Stanley Cup Playoffs: Overture vincente per i Rangers

New York Rangers – Tampa Bay Lightning 2-1 (0-0;1-0;1-1) / NY avanti 1-0
Reti:
19:47 D.Stepan (Kreider,McDonagh); 46:45 O.Palat (Johnson,Hedman) PP; 57:35 D.Moore (Hayes,Brassard)

Nella splendida cornice del Madison Square Garden, va in scena il primo atto Eastern Conference Finals tra i New York Rangers ed i Tampa Bay Lightining, che schierano sul ghiaccio incredibilmente l’ex Ryan Callahan nonostante l’operazione all’appendicite subita qualche giorno fa.

Pronti e via e sono proprio i padroni di casa a premere sull’acceleratore con Hayes al 3’ a saggiare i riflessi del gigantesco Bishop, bravo a neutralizzare di pinza; qualche minuto dopo Stepan si fa incantare dall’estremo dei Bolts a deviare il pericolosissimo 1vs0 dell’avanti di casa mentre Tampa non crea troppi grattacapi a Lundqvist, sulle conclusioni facilmente gestite su Stamkos e Killorn.

Nella parte finale del primo terzo è puro dominio Rangers, con doppio palo centrato da NY nel giro di 1’ prima con lo scatenato Hayes, a graziare lo sciagurato disimpegno di Bishop a servire la corrente newyorkese che in combinazione trova il montante sinistro mentre lo splendido wrap-around dell’invisibile Nash termina sul palo opposto del goalie di Tampa.

Nella seconda frazione, si fanno vedere (finalmente) minacciosi i Bolts, con Filppula ad impegnare Lundqvist con i terzini di casa a chiudere splendidamente al rebound mentre sulle conclusioni di Namestnikov e Kucherov è normale amministrazione di King Henrik; sul versante opposto invece continua la sfida blueshirts-Bishop prima col goalie di Tampa a risponder presente di gambali sul tiro di JT Miller poco fuori lo slot mentre è da applausi sulla conclusione del solito Stepan, a negare il vantaggio newyorkese. Dopo una parte centrale abbastanza noiosetta, è Tampa a creare qualche occasione in avanti (Johnson e doppio Palat) col finale di terzo tutto di marca casalinga prima a spaventare in 2vs1 Tampa (conclusione fuori di un nulla) poi ad un soffio dalla seconda pausa NY mette la freccia con Stepan tutto indisturbato, a ribadire a rete il rebound concesso da Bishop su tiro di Kreider.

Nell’ultimo periodo, nonostante un chiaro dominio territoriale delle blueshirts, è Tampa a trovare la via della rete con lo splendido slap di Palat in PP ad infilare lo straordinario Hank; NY torna a farsi vedere dalle parti di Bishop con costanza (McDonagh,Brassard) ma è la serpentina nel terzo offensivo di St.Louis a creare panico. Negli ultimi scampoli di gioco le sole giocate di Johnson e Garrison per Tampa sono fini a se stesse con Moore a trovare il game-winning-goal a meno di 3’ dal termine deviando ad un niente dallo slot dell’incolpevole Bishop (28 parate) ,l’assist al bacio di Hayes.
Tampa è poco o nulla anche con l’uomo in più sul ghiaccio ed i NY Rangers portano a casa la prima partita della serie, arrivando alla settima W in post-season segnando due o meno(!) reti per portare a casa la vittoria, complice una straordinaria difesa, con un’intrattabile Henrik Hank Lundqvist (ieri 23sv) a parare oltre il 94% nei PO con poco più di 1.56 di reti concessi ad incontro.
Seconda sfida della serie, sempre a Broadway lunedì sera.