EWHL – Le Sabres di Vienna si riprendono il trono. Al Bolzano l’onore delle armi

Due anni di bocconi amari per le Sabres di Vienna, una finale persa contro Minsk nel 2013 e l’incredibile eliminazione in semifinale la scorsa primavera. Questa volta l’esperienza non permette alle austriache di distrarsi ma di continuare altresì ad essere la trebbiatrice di questo campionato che le ha viste imporsi in modo netto ovunque. E’ il quarto titolo per le giallonere in 11 anni di questa competizione nata nel 2004 e che ha visto come prima campionessa proprio la formazione delle Tigri viennesi. A questo si aggiunge un argento e tre bronzi per un totale di otto podi su 11. C’è comunque una bolzanina che festeggia, Valentina Bettarini che da tanti anni vive e gioca a Vienna dal suo ruolo di difesa.

«E’ stato per me è stato qualcosa di più – ha detto la bolzanina dopo la vittoria – conquistare il titolo nella mia terra natale. C’era qui non solo la mia famiglia ma tutti i miei amici, e molti, che non mi vedevano giocare da tempo. E questo mi ha motivato molto. A differenza dell’anno scorso abbiamo giocato molto concentrate fino alla fine e ciò ci ha portato alla vittoria».

Al Bolzano, costretto a cedere lo scettro, la consapevolezza di averci provato e la soddisfazione del riconoscimento della Federazione austriaca per l’incarico all’EV Bozen di organizzare la Final Four. L’argento delle sudtirolesi è la quarta medaglia dopo il successo dell’anno scorso e il terzo posto del lontano 2006.
Quattro dei nove gol che hanno interrotto i sogni di gloria del Bolzano sono stati realizzati da Anna Meixner, non appagata dalle 36 marcature delle 17 gare di regular season. Tris di Esther Kantor.
Terzo posto per il Salisburgo che sale sul podio per la quinta volta (senza mai vincere) due anni dopo l’ultima volta. In quel frangente sconfisse nella finalina proprio il Bolzano.

freccia Calendariofreccia Classifica finale e statistiche
freccia I video delle partite (da ustream.tv)

All Star Team
(decisi dalle squadre)
MARCHHART Paula (DEC Salzburg Eagles)
BOULTON Regan (EHV Sabres Wien) – ZITNANSKA Gabriela (HC SKP Bratislava)
MEIXNER Anna (EHV Sabres Wien) – KANTOR Esther (EHV Sabres Wien) – FURLANI Chelsea (EV Bozen Eagles)

Miglior portiere: VIGILANTI Victoria (EHV Sabres Wien)
Top Goal Scorer: MEIXNER Anna (EHV Sabres Wien)
Top Scorer (punti): MEIXNER Anna (EHV Sabres Wien)


Finale 1° posto
EHV Sabres Vienna – HC EVB84 Eagles Bolzano
5-2 (0-0, 1-1, 4-1) – gara 1, sabato 7 marzo
4-1 (1-0, 0-1, 3-0) – gara 2, domenica 8 marzo
Somma: 9-3
Precedenti stagionali: 5-0, 5-0 a tavolino, 10-2, 6-5

Gara 1 – Le Eagles buttano la partita

(dal sito delle Eagles Bolzano) – Cinquanta minuti magistrali, 10 minuti di pazzia e le Eagles consentono alle Sabres di mettere una mano sulla coppa.
Partita al fulmicotone dall’altissimo tasso tecnico e tattico gara 1 per il titolo. Pubblicità per l’hockey femminile. Ad affrontarsi le Sabres di Vienna, e le Eagles di Bolzano. Le Eagles partono a testa bassa con un pressing asfissiante che non consente alle Sabres di impostare il loro gioco. Tatica azzeccata, perché non riescono a piazzare la loro arma migliore: il passaggio lungo sulle velocissime Anna Meixner e Esther Kantor. Con le Eagles a chiudere diligentemente tutti gli spazi, le Sabres a volte non riescono ad uscire dal loro terzo. I sette tiri in porta per parte nel primo tempo sono preda sicura delle due estreme Victoria Vigilanti und Daniela Klotz. 0:0 dopo il primo tempo con chiara vittoria tattica per il coach delle Eagles Marco Liberatore sul suo pari Mikka Värälää.
Fino al 13° del secondo tempo le Eagles rimangono perfettamente in bolla, poi Kaitlin Spurling sfrutta il primo errore e trafigge il goalie delle Eagles. Non passano tre minuti e le Eagles si rimettono in carreggiata. Jo Peroff semina il panico nella difesa delle Sabres che si concentra sulla canadese, passaggio smarcante su Beatrix Larger che il disco al volo spedisce il disco in rete. Segue un assedio alla porta delle Sabres con Samantha Gius che perde il momento buono per il 2:1. Sul fronte opposto, Daniela Klotz, con un riflesso che ha dell’incredibile, tira fuori un disco destinato a insaccarsi su deviazione di una compagna di squadra a un metro.
1:1 dopo due tempi è comunque un ottimo risultato anche se le Eagles sono andate alla conclusione più spesso delle più quotate Sabres. Anche nel terzo tempo la partita rimane su ritmi altissimi. Entrambe le squadre non fanno sconti. Entrambe le squadre costruiscono numerosi occasioni ma i due portieri sono in serata di grazia. Al 50° inizia il momento di pazzia delle Eagles. Prima le Sabres sfruttano una situazione di superiorità numerica di quasi quattro minuti consecutivi per il 2:1. Poi, tra il 55. e il 59°, tre errori spianano la strada alla vittoria alle Sabres che colpiscono proprio con chi doveva essere guardata a vista: Esther Kantor e Anna Meixner. A quindici secondi dal termine ancora Beatrix Larger rende meno amaro il calice segnando la doppietta personale. Per gara 2 le squadre si affrontano nuovamente, ma il risultato di 5:2 per le Sabres, se non impossibile da ribaltare, è comunque una seria ipoteca sulla coppa.

07/03/2015
EHV Sabres Vienna – EV Bozen Eagles 5-2 (0-0, 1-1, 4-1)
Marcatrici: 32:23 (1-0) Kailin Spurling, 34.40 (1-1) Beatrix Larger (Peroff), 49.28 (2-1, PP) Charlotte Wittich (Hanser), 54.12 (3-1) Esther Kantor, 57:19 (4-1) Esther Kantor (Meixner), 58.26 (5-1) Anna Meixner (Kantor), 59.44 (5-2) Beatrix Larger (De Rocco)
EHV Sabres Vienna: Victoria Vigilanti (Nicole Arnberger), Valentina Bettarini, Regan Boulton, Katharina Hybler, Ines Kropf, Katharina Heuberger, Anna Meixner, Kaitlin Spurling, Charlotte Wittich, Susanne Schemmerl, Esther Kantor, Monika Vlcek, Anna Hanser, Nadia Granitz. Allenatore: Mika Väärälä
EV Bozen Eagles: Daniela Klotz (Martina Marangoni), Nadine Zaccherini, Linda De Rocco, Elena Ballardini, Michelle Masperi, Franziska Stocker, Nadia Mattivi, Anita Muraro, Anneke Orlandini, Chelsea Furlani, Jordanna Peroff, Anna De La Forest, Eleonora Dalprà, Carola Saletta, Beatrix Larger, Samantha Gius, Eleonora Bonafini, Mia Campo Bagatin, Federica Zandegiacomo, Silvia Carignano. Allenatore: Marco Liberatore
Arbitri: Benvegnù A. (Wiest A., Sartori L.)
Tiri: 25-27
Penalità: 12-12
Spettatori: 420

Gara 2 – Le Eagles si arrendono alle Sabres

(dal sito delle Eagles Bolzano) – La final four dell’EWHL tenutasi a Egna lo scorso fine settimana era ottima pubblicità per l’hockey femminile. Ha vinto la squadra che già durante tutta la stagione ha lasciato il vuoto dietro di sé.
Dopo il 2011 e il 2012 le Sabres di Vienna assaporano quindi nuovamente la vittoria e si portano a casa la prestigiosa coppa. Sorprendentemente escluse dalla finale la scorsa stagione, questa volta le viennesi si presentano concentratissime. Modestamente anche perché l’avversario meritava concentrazione.
In effetti, le Eagles si sono rivelate per lunghi tratti un avversario temibile e quasi alla pari. Almeno per 100 minuti in due partite.
Le Sabres avrebbero potuto amministrare con relativa tranquillità i tre gol di scarto della vittoria per 5:2 del giorno prima, ma non fanno l’errore di farsi pressare nel proprio terzo come appunto il giorno prima.
Le solite ignote Anna Meixner e Esther Kantor trovano sulla loro stecca ottime occasioni per passare in vantaggio ma il goalie delle Eagles Daniela Klotz conferma lo stato di splendida forma messo in mostra già il giorno prima. Sul versante opposto anche Victoria Vigilanti si fa però trovare sempre pronta sulle conclusioni, comunque troppo complesse delle Eagles.
Al 17° le Sabres comunque passano. Anna Meixner, assolutamente indisturbata riesce a piazzare un tiro di polso secco sotto la traversa. E’ la sveglia per le Eagles che riescono ad aumentare il ritmo ma vengono premiate appena al 34°. Nadia Mattivi tira dalla linea blu e il disco trova la via in rete. Le Eagles ci mettono il cuore e si buttano in avanti aprendo praterie alle Sabres che puntano sempre sullo stesso schema: passaggio sulla sponda a Anna Meixner o Esther Kantor e assolo di una delle due. Nella frazione conclusiva si presentano addirittura in due davanti a Daniela Klotz che prima riesce a parare la conclusione della Meixner e subito il tentativo di segnare su rebound della Kantor. L’incontro è tecnicamente di altissimo livello anche se molto meno tattico di quello del giorno prima. Il Presidente della FISG Andrea Gios nonché il Presidente del Comitato Alto Adige Christian Trettl e l’Assessore Provinciale allo sport e le par opportunità Martha Stocker sono comunque molto compiaciuti per l’alto livello dimostrato dalle due squadre.
I momenti finali della partita sembrano comunque una fotocopia delle ultime due partite giocate contro le Sabres: attimi di pazzia e le viennesi colpiscono. Tra il 53° e il 57° Kantor e Anna Meixner piazzano altre tre stoccate, di cui due in superiorità numerica e sottolineano, se ci fossero stati ancora dubbi, chi è la migliore dell’EWHL.
Le Eagles sono comunque orgogliose della medaglia d’argento che si aggiunge all’oro della passata stagione, a conferma che il progetto iniziato tre anni fa, è valido e porta frutti.

07/03/2015
EHV Sabres Vienna – EV Bozen Eagles 4-1 (1-0, 0-1, 3-0)
Marcatrici: 16:34 (1-0) Anna Meixner, 33.54 (1-1) Nadia Mattivi, 52.53 (2-1, PP) Esther Kantor, 55:03 (3-1) Anna Meixner, 56:39 (4-1, PP) Anna Meixner
EHV Sabres Vienna: Victoria Vigilanti (Nicole Arnberger), Valentina Bettarini, Regan Boulton, Katharina Hybler, Ines Kropf, Katharina Heuberger, Anna Meixner, Kaitlin Spurling, Charlotte Wittich, Susanne Schemmerl, Esther Kantor, Monika Vlcek, Anna Hanser, Nadia Granitz. Allenatore: Mika Väärälä
EV Bozen Eagles: Daniela Klotz (Magdalena Höller), Nadine Zaccherini, Linda De Rocco, Elena Ballardini, Michelle Masperi, Franziska Stocker, Nadia Mattivi, Anita Muraro, Anneke Orlandini, Chelsea Furlani, Jordanna Peroff, Anna De La Forest, Eleonora Dalprà, Carola Saletta, Beatrix Larger, Samantha Gius, Eleonora Bonafini, Mia Campo Bagatin, Federica Zandegiacomo, Silvia Carignano. Allenatore: Marco Liberatore
Arbitri: Benvegnù A. (Sartori L., Pace F.)
Tiri: 28-26
Penalità: 10-8
Spettatori: 300


Finale 3° posto
DEC Adler Salisburgo – HC Sportovy klub Policie Bratislava
5-1 (1-0, 3-0, 1-1) – gara 1, sabato 7 marzo
3-1 (0-0, 1-0, 2-1) – gara 2, domenica 8 marzo
Somma: 8-2
Precedenti stagionali: 4-2, 1-0, 3-5, 3-4 ot

Obiettivo centrato quello delle altre Eagles, quelle di Salisburgo che dopo essersi trovate fuori dalla finale sono almeno salite sul podio. Di fronte la squadra della polizia di Bratislava che una settimana prima aveva sbranato le concittadine di Mozart. Il 5-1 della prima partita ha spianato la strada alle salisburghesi che han potuto giocare tranquille la gara del giorno dopo. Sabato Julia Kainberger realizza una doppietta aprendo le marcature al 5° e segnando ancora al 39°. Due reti anche per Aby Laking (21° e 36°), nel terzo tempo una per Lopez (43°) e per Zitnanzka poco dopo nell’unica rete slovacca in powerplay.
Poche ore dopo nessuna rivincita per Bratislava che esce sconfitto dal ghiaccio di Egna per 1-3. Le slovacche devono partire subito all’attacco ma i portieri nei primi 20 minuti non si lasciano trafiggere. Grandi occasioni anche per il Salisburgo che si trova anche a giocare all’inizio della ripresa in 5 contro 3. Al 31° le austriache vanno in vantaggio con una deviazione di Laking su passaggio lungo di Kainberger. Il goalie Paula Marchhart si dimostra uno dei migliori di questa EWHL e non ci sono soddisfazioni per le attaccanti slovacche. Negli ultimi 20 minuti la rassegnazione incide nel morale di Bratislava, anche quando al 45° Petrasova segna il tanto agognato pareggio. Il successo in gara 2 va in ogni caso ancora a Salisburgo: al 55° in un minuto segnano Welch e Lopez.

07/03/2015
DEC Salzburg Eagles – HC SKP Bratislava 5-1 (1-0, 3-0, 1-1)
Marcatrici: 05:01 (1-0) Kainberger J. (Palova N.), 21:34 (2-0) Laking A. (Lopez A.), 36:18 (3-0) Laking A. (Lopez A.), 39:35 (4-0) Kainberger J., 41:11 (5-0) Lopez A. (Laking A., Welch J.), 43:13 (5-1) Zitnanska G. (Herichova M.)
DEC Salzburg Eagles: Marchhart P. (Schoibl S.); Brunner M., Laking A., Volgger S., Brunner N., Hager M., Pancakova V., Brunner S., Lopez A., Hausberger S., Welch J.; Fazokas A., Kittredge K., Polczik P., Kainberger J.
HC SKP Bratislava: Kiapesova R. (Lettrichova A.); Novotna P., Maskalova V., Kosecka R., Koysova B., Zaborska L., Trebulova R., Istocyova L., Herichova M., Fedorockova S., Korenkova T.; Curmova L., Klimasova I., Palova N., Petrasova I., Zitnanska G., Istocyova T., Drabekova L., Rakova E., Honeckova R., Gaborcikova A.
Arbitri: Virta T. (Wiest A., Pace F.)
Tiri: 28-21
Penalità: 16-12
Spettatori: 100

08/03/2015
DEC Salzburg Eagles – HC SKP Bratislava 3-1 (0-0, 1-0, 2-1)
Marcatrici: 30:34 (1-0) Laking A. (Welch J., Kainberger J.), 45:44 (1-1) Trebulova R. (Klimasova I., Herichova M.), 55:08 (2-1) Welch J. (Laking A.), 56:45 (3-1) Lopez A. ( Welch J., Kainberger J.)
DEC Salzburg Eagles: Marchhart P. (Schoibl S.); Brunner M., Laking A., Volgger S., Brunner N., Hager M., Pancakova V., Brunner S., Lopez A., Hausberger S., Welch J.; Fazokas A., Kittredge K., Polczik P., Kainberger J.
HC SKP Bratislava: Kiapesova R. (Lettrichova A.); Novotna P., Maskalova V., Kosecka R., Koysova B., Zaborska L., Trebulova R., Istocyova L., Herichova M., Fedorockova S., Korenkova T.; Curmova L., Klimasova I., Palova N., Petrasova I., Zitnanska G., Istocyova T., Drabekova L., Rakova E., Honeckova R., Gaborcikova A.
Arbitri: Virta T. (Wiest A., Pace F.)
Tiri: 24-27
Penalità: 16-6
Spettatori: 100


Albo d’oro della EWHL

2012/13
11ª edizione
  1. EHV Sabres Vienna (AUT)
  2. HC Eagles Bolzano (ITA/argento)
  3. DEC Eagles Salisburgo (AUT/bronzo)
2013/14
10ª edizione
  1. HC Eagles Bolzano (ITA)
  2. Neuberg Highlanders (AUT/argento)
  3. EHV Sabres Vienna (AUT/bronzo)
2012/13
9ª edizione
  1. HC Pantera Minsk (BLR)
  2. EHV Sabres Vienna (AUT/argento)
  3. DEC Eagles Salisburgo (AUT/bronzo)
2011/12
8ª edizione
  1. EHV Sabres Vienna (AUT)
  2. Slovan Bratislava (SVK/argento)
  3. HC Pantera Minsk (BLR/bronzo)
2010/11
7ª edizione
  1. EHV Sabres Vienna (AUT)
  2. Slovan Bratislava (SVK/argento)
  3. ESC Planegg (GER/bronzo)
2009/10
6ª edizione
  1. ESC Planegg (GER)
  2. The Ravens Salisburgo (AUT/argento)
  3. EHV Sabres Vienna (AUT/bronzo)
2008/09
5ª edizione
  1. HC Slavia Praga (CEC)
  2. ESC Planegg (GER/argento)
  3. OSC Berlino (GER//bronzo)
2007/08
4ª edizione
  1. HC Slavia Praga (CEC)
  2. The Ravens Salisburgo (AUT/argento)
  3. EHV Sabres Vienna (AUT/bronzo)
2006/07
3ª edizione
  1. Slovan Bratislava (SVK)
  2. The Ravens Salisburgo (AUT/argento)
  3. HK Terme Maribor (SLO/bronzo)
2005/06
2ª edizione
  1. Slovan Bratislava (SVK)
  2. HK Terme Maribor (SLO/argento)
  3. HC Eagles Bolzano (ITA/bronzo)
2004/05
1ª edizione
  1. EHV Sabres Vienna (AUT)
  2. HK Terme Maribor (SLO/argento)
  3. Agordo Hockey (ITA/bronzo)