Eastern Conference: Rangers e Canadiens padroni delle rispettive Division

Atlantic Division di Nicola Tosin

Division che ha regalato una singola novità nelle ultime due settimane di stagione regolare : la non qualificazione alla post-season da parte dei Bruins, a favore dei Senators che hanno chiuso la stagione regolare con tre vittorie consecutive. Gli stessi Bruins, in una palpitante ultima giornata, hanno perso all’OT contro i Bolts ma anche con la vittoria non avrebbero raggiunto i playoff, poiché dovevano sperare pure nella sconfitta dei Penguins contro i Sabres, cosa non avvenuta.
Atlantic dominata dall’inizio alla fine da parte dei Canadiens, in grado di mettere in cascina 50 vittorie e un totale di 110 punti in 82 partite, che equivale al secondo miglior punteggio della lega dietro i Rangers (113). Per i canadesi, mese iniziato con due sconfitte agli SO (Capitals e Devils) e proseguito con tre vittorie, di cui due (Red Wings, Maple Leafs) in extra-time. Top scorer di squadra : Pacioretty, con un totale di 67p (37+30) in 80 discese sul ghiaccio.

A due punti di distanza, ed unica franchigia in grado di contendere il primato ai canadesi e mettere in fila 50 vittorie in tale Division, si sono piazzati i Lightning. La squadra guidata da uno dei migliori GM delle lega, Steve Yzerman, ha giocato quattro partite nel mese di Aprile : una sconfitta all’OT contro dei Senators che cercavano la post-season, per poi vincere contro Panthers, Devils (OT) e quei Bruins (SO) di cui avevamo parlato all’inizio. Top scorer, a pari merito : Stamkos (43+29 in 82) e Johnson (29+43 in 77) con 72p realizzati.
In terza posizione i Red Wings, distanziati di otto punti dalla seconda del carrozzone. Franchigia che per l’intera stagione ha avuto a che fare con la questione “injury” ma nonostante ciò ha centrato i playoff per la ventitreesima stagione consecutiva. Stagione terminata in altalena, con un mese di Aprile fatto di una vittoria seguita da una sconfitta : 3 W e 3L. Top scorer, per la squadra della Motown City, il capitano Zetterberg con 65p (17+49) in 63 partite disputate.
A chiudere il cerchio delle squadre approdate ai playoff troviamo i Senators. Ad una sola lunghezza dai Red Wings, i canadesi hanno messo sul ghiaccio una seconda parte di stagione decisamente di alto livello. Nell’ultimo mese, in sei partite disputate, hanno perso solamente contro i Maple Leafs, oltretutto ai rigori. A cadere sotto i colpi di Karlsson & Co., rispettivamente : Lightning, Capitals, Penguins, Rangers e Flyers. Top scorer di franchigia il difensore Karlsson, con 66p (21+45) in 82 gare disputate.
Stagione terminata invece per : Bruins, Panthers, Maple Leafs e Sabres. Se le ultime due franchigie hanno fatto quasi la corsa per essere le peggior franchigie della lega, con Buffalo che ha totalizzato meno delle metà dei punti dei Canadiens, i Bruins e i Panthers hanno sperato fino alle ultime partite l’approdo ai playoff. A Florida non è bastato l’approdo di Jagr durante la trade deadline ed un record positivo nelle battute finali della stagione, mentre per Boston si è deciso tutto nelle ultime ore. Quest’ultimi, dopo cinque anni in cui hanno detto sempre la loro, portando a casa una Stanley Cup nel 2011 ed una finale nel 2013, sono stati costretti a sedersi sul divano.
Di seguito le serie di post-season che vedranno coinvolte le franchigie di tale Division : Canadiens (2i di Conference) contro i Senators (7i di Conference), Lightning (3i di Conference) contro i Red Wings (6i di Conference).

Classifica: MON 110, TBL 108, DET 100, OTT 99, BOS 96, FLO 91, TOR 68, BUF 54

 

Metropolitan Division di Emanuele Badessi

Con l’ultima giornata di regular season andata in archivio in nottata, vediamo qual’è la situazione finale della metropolitan division. A guidare il gruppo i Rangers che si sono aggiudicati il President trophy quali vincitori della regular season (113 punti e 53 vittorie, entrambi record di franchigia). Nelle ultime 4 uscite le blueshirts hanno infilato un tris di vittorie contro Columbus (4-2 in overtime), New Jersey (4-2) e Capitals (ancora 4-2) mentre si sono dovuti inchinare ad Ottawa corsara al Garden con un secco 3-0. Tra i giocatori, miglior realizzatore di stagione è Rick Nash con 69 punti (42 reti e 27 assist), seguito da Derick Brassard con 60 (19 reti e 41 assist per lui). Al primo turno di play off per i Rangers ci saranno i Penguins della coppia Crosby-Malkin. A ben 12 lunghezze di distanza, con 101 punti troviamo Washington: per la franchigia della capitale federale bilancio in pareggio nelle ultime 4 uscite di stagione con 2 vittorie (2-1 a Detroit e 3-0 in casa contro Boston) ed altrettante sconfitte (4-3 in overtime ad Ottawa e quella già citata con i Rangers a chiusura della stagione). Dando uno sguardo alle statistiche troviamo davanti a tutti Ovechkin con 81 punti (53 reti e 28 assist) che gli valgono il terzo Maurice “Rocket” Richard Trophy (quinto totale dall’esordio in NHL) quale miglior realizzatore della regular season. Dietro al talento russo troviamo a quota 78 (18 reti e 60 assist) Niklas Backstrom. Per i Capitals il primo turno di postseason sarà contro i rivali di division degli Islanders. Proprio questi ultimi occupano il secondo posto a parimerito con i Capitals. Anche per la franchigia di Long Island il bilancio delle ultime uscite parla di 2 vittorie (3-0 in casa contro i Sabres e 3-1 in quel di Steel City contro i Penguins) e 2 sconfitte (5-4 a Philadelphia ed ancora 5-4, ma ai penalty shot, contro Columbus in casa nell’ ultimo match di regular season giocato al Nassau Coliseum). Migliore nelle statistiche è sempre Capitan Tavares con 86 punti (38 reti e 48 assist) seguito a distanza siderale da Kyle Okposo con 51 punti (18 reti e 33 assist). In postseason a Tavares e soci toccherà, come detto poco sopra, incrociare le stecche con i Capitals nel primo turno di play off. Scendiamo ancora di 3 punti ed ai piedi del podio troviamo i Penguins con 98 punti. Nelle ultime 4 sfide i ragazzi di coach Johnston raccolgono una sola vittoria (2-0 nella season finale in casa dei Sabres) a fronte di 3 sconfitte (4-1 a Philadelphia, 4-3 in quel di Ottawa all’overtime e la già citata battuta d’arresto contro gli Isles). Mattatore della regular season è sempre Sidney Crosby con 84 punti (28 reti e 56 assist) seguito da Malkin a 70 punti (28 reti e 42 assist). Per i Penguins, come detto, la postseason comincerà contro i Rangers. A 9 lunghezze dai Penguins, con 89 punti, troviamo le Blue Jackets. Per la franchigia dell’ Ohio, non qualificata alla postseason, le ultime 4 uscite stagionali si sono chiuse con un bilancio di 3 vittorie (5-0 in casa con i Leafs, 4-2 sempre in casa contro i Sabres e la citata vittoria con gli Isles in trasferta) ed una sconfitta (quella contro i Rangers). Migliore dei suoi è Nick Foligno con 73 punti (31 reti e 42 assist) seguito 71 da Ryan Johansen (26 reti e 45 assist per lui). Scendiamo di altri 5 punti ed a 84 troviamo Philadelphia; per la franchigia della città dell’amore fraterno le ultime 4 sfide si risolvono in 2 vittorie contro Penguins ed Islanders e 2 sconfitte (entrambe casalinghe ed entrambe per 3-1) contro Carolina ed Ottawa. Migliore dei Flyers è risultato Voracek con 81 punti (22 reti e 59 assist) seguito con 73 punti da Claude Giroux (25 reti e 48 assist). A 6 lunghezza dai Flyers, con 78 punti, si piazzano i Devils; per la franchigia di oltre-Hudson la stagione si chiude con un poker di sconfitte: infatti arriva una doppia caduta nel derby delle 2 sponde dell’ Hudson contro i Rangers (6-1 e 4-2 i finali) seguita dalle sconfitte “on the road” contro Tampa (4-3 in overtime) e Florida (3-2). Migliore dei Devils è Henrique con 43 punti (16 reti e 27 assist) seguito ad una lunghezza da Cammalleri con 42 (27 reti e 15 assist). Mestamente a chiusura della classifica di division troviamo gli Hurricanes che si congedano dal loro pubblico con 3 sconfitte (4-3 a Buffalo, 3-2 a Detroit e 2-0 in casa a chiusura dell’ home-to-home contro le Red Wings) ed una sola vittoria (quella già citata contro Philadelphia). A guidare le statistiche di squadra troviamo Eric Staal con 54 punti (23 reti e 31 assist) seguito a 49 da Justin Faulk (15 reti e 34 assist).

Classifica: NYR 113, WSH 101, NYI 101, PIT 98, CBJ 89, PHI 84, NJD 78, CAR 71