SFG2: l’Asiago espugna l’Agora e si porta 2 a 0 nella serie

Due le certezze dopo gara 2: l’Asiago è più forte, almeno in questa parte di stagione, ed il Milano non molla mai, soprattutto per quello visto nel finale questa sera. Negli ospiti, oltre a Pace, sono assenti Magnabosco, infortunato, e Devergilio, squalificato.

Coach Curcio deve rinunciare ancora una volta a Gron e Latin. Dietro si gira a cinque con Murray, Lutz, Waddell, Campanale e Re. In attacco vengono schierate le seguenti linee: Vallorani, Fontanive e Caletti; Petrov, Migliore e Colombo; Frei, Borghi e Terzago.
Hockey Milano Rossoblu - Asiago Hockey 1935I rossoblù, spinti dagli oltre 1800 spettatori, iniziano subito in avanti ed impegnano Marozzi con Fontanive, Waddell e Lutz. Gli ospiti rispondono con Matteo Tessari ben servito da Ulmer. Il Milano preme; la coppia d’oro, Vallorani-Fontanive, crea ma il tiro di quest’ultimo viene ancora una volta deviato da un attento Marozzi, in serata di grazia. Dopo un miracolo di Caffi sull’ex di turno, Iori, al minuto 8.07, in superiorità, Lutz porta in vantaggio i padroni di casa con un preciso tiro che si infila nel sette alla destra del goalie vicentino. L’Asiago, grazie anche a qualche decisione dubbia della quaterna, ha a disposizione, prima, un power play, Fontanive in penalty box, e, poi, 1.46 di 5vs3 e 24″ di 5vs4, ma Caffi fa buona guardia e abbassa la saracinesca su Borrelli e Bentivoglio.
Il tempo si chiude con una conclusione di Caletti ed un fallo non fischiato su Fontanive.

Hockey Milano Rossoblu - Asiago Hockey 1935Il secondo periodo si apre con un power play non sfruttato dal Milano, che crea con Frei e Murray dalla blu. Al 12.20 gli ospiti pareggiano con Nigro ben servito da Borrelli. Prima del secondo intervallo c’è ancora tempo per un pericolo per parte, Presti e Vallorani i protagonisti.

L’inizio del terzo drittel è tutto targato giallorosso, infatti in 6.12 gli ospiti chiudono il match, grazie alle reti di Nigro, Presti e Hotham. Curcio sostituisce Caffi per Tesini. I Rossoblu provano a riaprire l’incontro con Fontanive, Murray e Waddell. Il Milano tenta il tutto per tutto, toglie il proprio goalie per un uomo di movimento in più, ma il risultato non cambia.

Il prossimo appuntamento è fissato per sabato 14 all’Odegar quando si giocherà gara 3, intanto Strazzabosco e soci  possono festeggiare il doppio vantaggio nella serie.

Hockey Milano Rossoblu – Asiago Hockey 1935 1-4 (1-0, 0-1, 0-3)/ Serie 0-2
Reti: 08:07 (1-0) A.Lutz (E.Caletti/D.Vallorani) in sup.num.; 32:20 (1-1) A.Nigro (D.Borrelli/D.Iori); 40:49 (1-2) A.Nigro (D.Iori/D.Borrelli); 44:42 (1-3) M.Presti (F.Benetti/D.Sullivan); 46:12 (1-4) S.Hotham

Formazione Milano: A. Caffi; dal 46:12 Tesini; C.Murray, R. Re, M.Campanale, A.Lutz, M. Waddell; N.Lo Russo; N.Fontanive, E.Caletti, D.Vallorani; T.Migliore, A.Petrov, A.Frei, F.Colombo, T.Terzago, M.Borghi, S.Gherardi, L.Piccinelli; Allenatore: P. Curcio

Formazione Asiago: V.Marozzi (A.Tura); S.Marchetti, S.Hotham, E.Miglioranzi, L.Casetti, M.Strazzabosco, D.Sullivan, A.Strazzabosco; M.Tessari, D.Borrelli, N.Presti, A.Nigro, L.Ulmer, N. Tessari, S.Bentivoglio, F.Benetti, D.Iori, M.Stevan, F.Pace; Allenatore: J. Parco

Tiri in porta: Milano 47 (15/16/16) – Asiago 28 (16/6/6)
Penalità: Milano 3×2’ – Asiago 4×2’
Arbitri: Andrea Benvegnù e Michele Gastaldelli; Giudici di linea: Matthias Cristeli e Federico Pace
Spettatori: 1823