Serie B: vincono le favorite

di Massimo Airoldi

Questa settimana è toccato a Merano-Val Venosta inaugurare il terzo turno del campionato di serie B, che, nell’anticipo di venerdì sera ha visto la, squadra di casa confermare il suo ruolino di marcia impressionante, legittimando la leadership in classifica con una difesa incredibilmente solida. Nonostante una partita che a numero di tiri in porta è parsa piuttosto equilibrata, non sono bastati nemmeno i quattro minuti finali giocati sempre in superiorità numerica da parte del Val Venosta a fare capitolare il portiere di casa, il quale ha mantenuto inviolata la propria rete. Anzi, nonostante una doppia inferiorità numerica ( erano quattro i giocatori meranesi in panca puniti), il Merano ha trovato la rete del 5 a 0 finale proprio negli ultimi due minuti di gioco. L’inizio shock degli ospiti, sotto di due reti già quinto minuto, ha tracciato l’inerzia del match.

Dalle partite di sabato arriva l’ulteriore conferma di un Egna solido, concreto, ma soprattutto capace di macinare gran gioco e di creare una montagna di situazioni pericolose sul ghiaccio di Milano. Partita in equilibrio dal punto di vista del risultato fino alla mezz’ora circa, dopo il pareggio del Milano siglato dal capitano Re in superiorità numerica, poi gli ospiti hanno preso il sopravvento e, abilissimi nello sfruttare le situazioni di power play, chiudono 6 a 1.

Partita strana quella disputatasi tra Ora e Pergine: nonostante il vantaggio 4-0 dei padroni di casa, la compagine trentina non demorde e nella prima metà del terzo periodo ha uno scatto di orgoglio che la porta ad accorciare lo svantaggio, marcando tre reti. Quando sulle ali dell’entusiasmo potrebbe approfittare della spinta psicologica favorevole, una penalità di troppo assegnata per sgambetto, consente un power play all’Ora, che proprio in quell’occasione chiude la gara sul punteggio di 5-3.

Sempre dalla giornata di sabato, arrivano le cinque reti con cui il Caldaro sconfigge un Feltre arrivato in Alto Adige con gli uomini contati. Partita senza storia per i padroni di casa, che chiudono gli ospiti nel loro terzo difensivo per tutta la partita. La difesa regge per un tempo, poi nel secondo il Caldaro preme sull’acceleratore e tra il 28′ e il 35′ ipoteca la vittoria per il 5-0 finale.

Tante reti anche nella giornata di ieri e partite avvincenti: Rittner Buam ha la meglio su un Fiemme arrembante e sprecone, visto il vantaggio di due reti a zero accumulato nella prima parte del primo periodo; poi va sotto e trova il pareggio, che però dura poco. Quando si tratta di mettere in atto l’assalto finale, alla ricerca del nuovo pareggio, una doppia penalità condanna gli ospiti a terminare la gara con due uomini in meno e subire il 6-4 con cui si chiude il match.

Avvincente anche il derby lombardo tra Como e Chiavenna terminato 7 a 6 per questi ultimi, i quali rimediano lo svantaggio di due reti subito nei primi undici minuti. Pochissime penalità nonostante fosse un derby e partita risolta agli shout out, con Tenca freddo a realizzare la rete decisiva.

Partita interessante, nonostante il punteggio possa dare altre indicazioni, anche quella tra Mastini Varese e Appiano, che ha visto proprio gli ospiti chiudere 6-2. Partita decisa nel secondo periodo, in cui i Mastini sono “crollati” subendo 5 reti dai gialloneri altoatesini, pur giocando discretamente bene. Dopo una prima frazione in cui la difesa varesina ha retto bene agli attacchi ospiti e dopo un paio di clamorose occasioni sprecate, il secondo drittel ha incanalato la gara in “direzione Alto Adige”. Terzo tempo in cui Varese ha reagito e con orgoglio ha ridotto un punteggio apparso forse un po’ troppo penalizzante.

La gara tra Alleghe e Val Pusteria non si è disputata in quanto i pusteresi non hanno raggiunto il numero minimo di giocatori da schierare. Probabile la decisione della sconfitta a tavolino per loro, a vantaggio dell’Alleghe, di cui però si attende ancora conferma ufficiale.

RISULTATI

Merano – Val Venosta 5-0 (2:0 2:0 1:0)

Milano – Egna 1-6 (0:1 1:3 0:2)

Ora – Pergine 5-3 (2:0 2:0 1:3)

Caldaro – Feltre 5-0 (1:0 4:0 0:0)

Rittner Buam – Fiemme 6-4 (1:2 2:0 3:2)

Como – Chiavenna 6-7 (2:1 2:3 2:2 OT 0:0 SO 0:1)

Varese – Appiano 2-6 (0:0 0:5 1:2)

CLASSIFICA

Merano, Egna, Appiano 9, Ora 7, Caldaro, Milano, Rittner Buam 6, Fiemme 5, Pergine, Val Venosta, Varese 3, Chiavenna 2, Como 1, Val Pusteria, Alleghe, Feltre 0

Alleghe e Val Pusteria: una partita in meno

Tags: