feltre 0

Prossimo turno

Rittner Buam Junior – Val Venosta, Val Pusteria Junior – Appiano, Merano Junior – Fiemme, Alleghe – Ora, Varese – Milano, Egna – Feltre, Caldaro – Como, Pergine – Chiavenna

Tags: