EBEL Weekend: Znojmo e Dornbirn coppia al comando, per i Foxes due k.o.

Dopo il weekend d’esordio torna la EBEL con in programma la terza e quarta giornata della stagione regolare. Dopo quattro turni la classifica mostra non poche sorprese: i campioni del Red Bull Salisburgo occupano da soli l’ultimo posto, davanti a loro un Bolzano in completo rodaggio, uscito sconfitto da entrambi i match di questo fine settimana. Delude anche il Graz, accanto ai Foxes al penultimo posto. In testa una coppia insolita: Orli Znojmo e Dornbirn, autori entrambi di un ottimo avvio, seguiti da Sapa Fehervar e Klagenfurt.

3^giornata
ebel-austriaIl risultato più clamoroso della terza giornata (giocata venerdì) è il 7-1 che il Vienna Capitals rifila ad un frastornato Znojmo, reduce da un weekend con l’acceleratore premuto. Gli uomini di Jim Boni dominano nel secondo drittel dopo un primo periodo equilibrato. Cinque gol in un periodo sono troppi per i cechi, che cedono dopo due vittorie convincenti. Ottimo lavoro del blocco Gamache-Bois-Sharp. La vittoria è maturata attorno al minuto 33: nel giro di un minuto i Capitals siglano tre gol approfittando di un appannamento degli avversari. Altro risultato sorprendente, seppur con un punteggio meno largo, è il 4-3 col quale il Dornbirn supera un Red Bull Salisburgo ancora addormentato, nonostante si porti sul doppio vantaggio dopo 3 minuti (gol di Kirstler e Kutlak). Nel secondo periodo i Bulldogs reagiscono pareggiando con Zagrapan e Siddall, ma la vittoria porta la firma di Kyle Grentree, sniper della squadra che sigla il pareggio al gol di Ferriero e il sorpasso al 53:15. Il Graz conquista la sua prima vittoria superando di misura il Linz: 1-0 deciso da Little. Klagenfurt sul velluto in casa dell’Innsbruck, con la gara in cassaforte dopo il primo periodo, terminato sul parziale di 3-0, un gol per parte nel drittel centrale non cambia il match, che termina col punteggio di 6-3 per il KAC. Serve invece l’overtime all’Alba Volan Fehervar per superare l’Olimpija Lubiana, che rincorre gli ungheresi con le unghie e con i denti. Il gol-partita è un tiro di Banham dall’area d’ingaggio. Bolzano: in casa del Villach finisce 3-1 per i carinziani al termine di un match combattuto. Dopo 10′ Apre Unterluagguer dalla lunga distanza. Nel secondo drittel meglio il Bolzano, che pareggia con la fuga di Vause al 39:59. Il Villach si risveglia e ad inizio del terzo periodo torna avanti con l’ex Santorelli. Il 3-1 finale è di Verlic a porta vuota.

HC Innsbruck – Klagenfurt 3-6 (0-3; 1-1; 2-2)
EHC Linz – Graz 99ers 0-1 (0-0; 0-0; 0-1)
EC Dornbirn – Red Bull Salisburgo 4-3 (0-2; 2-0; 2-1)
Vienna Capitals – Orli Znojmo 7-1 (1-1; 5-0; 1-0)
Villach – HCB Südtirol 3-1 (1-0; 0-1; 2-0)
Sapa Fehervar – Olimpija Lubiana 4-3 ot (1-0; 1-2; 1-1; 1-0)

4^giornata
Nelle gare di domenica lo Znojmo si riscatta e supera l’Alba Volan 2-1, per contro il Dornbirn cade in casa contro il Klagenfurt facendosi così agganciare in testa. Tra cechi e ungheresi si decide tutto nel drittel centrale: vantaggio di Pucher, pareggio di Connolly, e 2-1 decisivo di Yellow Horn. Il Dornbirn invece rincorre per l’intero match un ottimo Klagenfurt, secondo in classifica. Apre Popovic, pareggia Siddall, ristabilisce il vantaggio Lundmark, risponde ancora Siddall, ma Geier con uno short-handed gol firma la vittoria finale per il 4-3 del KAC. Il Vienna si siede sugli allori e regala la prima vittoria all’Olimpija Lubiana: il meritato 5-2 finale matura nel terzo drittel, grazie alle reti di Pesut e Hebar. Vienna in chiaro debito d’energie, cede il passo agli sloveni che erano in cerca dei primi tre punti. Vince anche il Linz, sorprendendo un Villach reduce dalla vittoria contro i Foxes. Le Black Wings recuperano al gol d’avvio di Santorelli con un gran secondo drittel dove segnano Piche, Hofer e Latendresse. Perde il Graz, sconfitto in casa dall’Innsbruck nonostante il maggiore numero di tiri in porta. Scofield e Hahn firmano la vittoria per 2-1 e danno ossigeno ai tirolesi che salgono a quota 6 punti. Spazio Foxes: sono gli uomini di Tom Pokel a regalare la prima vittoria ai Red Bull, ma servono gli shootout. Eppure il Bolzano era partito bene, in vantaggio con Bernard, viene ripreso da Hughes ad inizio del secondo periodo, ma si porta sul 4-1 nel giro di tre minuti grazie alle reti di Pope, Gander e Pollastrone, subendo poi il ritorno dei Red Bull: segnano Walter, Fahey, Heinrich, Ledin firma il vantaggio austriaco, ma Broda pareggia a 42” dalla fine. Komarek sigla il rigore decisivo e regala la prima gioia ai Red Bull, che restano però ultimi. Il Bolzano aspetta la migliore forma fisica, il roster c’è, serve produrre più gioco, compito alla portata di Pokel.

Red Bull Salisburgo – HCB Südtirol 6-5 so (0-1; 3-3; 2-1; 0-0; 1-0)
Graz 99ers – HC Innsbruck 1-2 (0-1; 1-1; 0-0)
EC Dornbirn – Klagenfurt 2-3 (0-1; 2-2; 0-0)
Olimpija Lubiana – Vienna Capitals 5-2 (2-1; 1-1; 2-0)
Orli Znojmo – Sapa Fehervar 2-1 (0-0; 2-1; 0-0)
EHC Linz – Villach (0-1; 3-0; 0-0)

Classifica
EC Dornbirn 9
HC Orli Znojmo 9
Klagenfurter AC 8
Sapa Fehervar AV19 8
EHC LIWEST Linz 6
HC TWK Innsbruck “Die Haie” 6
UPC Vienna Capitals 5
EC Villach 5
HDD Telemach Olimpija Lubiana 5
Moser Medicals Graz 99ers 4
HCB Südtirol 4
Red Bull Salisburgo 3