SFG1 : un Asiago creativo fa sua gara 1

Di fronte a 1060 spettatori, all’Odegar di Asiago si presenta gara 1 di una delle sfide più sentite degli ultimi 15 anni di hockey su ghiaccio. Inizio di semifinale in cui i padroni di casa dell’Asiago devono fare a meno di DeVergilio, per lui ancora tre turni di squalifica da scontare, Magnabosco, brutta botta al ginocchio in gara 6 contro l’Appiano, e alcuni elementi del blocco dei giovani (Mattivi, Andrea Strazzabosco, Olivero, Munari); per il Milano continua a spiccare l’assenza di Gron, mentre Leone si accomoda in tribuna per il turnover.
Starting VI dell’Asiago che vede confermato Matteo Tessari in prima linea con Bentivoglio ed Ulmer, sostenuti da Miglioranzi e Hotham; Milano con Campanale, Murray, Colombo, Migliore, Petrov. A difesa della gabbia, rispettivamente Marozzi e Caffi.

Il 24enne italiano si presenta sicuro fin dall’inizio, bloccando M. Tessari dopo 22’’ di gioco. Borrelli si divora una rete al primo tic della lancetta e dopo poco il Milano passa : è il minuto 1:51 quando un disattento Marozzi non copre bene il primo palo e per Terzago si presenta una facile deviazione su tiro di Campanale dalla blu. Passano pochi secondi e Colombo rischia il 0-2, mentre una pinzata di Caffi blocca un attivo Borrelli al minuto 3:34. Il goalie lombardo si supera fra il minuto 6:46 e il minuto 8:18, quando stoppa per quattro volte, due occasioni cadauno, Ulmer e Borrelli. Borghi si accomoda in panca puniti al minuto 9:10 ma l’Asiago si limita ad effettuare una buona gestione del puck, senza creare grossi pericoli. Ottimo riflesso di Marozzi su deviazione di Colombo al minuto 12:37, mentre Iori va vicino al pareggio un minuto esatto dopo. Al minuto 14:39 Murray riceve un puck in volto, su deviazione ravvicinata di Bentivoglio, e lascia il ghiaccio per qualche istante. I fischietti esagerano nel dare 2’ a Waddell e Borrelli al minuto 14:47, con Benetti vicino alla rete in situazione di 4vs4 uomini di movimento. Un Asiago che fa la partita va vicino alla rete a 54’’ dalla prima sirena, ma il puck angolato di Borrelli sfiora di pochi centrimenti il palo alla destra di Caffi.

Marchetti crea la prima azione del terzo centrale con un semplice slap dalla blu, mentre Iori si accomoda in panca puniti al minuto 21:08 e il Milano rischia di subire la rete in PP, a causa di un tiro poco largo di Nigro. Miglioranzi ci prova dalla lunga al minuto 24:07 ma il puck scagliato dagli asiaghesi non sembra voler entrare, così al minuto 24:58 gli ospiti trovano la rete del doppio vantaggio : Caletti mette un puck al centro e un incolpevole Borrelli se lo trova sulla stecca, provocando un’autorete che in tale sport non viene conteggiata. I giallorossi si divorano un 2+2 inflitto a Lutz al minuto 26:11, creando solamente quattro frivole occasioni in 4’ di gioco. Il secondo 4vs4 di serata arriva al minuto 32:56, quando Murray e Iori si scambiano due tentativi di gancio in volto, e l’Asiago fa sua la situazione : è il minuto 34:19 quando Nigro, lasciato solo davanti a Caffi, sfrutta il rebound. Iori illude il pubblico al minuto 36:14 ma il puck si deposita sulla rete esterna alla destra di Caffi. L’Asiago incappa nella quarta penalità di partita al minuto 36:51, causa sgambetto di Miglioranzi, ma il Milano risulta essere sulle gambe e Bentivoglio lo punisce in contropiede, ottima giocata personale in PK, al minuto 37:41. A 6’’ dalla seconda sirena un gancio con bastone di Petrov offre un’altra superiorità all’Asiago che già nei primi secondi va vicino alla rete del 3-2 con Borrelli.

Un qualcosa che viene solo rimandato, poiché al minuto 41:20 Bentivoglio trova la seconda rete personale di serata : Ulmer gestisce un puck dietro la gabbia di Caffi, offre un assist al bacio che il top scorer asiaghese piazza sul primo palo. Un tiro di Miglioranzi finisce di poco largo al minuto 45:01 e Hotham si accomoda in panca punti al minuto 45:41, con il Milano che ricerca la rete solamente con una serie di tiri dalla blu da parte di Lutz. Waddell si accomoda in panca puniti al minuto 48:57 e l’Asiago porta il risultato sul 4-2 : è il minuto 49:50 quando, dopo un’ottima circolazione di disco, Borrelli insacca a porta praticamente sguarnita. I rossoblu non ci sono e al minuto 50:50 prendono la penalità per troppi uomini sul ghiaccio, seguita da un gancio con bastone ai danni di Fontanive al minuto 51:44. Appena tornati in 5vs4 di movimento, l’Asiago trova la rete del definitivo 5-2 : Miglioranzi spara dalla blu al minuto 52:55, trovando un Caffi disattento che non chiude in tempo i gambali. Fontanive cerca di rendere meno amaro il risultato ma tutti i suoi tiri finiscono di poco larghi. Caffi, artefice di un risultato che poteva essere ben più largo a favore dei padroni di casa, si supera l’ultima volta a 1’31’’ dalla sirena finale, bloccando un M. Tessari in solitaria.

Meno di 48 ore e all’Agorà di Milano andrà in scena gara 2.

Asiago Hockey 1935 – Hockey Milano Rossoblu 5-2 (0-1, 2-1, 3-0)

Reti : (0-1) 1’51” Terzago (Campanale, Re), (0-2) 24’58” Caletti (Fontanive), (1-2) 34’19” Nigro (Sullivan, Borrelli), (2-2 PK) 37’41” Bentivoglio (Ulmer, Marchetti), (3-2 PP) 41’20” Bentivoglio (Ulmer, Borrelli), (4-2 PP) 49’50” Borrelli (Ulmer, Bentivoglio), (5-2 PP) 52’55” Miglioranzi (Borrelli, Ulmer)

Asiago Hockey 1935 : Marozzi (Tura); Sullivan, Miglioranzi, Casetti, Marchetti, Hotham, M. Strazzabosco; N. Tessari, Borrelli, Presti, Nigro, M. Tessari, Stevan, Ulmer, Bentivoglio, Benetti, Iori, Pace
Allenatore : John Parco

Hockey Milano Rossoblu : Caffi (Tesini); Murray, Re, Campanale, Lutz, Lo Russo, Waddell; Colombo, Caletti, Terzago, Borghi, Petrov, Gherardi, Piccinelli, Frei, Fontanive, Migliore, Vallorani
Allenatore : Pat Curcio

PIM : 10-18 (2-4, 6-8, 2-6)

Tiri : 45-18 (15-4, 16-5, 14-9)

Spettatori : 1060

Calendario serie

Gara 2 / (Giovedì) 12 Marzo 2015 / Milano – Asiago
Gara 3 / (Sabato) 14 Marzo 2015 / Asiago – Milano
Gara 4 / (Martedì) 17 Marzo 2015 / Milano – Asiago
**Gara 5 / (Giovedì) 19 Marzo 2015 / Asiago – Milano
**Gara 6 / (Sabato) 21 Marzo 2015 / Milano – Asiago
** Gara 7 / (Martedì) 24 Marzo 2015 / Asiago – Milano

Tags: