Mondiali Donne Div. I gruppo B:una buona Italia è superata di misura dall’Ungheria

 

L’Italia scende in pista con l’Ungheria nel primo match della seconda giornata ai Mondiali di Div. I Gruppo B in svolgimento a Pechino, l’avvio è giocato dalle due squadre in modo abbastanza contratto, dopo una prima fase di studio sono le magiare a prendere il controllo del match ma senza creare grossi grattacapi a Daniela Klotz goalie di giornata a difesa della gabbia azzurra, l’Italia cerca di farsi vedere dalle parti di Aniko Nemeth goalie ungherese, ma la difesa è brava a limitare nel primo periodo che si chiude sullo 0-0 a soli quattro i tiri delle azzurre.
Nel secondo periodo l’Italia entra sul ghiaccio trasformata, aggressiva e incisiva conquistando subito un power play che non viene sfruttato, anche l’Ungheria beneficia di una superiorità numerica che la porta al vantaggio siglato al 28.12 da Dorottya Medgyes , l’Italia non si scompone e torna a farsi pericolosa nel terzo difensivo ungherese, l’Ungheria subisce un’altra penalità che questa volta viene capitalizzata dall’Italia con la rete di Valentina Ricca al 32.12, è sempre l’Italia a condurre le danze nel secondo drittel ma senza riuscire a passare in vantaggio quindi le due squadre vanno al secondo riposo sul 1-1.

La terza frazione prosegue sul filo conduttore della seconda con una bella Italia che tenta di mettere alle corde l’Ungheria, nell’ottavo minuto però l’Italia subisce una penalità che il power play ungherese trasforma in rete in pochi secondi nuovamente con Dorottya Medgyes, l’Italia riparte alla carica rendendosi pericolosa in diverse occasioni davanti alla gabbia dell’Ungheria, le azzurre tentano nel finale un assalto all’arma bianca ma non riescono a raggiungere il pareggio per cui l’Ungheria si aggiudica l’incontro per 2 a 1.

Nel secondo incontro si affrontano Slovacchia e Olanda, dopo l’equilibrio della fase iniziale la Slovacchia prende il comando delle operazioni, ma all’ottavo minuto è l’Olanda a passare in vantaggio con Bieke van Nes, la Slovacchia poco dopo ha una ghiotta opportunità per il pareggio giocando due superiorità numeriche (per 87 secondi il power play è doppio) ma la rete non arriva e le squadre vanno al primo riposo con le “tulipane” avanti 1-0. Nel secondo drittel la Slovacchia beneficia di altri tre power play accumulando molte chanches ma senza pervenire al pareggio, quando l’Olanda pensa che il pericolo sia passato al 39.33 le slovacche vanno in rete con Miriam Mikeskova al 39.33. Il tema tattico della terza frazione è sempre con la Slovacchia in attacco, l’Olanda che per difendersi è costretta a ricorrere al fallo cosi dopo due superiorità non sfruttate nel terzo periodo, alla terza occasione il power play della Slovacchia si sblocca e al 55.48 è Romana Kosecka a siglare la rete del 2-1, per tentare il recupero l’Olanda toglie il portiere ma le slovacche vanno in rete a porta vuota con Gabriela Zitnaska, a partita compromessa l’Olanda ci riprova a giostrare con sei giocatrici di movimento riuscendo ad accorciare le distanze al 59.41 con Zoe Babier, inutile l’assalto finale verso la porta difesa da Romana Kiapesova, l’incontro termina con la vittoria della Slovacchia per 3 a 2.

Il terzo incontro di giornata vede le padrone di casa della Cina opposte alla Corea del Nord, le cinesi al primo affondo costringono le coreane al fallo e subito passano in vantaggio dopo nemmeno un minuto dall’avvio con Mengying Zhang, le coreane costruiscono gioco ma le cinesi ad ogni affondo sono pericolose tanto che dopo dieci minuti la Cina è avanti 3-0, al 10.32 anche la Corea va in rete ma la terza rete personale di Mengying Zhang al 11.57 rimanda le coreane a tre reti di svantaggio, la Cina con il cospicuo vantaggio si limita a controllare le sfuriate delle avversarie, si arriva al con la quinta rete delle cinesi per mano di Rui Zhu, anche nell’ultimo periodo le cinesi praticano un gioco molto guardingo atto a non scoprirsi, la Corea riesce a segnare la seconda rete al 57.18 ma ormai è troppo tardi per una rimonta, la Cina si aggiudica l’incontro per 5 a 2.

UNGHERIA  – ITALIA 2-1 (0-0; 1-1; 1-0;)
Ungheria: Aniko Nemeth (Renata Poltzer); Franciska Kiss-Simon, Monika Molnar, Kitty Trencsenyi, Dorottya Medgyes, Eniko Toth, Bernadett Nemeth, Sarolt Csiszer, Zoa Gottlibet; Kinga Jokai-Szilagyi, Zsofia Jokai-Szilagyi, Andrea Kiss, Lotti Odnoga, Rebeka Ungar, Reka Dabasi, Tifani Horvath, Hanna Pinter, Lili Pinter, Nora Brgles, Alexandra Ronai, Vivien Somogyi. Coach: Dwayne Gylywoychuk.
Italia: Daniela Klotz (Giulia Mazzocchi) Valentina Ricca. Valentina Bettarini, Linda De Rocco, Nadine Zaccherini, Elena Ballardini, , Michelle Masperi, Anneke Orlandini, Franziska Stocker, Anna de la Forest, Eleonora Dalprà, Carola Saletta, Federica Zandegiacomo, Beatrix Larger, Samantha Gius, Silvia Carignano, Eleonora Bonafini, Hanna Elliscasis,  Alice Gasperini, Giorgia Battisti; Coach: Marco Liberatore

Reti:  28.42 (1-0 PP) Dorottya Medgyes (Lili Pinter); 32.12 (1-1 PP) Valentina Ricca (Carola Saletta) 47.06 (2-1 PP) Dorottya Medgyes (Kinga Jokai-Szilagyi).
Tiri: Ungheria 24 (9,7,8) Italia 22 (4,15,12)
Penalità: Ungheria 8 (2,4,2) Italia 8  (4,2,2)

 

Risultati e Calendario

Lunedi 06 aprile
Corea del Nord -Ungheria 1-5 (0-2; 0-1; 1-2)
Italia – Slovacchia 3-4 dtr (2-3; 1-0; 0-0; 0-0; 0-1)
Olanda – Cina 3-2 dtr (0-1; 1-1; 1-0;0-0; 1-0)
Martedì 07 aprile
Ungheria – Italia 2-1 (0-0; 1-1; 1-0)
Slovacchia – Olanda 3-2 (0-1; 1-0; 2-1)
Cina – Corea del Nord 5-2 (4-1; 1-0; 0-1)

Classifica: Ungheria punti 6,Slovacchia punti 5, Cina punti 4, Olanda punti 2, Italia punti 1, Corea del Nord punti 0

Giovedì 09 aprile
Slovacchia – Corea del Nord
Italia – Olanda
Cina – Ungheria

Sabato 11 aprile
Ungheria – Slovacchia
Olanda – Corea del Nord
Cina – Italia

Domenica 12 aprile
Corea del Nord – Italia
Ungheria – Olanda
Slovacchia – Cina