I Mastini Varese ripartono con propositi e novità

di Massimo Airoldi

A chiudere la prima giornata del Campionato Italiano di Serie B di hockey su ghiaccio, manca solo la partita tra Mastini Varese e Chiavenna che si disputerà giovedì sera sul ghiaccio del Palalbani. Proprio a Varese mercoledì c’è stata la presentazione ufficiale della stagione giallonera. Nelle sala dei Matrimoni, nella splendida cornice dei Giardini Estensi, il Sindaco Attilio Fontana ha accolto la dirigenza e alcuni rappresentanti della squadra, che hanno esposto propositi, novità e programmi per questa stagione.

Il presidente dei Mastini, Davide Quilici, ha subito parlato

“di un campionato che si presenta diverso rispetto alle attese di qualche mese fa, in quanto alcuni eventi che hanno coinvolto altre società hanno fatto sì che questa sia una stagione più lunga e più dura rispetto a quella scorsa”.

Sicuramente sarà una stagione più difficile dal punto di vista tecnico e su questo tutti i presenti sono apparsi concordi, proprio per il fatto che la serie minore raccoglie molto di ciò che è trafilato dalla serie A, oltre a compagini già di per sé molto quotate, come ad esempio Merano e Alleghe. Proseguendo nel suo discorso, il presidente fissa un obiettivo “semplice”, ma da raggiungere con il supporto di tutti:

“L’obiettivo di questa stagione è quello di fare il meglio possibile, meglio dello scorso anno. Per questo chiedo il sostegno costante dei nostri tifosi, che sono importanti. Partiamo con un budget finanziario che non è ancora stato interamente coperto e per questo faccio appello anche a imprenditori locali affinchè possano pensare di dare il loro apporto e sostegno alla società, ma soprattutto per i ragazzi, perchè ce n’è bisogno”.

A questo appello si accoda anche il sindaco, il quale incalza:

“L’hockey su ghiaccio a Varese è un’attività importante e chiedo che i varesini si facciano avanti!”.

E poi la volta del Team Leader, Maurizio Fiori, il quale interviene proprio a proposito della rosa a disposizione:

“Abbiamo in totale quaranta giocatori in lista. Logicamente ce ne sono anche di giovanissimi, ma sul ghiaccio scendono e nell’eventualità sono a disposizione. Sembrano tanti quaranta giocatori, ma poi bisogna sempre vedere quanti effettivamente sono disponibili, comunque c’è ampia scelta. Chi ci sarà sicuramente sarà il portiere e siamo felici di aver riaccolto Mai e di avere Bertin. I ragazzi sono molto uniti, c’è un grande gruppo e su questo possiamo contare”.

La parola passa poi al nuovo allenatore, Giancarlo Merzario il quale offre una precisa indicazione sulla strada da perseguire, lanciando un chiaro e stimolante messaggio, soprattutto ai giocatori:

“La società non mi ha chiesto risultati particolari, ma ha chiesto di migliorarci. L’obiettivo che ho fissato è quello di giocare sempre al 100% fino a metà campionato, cercando di giocare sempre al meglio, per poi guardare la classifica e stabilire quindi un obiettivo in base ai punti che avremo. Anche perchè avendo incontrato tutte le squadre, un’idea ce la saremo fatta. Il campionato di serie B sarà di livello buono, forse più interessante della serie A perchè si presentano squadre molto attrezzate e sicuramente sarà utile per fare esperienza ulteriore ad un gruppo giovane, ma che ha comunque il vantaggio di conoscersi abbastanza. Proprio questo fatto potrà costituire un fattore importante, a nostro favore perchè ho trovato un buon gruppo. Purtroppo ci alleniamo solo tre volte a settimana, mentre altre squadre hanno la possibilità di allenarsi di più e in quelle tre volte dobbiamo concentrare tutto. Il fatto di avere un gruppo che si conosce è positivo, anche se poi serve la giusta concentrazione sul ghiaccio, durante la partita, per sfruttare nella giusta maniera questo fattore di esperienza che non tutte le squadre hanno. Non è facile! Solo stando sul ghiaccio si riesce e serve tanto tempo”.

Merzario poi parla di tattica e pare abbia già le idee abbastanza chiare.

2015_09_23 pres varese 15

“Tatticamente vorrei cambiare qualcosa rispetto alla scorsa stagione. Mi ritengo di matrice canadese e cerco di trasmettere questo, quindi una maggiore attenzione in difesa, perchè si parla, ma poi alla fine chi vince, anche negli altri sport, è chi subisce di meno. Tutti devono aiutare a difendere, non soltanto i difensori. Cerco di tenere la squadra corta e compatta in modo che ci sia il sostegno da parte anche degli altri giocatori. In difesa numericamente siamo un po’ contati in quanto per varie situazioni non siamo riusciti a completare il reparto, oltre ad aver perso Sansonna e purtroppo Marco Fiori. Speriamo che si riesca, grazie alla collaborazione col Valpellice, ad avere quante più volte possibile un supporto per la difesa. Comunque sto già apportando qualche adattamento, lavorando con qualcuno in particolare che secondo me ha le capacità per difendere, ma serve l’aiuto di tutta la squadra. Stiamo cercando di allenarci bene per le situazioni di power play, che lo scorso anno mi hanno detto essere state un po’ critiche: col Chiasso in amichevole è andata male la partita, ma abbiamo segnato entrambe le nostre reti in power play. Per squadre come le nostre, inferiori ad altre, concordo nel dire che sono situazioni importanti quelle di gestione della superiorità o della inferiorità e stiamo lavorando in entrambe le direzioni. Meglio pochi schemi, magari anche semplici, ma applicati nel migliore dei modi”.

Delineato anche l’obiettivo per il settore giovanile, guidato dal “neo acquisto” Igor Kosovic, il quale avrà il compito di preparare i ragazzi ad esser pronti per la prima squadra in un tempo più o meno futuro, cercando di dare una certa continuità ad un progetto ben preciso.

2015_09_23 pres varese 15 (2)
Davide Quilici ha poi presentato la nuova maglia, che avrà cucita nella parte anteriore una “toppa” tonda con la scritta “Marco #57 – Sempre con Noi”. A proposito di questo, domani sera, in occasione proprio dell’esordio dei Mastini, verrà issata la maglia di Marco Fiori, recentemente scomparso in un incidente stradale. Inoltre i primi che si presenteranno alle casse del Palalbani, riceveranno un puck da hockey con stampigliato proprio questo “logo” in ricordo del giovane giocatore.

2015_09_23 pres varese 15 (1)