Disfatta Varese contro un ottimo Ora

di Massimo Airoldi

La sfida era impossibile per i Mastini Varese, reduci da una serie di sei sconfitte consecutive, di cui l’ultima piuttosto “dolorosa” ai rigori, nel derby con il Como. Il calendario in queste prima parte di ampionato non è stato particolarmente amico dei gialloneri, che hanno già trovato sul proprio cammino squadre come Egna, Appiano, Caldaro, Ora e, nel prossimo turno, se la vedranno a Merano.

La partita di ieri ha visto i Mastini giocare sul ghiaccio di Ora, contro quella che si era presentata all’ingaggio d’inizio come la seconda forza del campionato, squadra tecnica, dura ed equilibrata. Sfida che ha opposto due compagini che hanno spesso conosciuto la panca puniti, essendo tra le più penalizzate da inizio torneo. Varese si presenta senza due pedine importanti in difesa: Frizzera e Odoni.

L’Ora prova subito a schiacciare i gialloneri nel proprio terzo difensivo, mettendo in mostra dinamismo, velocità e tecnica. Buoni i movimenti degli altoatesini che con rapide trame di gioco mettono in difficoltà i difensori di Varese fin dai primissimi istanti di gioco e infatti passano appena 75 secondi per vedere la prima rete altoatesina e altettanti per vedere la seconda. I Mastini si riprendono e provano a buttare il naso in avanti. L’occasionissima per Varese capita sulla stecca di Andreoni, che da pochissimi centimetri manca la deviazione vincente, mentre un tiro poco dopo di M. Mazzacane termina al lato di un palmo. I gialloneri tengono lontani gli attacchi dell’Ora in questa fase di periodo, i quali non impensieriscono più di tanto la gabbia di Bertin. Le ripartenze giallonere sono imprecise e non sortiscono gli effetti sperati. L’Ora è attentissimo e fa valere una capacità tecnica superiore. Arriviamo al 12′ e in meno di 50″ arrivana un’altra “doppietta” delle “rane”: schema perfetto, col disco che taglia il ghiaccio da sinistra a destra, trovando sempre un giocatore libero di concludere. Prima Walter e poi Vill, con un tiro a mezza altezza sul secondo palo, chiudono in rete uno schema perfetto, mentre al 18’54” è Pedrini a mettere il disco in rete dopo una concitata azione iniziata dietro la gabbia varesina.

2015_11_01 ora varese 39

Le squadre vanno al riposo con l’Ora avanti 5 a 0, nonostante un discreto Varese che ha saputo comunque replicare ai padroni di casa, anche se in maniera un po’ farragginosa. Il secondo drittel si apre con i Mastini che si gettano in avanti alla ricerca del gol, ma sulla prima ripartenza altoatesina, Bertin è costretto a raccogliere ancora il disco in seguito alla bella rete del capitano dell’Ora Zelger. Nemmeno il tempo di riprendere fiato dopo l’ingaggio e finisce in panca Cortenova, lasciando spazio alla settima rete dell’Ora, siglata da Pircher al 24’45”, terminale di un power play orchestrato magistralmente dalle rane. Micidiali questi “uno-due” messi a segno dalla squadra di casa, con reti in rapida successione,a due a due. Varese appare tramortito e inizia ad accusare i primi segni di stanchezza e, nonostante la presenza in pista del proprio allenatore Merzario schierato in prima linea di attacco, non riesce a impensierire la difesa avversaria. Non passano due minuti ed è ancora il capitano Zelger a segnare l’ottava rete. L’Ora disegna trame bellissime e precise, a memoria, che costringono in affanno la difesa dei Mastini, nonostante il supporto di alcuni attaccanti a dar manforte al reparto, per sopperire alla mancanza numerica del roster varesino. Sul finire è ancora Vill a bucare Bertin.

2015_11_01 ora varese 29

L’ultimo terzo si apre con la decima rete dell’Ora, grazie ancora ad una bella azione corale, chiusa in rete da Calovi, mentre pochi istanti dopo è ancora una volta Zelger (quattro reti e un assist) a segnare per i padroni di casa, ancora una volta servito dall’eccellente Walter, autore di una prova maiuscola (2 reti e 5 assist). Varese, che ha cambiato il portiere per dare anche giusto spazio a Crippa, accorcia le distanza grazie a Francesco Borghi, che intercetta un disco e si invola verso Fabris, che viene bucato dalla media distanza sull’angolo opposto. Siamo al minuto 50’22” ma c’è ancora spazio per segnare due reti degli altoatesini, di cui l’ultima in doppia superiorità, con Walter che passa Crippa in seguito ad una perfetta azione da manuale. Crippa si disimpegna bene in un altro paio di occasioni e poi la sirena finale decreta la fine delle ostilità.

2015_11_01 ora varese 19

Vittoria prevedibile per l’Ora, mentre Varese adesso è chiamata ad un’altra prova “impossibile” sul campo del Merano nel prossimo weekend. Poi il calendario dovrebbe essere un po’ più favorevole alla società giallonera, la quale avrà maggiore possibilità di tirarsi fuori dalle ultimissime posizioni di classifica. Per l’Ora invece aumentano i favori del pronostico in merito al raggiungimento delle finali del campionato.

Asc Ora Hockey – Hc Varese 13-1 (5-0; 4-0; 4-1)
Asc Ora Hockey: 42 Fabris (1 Giovannelli), 2 Vill, 3 Stimpfl, 6 Pichler, 8 C. Olivotto, 10 Walter, 12 Calovi, 13 Pircher, 14 Prantl, 15 Zerbetto, 16 Hanspeter, 21 Pedrini, 22 Santa, 23 Zelger, 27 Nagele, 28 Girardi, 30 M. Olivotto, 47 Fabris, 72 Graf. Allenatore: R. Chizzali
Hc Varese: 29 Bertin (dal 55′ 28 Crippa), 11 Papalillo, 21 Termanini, 34 F. Borghi, 25 Cortenova, 31 Merzario, 87 Gaggini, 54 Iuratti, 17 Andreoni, 69 P. Borghi, 75 Di Vincenzo, 22 E. Mazzacane, 10 M. Mazzacane, 88 Privitera, 9 Senigagliesi, 27 Sorrenti, 31 Merzario, 71 Mandelli. Allenatore: G. Merzario
Reti: 1’15”  Graf (Nagele), 2’36”  Zelger (Vill, Walter), 12’14” Walter (Zelger), 12’50” Vill (Pircher), 18’54” Pedrini (Pircher, Vill), 24’02” Zelger (Girardi, Walter), 24’45” Pircher (Stimpfl), 26’34” Zergler (Walter), 38’59” Vill (Pircher), 42’21” Calovi (Graf, Nagele), 46’13” Zergler (Walter), 50’22” F. Borghi (Privitera, Andreoni), 55’59” Nagele (Stimpfl, Walter), 58’15” Walter (Stimpfl).
Penalità: ora 4′, Varese 16′
Arbitri: Tirelli (Stefanelli, Ricco)

Tags: