Al Milano il cuore non basta, l’Asiago vince con merito e vola in finale

Milano e Asiago si ritrovano sul ghiaccio dell’Agorà per questa gara 4 di semifinale con la squadra dell’Altopiano che ha vinto le tre precedenti sfide della serie, dopo le prime fasi di studio il primo sussulto è dell’Asiago che al 02.20 con Bentivoglio che ben imbeccato in contropiede non riesce a superare il goalie del Milano, e minuti più tardi, pregevole azione di Vallorani che recupera un disco a centro pista e si invola verso la gabbia dell’Asiago ma non riesce a superare Marozzi, l’Asiago è molto pericoloso con la sua prima linea e al settimo minuto Caffi è abile a sventare una situazione di pericolo davanti alla porta meneghina, il Milano gode di una superiorità numerica ma nonostante la buona circolazione del disco non riesce ad andare in rete, al quattordicesimo minuto al termine di un’azione manovrata Frei  colpisce il palo esterno della porta asiaghese, ma nel momento migliore del Milano, è l’Asiago a passare con un tiro dalla blu di Marchetti che si infila nella porta dei rossoblù, il Milano prova a replicare immediatamente ma l’Asiago si difende con ordine e il primo parziale si chiude con gli ospiti avanti 1 a 0.Hockey Milano Rossoblu - Asiago Hockey 1935

La seconda frazione vede l’Asiago iniziare con grinta e determinazione, bastano solo 74 secondi a Sullivan per risolvere in proprio favore una mischia davanti alla gabbia difesa da Caffi, il Milano accusa il colpo e solo 22 secondi più tardi Nigro appostato nello slot riceve un assist che chiede solo di essere spinto in rete ed è 3 a 0 per l’Asiago. Coach Curcio chiama timeout per riorganizzare un Milano smarrito, due minuti più tardi è Lutz ad andare in rete per il Milano in superiorità numerica, il pubblico è galvanizzato e prova a spingere i suoi beniamini che protesi all’attacco si espongono ai contropiedi degli “stellati” in uno di questi Ulmer scheggia la traversa della gabbia di Caffi. all’ottavo minuto è ancora l’Asiago ad allungare con un tiro di Miglioranzi dalla blu,  che Caffi, coperto da più giocatori, non riesce a fermare. Milano riparte alla carica e una bella combinazione tra Caletti e Vallorani porta il bomber meneghino a trovare la rete per il 2 a 4. La partita è vibrante e le squadre si affrontano a viso aperto, sul finale del perido il Milano dispone di quattro minuti di superiorità numerica, ma nonostante il forcing dei padroni di casa, Marozzi e la difesa dell’Asiago reggono l’urto e le squadre vanno al secondo riposo con l’Asiago avanti  4 a 2 nel punteggio.

Hockey Milano Rossoblu - Asiago Hockey 1935

Nel terzo periodo il Milano inizia bene ma l’Asiago non molla un centimetro nonostante il vantaggio e ribatte colpo su colpo. e ancora una volta con il Milano sbilanciato un perfetto contropiede è finalizzato in rete da Marchetti che batte Caffi con un preciso diagonale, Lutz prova a riaccorciare le distanze ma il suo tiro è fuori di millimetri, Milano mette in campo la sua qualità migliore, il cuore, ma a volte non basta, l’Asiago è più forte e si aggiudica anche questa gara 4 che gli permette di approdare meritatamente alla finale per lo scudetto.

Hockey Milano Rossoblu – Asiago Hockey 1935 2-5 (0-1, 2-3, 0-1)/ Asiago vince Serie 0-4
Reti: 15.19 (0-1) Stefano Marchetti (Diego Iori, Layne Ulmer); 21.14 (0-2) Dan Sullivan (Diego Iori, David Borrelli); 21.36 (0-3) Anthony Nigro (Diego Iori, David Borrelli); 23.39 (1-3 PP) Andreas Lutz (David Valloani,Nicola Fontanive); 28.23 (1-4) Enrico Miglioranzi (Kevin DeVergilio, Layne Ulmer); 31.37 (2-4) David Vallorani (Edoardo Caletti); 49.04 (2-5) Stefano Marchetti (Anthony Nigro, David Borrelli).

Formazione Milano: A. Caffi; (F. Tesini); C.Murray, R. Re, M.Campanale, A.Lutz, M. Waddell; N.Lo Russo; N.Fontanive, E.Caletti, D.Vallorani; T.Migliore, A.Petrov, A.Frei, F.Colombo, T.Terzago, M.Borghi, S.Gherardi, A.Folini, L.Piccinelli; Allenatore: P. Curcio

Formazione Asiago: V.Marozzi (A.Tura); S.Marchetti, S.Hotham, E.Miglioranzi, L.Casetti, M.Strazzabosco, D.Sullivan, A.Strazzabosco; M.Tessari, D.Borrelli, M.Presti, K. DeVergilio, A.Nigro, L.Ulmer, N. Tessari, S.Bentivoglio, F.Benetti, D.Iori, M.Stevan; Allenatore: J. Parco

Tiri in porta: Milano 39 (10/14/15) – Asiago 35 (13/9/13)
Penalità: Milano 2×2’ – Asiago 6×2’
Arbitri: Fabio Lottaroli e Luca Cassol; Giudici di linea: Stefano Terragni e Luca Zatta
Spettatori: 2433

Tags: