Il Bolzano non molla mai – Linz battuto in gara 6, venerdì la sfida decisiva

(com. stampa HC Bolzano) – Il Bolzano doveva reagire e reazione è stata. Linz battuto al Palaonda per 2 a 1, grazie ai goal di Insam e Nesbitt e alla carica del pubblico, il vero e proprio settimo uomo di Egger e compagni. Un match giocato in modo intelligente dai biancorossi, in avanti nel primo tempo e al raddoppio nel secondo. Poi Lebler riesce ad accorciare le distanze, ma non basta. La sfida decisiva di questa incredibile battaglia si giocherà a Linz, venerdì sera, ore 19.30. Chi vince, vola in semifinale.
Partita molto tattica nel primo tempo, le squadre stanno attente a non scoprirsi e la prima occasione è frutto di un’intuizione personale, quella di Schofield, che semina il panico nella difesa avversaria e va vicino al goal, prendendosi comunque un fallo. Il powerplay biancorosso è però da insufficienza piena, mentre il Linz, in una successiva superiorità, mette i brividi al pubblico di casa insediandosi per oltre un minuto nel terzo difensivo del Bolzano. Tornati in cinque contro cinque i Foxes riescono a sfondare grazie a Marco Insam che, grazie alla complicità di Ouzas, centra l’1 a 0. Il clima è teso e la partita si gioca sul filo dei nervi, la prima frazione termina con il Bolzano avanti di uno.

Biancorossi che partono con il piede sull’acceleratore nel periodo centrale e l’assedio alla porta di Ouzas porta i suoi frutti: nel corso della stessa azione prima Egger sbaglia a porta vuota, poi il goalie ospite si inventa una parata incredibile su Schofield e infine in mischia arriva Derek Nesbitt a infilare il 2 a 0. Bolzano che può gestire subito dopo anche in powerplay, ma nonostante due ottime occasioni e una pressione asfissiante il tris non arriva. Da quel momento in poi il Linz si rimette in sesto e inizia pian piano a schiacciare i Foxes nel terzo di difesa: Hubl però abbassa la saracinesca, dall’altra Insam e Keller provano a colpire di rimessa, ma dopo 40 minuti il risultato vede i padroni di casa sul 2 a 0.
Il terzo drittel è sofferenza pura. Il Bolzano nei primi minuti riesce a contenere senza problemi le incursioni degli austriaci, che però pian piano alzano il baricentro. Foxes che respirano quando in panca puniti finisce Lebler, ma il numero 7 del Linz al rientro in pista accorcia le distanze sull’assist di Iberer. Poi è ancora lui ad andare a scaldare il pancone dei cattivi, il Bolzano non sfrutta il powerplay e nel finale la tensione è alle stelle, con i Black Wings che le provano tutte anche con il sesto uomo di movimento, non riuscendo però a bucare la porta di uno stellare Hubl. Gara 6 è biancorossa, venerdì a Linz l’atto decisivo di questa sfida.

“La pressione adesso è tutta sulle loro spalle – così capitan Alexander Egger – noi siamo stati capaci di dimenticare la partita di domenica e devo ringraziare anche questa fantastica curva, il nostro settimo uomo”.

HCB Foxes – Black Wings Linz 2-1 (1-0, 1-0, 0-1)
Reti: 12:30 Marco Insam (1-0); 23:24 Derek Nesbitt (2-0); 52:38 Bryan Lebler

Tags: ,