KHL: Lokomotiv Yaroslavl torna capolista, a Est bene Sibir e Magnitogorsk

di Gabriele Morganti

Torniamo a parlare di KHL con le squadre del principale campionato russo sempre agguerrite al massimo nel tentativo di scalare la classifica e, allo stesso tempo, di difendere la propria posizione.

Iniziamo dalla Western Conference dove un grande Lokomotiv Yaroslavl ritorna in forma ottimale e, grazie ai quattro successi arrivati nelle ultime cinque uscite, si prende la testa della classifica. Attuali capolisti che devono molto alle prestazioni fin qui esaltanti del loro goalie Alexei Murygin il quale, con una media gol subiti di 1.03 a partita, è il secondo estremo difensore con le migliori statistiche della Lega. A seguire i ragazzi di Kudashov troviamo i finlandesi del Jokerit Helsinki. I giallorossi continuano a rendersi tra i protagonisti del campionato anche grazie alla vittoria ottenuta appena quattro giorni fa in casa per 3 a 1 proprio contro i leader della classifica. Nell’ultimo turno è arrivata invece, sempre sul ghiaccio di casa, per i ragazzi capitanati da Kozun Brandon, una pesante sconfitta di 5 a 2 per mano del Sochi. Dietro allo Jokerit troviamo il CSKA di Alexander Radulov. Squadra moscovita non nel pieno della forma, con solo quattro punti racimolati nelle ultime cinque uscite e il ritorno alla vittoria di appena due giorni fa nel match contro L’Amur, superato con il risultato finale di 2 a 0. In quarta posizione troviamo come sempre un solido Torpedo, seguito a ruota dalla Dynamo Mosca, distanziata di solo quattro punti. Biancoazzurri che riescono a mettere sul ghiaccio la giusta sostanza e fanno del lavoro di gruppo la propria forza. Scendiamo ancora lungo la classifica ed incontriamo l’HC Sochi ad occupare la sesta posizione e poco più sotto, distanziato di appena una lunghezza, troviamo lo Zagabria dei due italiani Thomas Larkin e Stefano Giliati che continuano a ben figurare nelle rispettive proprie avventure in terra croata. Il Medvescak che dal canto suo nelle ultime quattro uscite, dove si è reso protagonista di due vittorie e due sconfitte, è riuscito a far fuori per 1 a 0 la corazzata del CSKA. In ottava piazza troviamo lo Slovan Bratislava e più dietro incontriamo il San Pietroburgo di Ilya Kovalchuk che prova, ma non riesce, a risalire la classifica. Infine ad occupare le ultime cinque posizioni abbiamo: Dinamo Minsk, Sparta Mosca, Vityaz, Severstal e Dinamo Riga.

Spostiamoci nella Eastern Conference, dove continuano i siberiani del Sibir a tenere la testa del tabellone ma non più saldamente come facevano poco tempo fa, dato che un Metallurg, ultimamente quasi perfetto ed in grado di perdere solamente una volta nel mese di novembre, comincia a far sentire il fiato sul collo alla compagine della città di Novosibirsk che a questo punto distanzia i rossoblu di Magnitogorsk solamente di tre punti. Scendiamo qualche gradino e notiamo come, dalla terza all’ottava posizione, le squadre siano racchiuse in un fazzoletto di punti. Sono infatti solamente cinque i punti che differenziano il Salavat, terza piazza, dall’Admiral, ottava. Lo stesso Salavat che, grazie alle ultime quattro partite completate con altrettante quattro vittorie, è riuscito a risalire dalla sesta alla terza posizione, superando così il Bars, l’Avtomobolist e l’Avangard. La squadra della Regione dell’Omsk, attualmente in sesta posizione viene da due sconfitte consecutive, simbolo di questa piccola caduta che l’ha vista perdere qualche posizione in classifica. In basso a chiudere la Conference dell’Est, nettamente staccate dal gruppo delle prime otto, troviamo, in ordine dalla nona alla 14esima posizione: Ugra, Barys, Traktor, Amur, Lada ed infine il Metallurg di Novokuzneck.
Nelle partite che si giocheranno nella giornata di oggi avremo nel pomeriggio lo Jaroslavl impegnato in casa contro il San Pietroburgo; ed il CSKA ad ospitare il Sibir. Mentre l’Helsinki scenderà in pista domani e riceverà la visita del Kazan.
Link

Western Conference

Eastern Conference

Tags: ,