Top Division 2015 Gr. B: la Russia sconfigge la Danimarca, la Norvegia batte in rimonta la Slovacchia

Dopo la sconfitta patita contro gli Usa la Russia scende sul ghiaccio pronta a rialzarsi, avversario di giornata è la Danimarca finora protagonista di un mondiale avaro di gioie, i danesi si presentano con un roster ridotto dopo le sanzioni comminate dalla IIHF a Mathias Hansen e Jesper Jensen per infrazioni commesse durante la partita contro la Bielorussia.
L’avvio vede come da copione la Russa cercare di passare velocemente in vantaggio, ma la difesa dei danesi riesce a difendersi  ordine, la Russia si sveglia a metà periodo quando riesce a conquistare una superiorità numerica che porta al 10.53 alla rete di Artemi Panarin con tiro potente e preciso scagliato dall’altezza del cerchio d’ingaggio, i danesi accusano il colpo e dopo nemmeno tre minuti una combinazione tra Malkin e Mozyakin porta quest’ultimo a realizzare al 13.17 la rete del 2-0.  La Danimarca reagisce e cerca di farsi vedere con insistenza dalle parti di Bobrovski ma il goalie russo mantiene inviolata la propria gabbia e il primo drittel termina con la Russia in vantaggio per 2 a 0.

Nel secondo periodo i russi cercano di alzare il ritmo ma la Danimarca pur andando in affanno in diverse situazioni non capitola e anzi riesce a metà periodo ad accorciare le distanze grazie a Morten Green che dall’angolo si accentra e il cui tiro si infila alle spalle di un sorpreso Bobrovski, la Russia riprende a macinare gioco ma le azioni dei russi sono  sempre “troppo” leziose e cosi permettono alla difesa danese di non capitolare. La terza rete russa arriva  grazie ad una superiorità numerica  grazie ad un malizioso tocco di Dadonov che devia quel tanto che basta un tiro dalla blu per infilare la porta della Danimarca, quindi le squadre vanno al secondo riposo con i russi avanti 3-1.
L’inizio della terza frazione vede la Danimarca rendersi pericolosa in un paio di occasioni davanti alla gabbia russa, i Danesi beneficiano di un power play che seppur giocato bene non porta al gol, la Russia sembra giocare con sufficienza e un altro power play in favore per la Danimarca porta Thomas Spelling a raccogliere un errato disimpegno della difesa russa e a realizzare con un potente tiro dalla blu la seconda rete danese al 49.36. La Russia capisce che non è più il caso di rischiare e negli ultimi dieci minuti mette in mostra tutto il suo talento ed andando in rete per due volte in un minuto la rete del 4-2 è finalizzata da Mozyakin che conclude nell migliore dei modi una combinazione di Malkin e Kulyomin, mentre Tarasenko realizza la quinta rete con un tiro dalla media distanza che sancisce la vittoria della Russia per 5  a 2.


RUSSIA – DANIMARCA 5-2 (2-0; 1-1; 2-1)

Reti: 10.53 (1-0 PP) Artemi Panarin (Yevgeni Dadonov, Vasim Shipachyov); 13.17 (2-0) Sergei Mozyakin (Yevgeni Malkin); 29.35 (2-1) Morten Green (Thomas Spelling, Oliver Lauridsen); 38.45 (3-1 PP) Yevgeni Dadonov  (Yevgeni Medvedev, Maxim Chudinov); 49.36 (3-2 PP) Thomas Spelling; 57.03 (4-2) Sergei Mozyakin  (Nikolai Kulyomin, (Yevgeni Malkin); 57.51 (5-2) Vladimir Tarasenko (Viktor Antipin, Sergei Plotnikov).
————————————————————————————————————————–

Nella partita serale sul ghiaccio di Ostrava  si affrontano Slovacchia e Norvegia, le due squadre si affrontano da subito a viso aperto cercando di imbastire rame offensive insidiose, le difese però fanno buona guardia e su ambo i fronti i veri pericoli arrivano dai power play ben giocati da entrambe le squadre ed è proprio su un power play che la Slovacchia passa in vantaggio al 18.03 con Tomas Surovy che è il più lesto di tutti nello slot norvegese e mettere il disco alle spalle di Lars Haugen, subito dopo la Slovacchia beneficia di un’altra superiorità ma il punteggio non cambia e le squadre vanno alla prima pausa sul punteggio di 1-0 in favore della Slovacchia. Il secondo periodo si ape con un vero e proprio forcing degli slovacchi alla pota norvegese che culmina con la rete di Marek Daloga con missile dalla linea blu che insacca nella gabbia della Norvegia al 21.29, la Norvegia scossa mostra subito la sua reazione che la porta ad una superiorità numerica e questa volta gli scandinavi la convertono in rete grazie ad un bolide di Norstebo che sbatte contro il palo rimbalza sul goalie slovacco e si deposita in rete al 25.40, la Norvegia galvanizzata dalla rete si getta in avanti alla ricerca del pareggio, gli slovacchi sembrano in controllo del match ma al 35.40 Mats Olsen risolve una mischia davanti alla porta slovacca difesa da Jan Laco e porta in punteggio in parità sul 2 a 2 con cui si chiude il secondo drittel. La terza frazione si apre con la Norvegia sugli scudi, altra superiorità e altra rete con un bolide dalla blu da parte di Mattias Norstebo, un vero e proprio cecchino di potenza e precisione, la Slovacchia potrebbe capitolare quando al 47.08 si ritrova per cinque minuti in inferiorità numerica, di cui un minuto di doppia inferiorità ma riesce a non subire reti, a re minuti dal termine sono gli slovacchi a giocare in power play ma ogni assalto risulta vano e la Norvegia si aggiudica l’incontro per 3 a 2 assicurandosi i primi re punti di questo mondiale

SLOVACCHIA – NORVEGIA 2-3 (1-0; 1-2; 0-1)
Reti: 18.03 (1-0) Tomas Surovy (Marian Gaborik, Libor Hudeacek); 21.29 (2-0) Marek Daloga (Juraj Mikus, Tomas Tatar); 25.40 (2-1 PP) Mattias Norstebo (Jonas Holos, Mathis Olimb); 35.30 (2-2) Mats Olsen (Morten Ask, Andreas Martinsen); 41.56 (2-3 PP) Mattias Norstebo (Patrick Thoresen, Jonas Holos).

Classifica Gruppo B al 06 maggio: Usa* e Russia punti 9; Slovacchia e Bielorussia* punti 7; Finlandia* punti 6; Norvegia punti 3; Danimarca punti 1; Slovenia* punti 0.

(*) una partita in meno