QFG6 : l’Asiago spreca e Vallini trascina l’Appiano a gara 7

Doveva essere la sfida meno equilibrata dei quarti di finale di questa stagione 2014/2015, invece la serie tra Asiago ed Appiano vedrà la vincitrice uscire da una decisiva gara 7. Dei pirati che, oltre a mettere sul ghiaccio una qualità di pattinaggio non indifferente, ha sfruttato le molte disattenzioni dei giallorossi, una cosa avvenuta anche in gara 6 in quel di Appiano.
Ospiti che si presentano senza lo squalificato DeVergilio, Mattivi e N. Tessari. Nelle fila dei padroni di casa torna sul ghiaccio, dopo le tre giornate di squalifica, il canadese e punta di diamante Vallerand. Quest’ultimi si presentano sul ghiaccio con il blocco Vallini, Ceresa, F. Ebner, Vallerand, Waldner, T. Ebner; Asiago che risponde con Marozzi, Miglioranzi, Hotham, Magnabosco, Ulmer, Bentivoglio. Quindi, per coach John Parco, Magnabosco di ritorno in prima linea e Nigro in seconda.

La prima penalità arriva dopo 1’09’’ di gioco, con De Hart che si accomoda in panca puniti a causa di una stecca alta, ma l’Asiago sfiora la rete solamente con un Bentivoglio che non devia a gabbia libera. Il cronometro segna il minuto 3:33 quando, in una situazione di 3vs1, Waldner insacca la rete dell’1-0 a termine di un’ottima triangolazione a tre. Miglioranzi e Nigro ci provano nei minuti successivi ma è di Vallerand l’occasione più ghiotta : minuto 7:39, non controlla un puck a due passi da Marozzi. La prima penalità ospite arriva al minuto 8:23 e dopo 53’’ i pirati trovano il raddoppio : minuto 9:16Vallerand piazza un tiro dalla blu e Marozzi, anche se leggermente coperto, non muove la pinza sinistra. Coach John Parco lo fa accomodare qualche secondo in panchina, inserendo Tura, ma c’è ancora il portiere canadese quando al minuto 11:16 T. Ebner sfiora la rete del 3-0. Il brutto primo tempo degli ospiti si palesa al minuto 13:59 : tornati in parità numerica da 40’’ e dopo aver guadagnato un PP da 31’’, perdono un puck sulla blu e portano il gioco in situazione di 4vs4, dove Strazzabosco scarica di poco largo uno slap. Marozzi si supera su Ceresa in inferiorità numerica, mentre al minuto 18:18 viene colpito da un’altra amnesia nel piazzato dalla media di Lacroix. Il difensore canadese dell’Appiano, insieme a Vallerand, rischiano di portare la gara sul 4-0 prima della sirena di fine periodo.

Terzo centrale che vede scendere sul ghiaccio un Asiago decisamente diverso : propositivo e padrone del gioco ma poco concreto, trovandosi contro un Vallini in stato di grazia. Inizialmente si supera su Miglioranzi e Bentivoglio, dove con il canadese mette in mostra una pinzata degna di nota e reportage fotografico. Al minuto 23:29 stoppa Ulmer da posizione ravvicinata e dopo 30’’ posiziona il gambale sinistro su un tiro sicuro da parte dello stesso Bentivoglio. Hotham e Miglioranzi ci provano dalla blu e solo al giro di boa del periodo si presenta la prima occasione da parte dei padroni di casa : Hazen si divora una rete, in backhand, alzando troppo il puck una volta saltato Marozzi. Ma sul ghiaccio c’è solo l’Asiago e al minuto 33:30 riesce ad abbattere il muro eretto da Vallini : grande azione personale di Nigro che piazza il puck sul palo alla sinistra del giovane goalie italiano. Sembra il preludio ad un’effettiva rimonta, invece gli ospiti si spengono. Marozzi attento su Raffeiner e Jaitner, mentre il periodo si chiude con delle penalità inflitte ai danni di Ceresa e Ulmer.

Inizio di terzo periodo dominato dalle penalità, poiché fino al minuto 47:00 vige sempre una differenza di uomini sul ghiaccio. In una di queste, addirittura in 5vs3, l’Appiano trova la rete del 4-1 : è il minuto 42:05 quando De Hart insacca uno slap dalla blu. Al minuto 44:55 Raffeiner entra in malo modo su Magnabosco, costretto a lasciare il ghiaccio con un forte dolore al ginocchio destro, e in una situazione tesa l’Appiano trova un’altra rete : è il minuto 45:32 quando Hazen realizza un rigore, guadagnato dopo aver percorso il campo in solitaria ed essere stato steso da Sullivan. Non passano nemmeno 60’’ e gli ospiti colpiscono, grazie alla terza rete nella serie da parte di Miglioranzi. Vallini si supera su Nigro, mentre nell’Asiago compare sul ghiaccio anche Stevan a causa dell’infortunio patito da Magnabosco. I giallorossi trovano la terza rete al minuto 52:55 : mischia dalle parti di Vallini, con il puck che fugge dalla massa e raggiunge la stecca di Bentivoglio, che a porta vuota insacca con facilità. L’Asiago non spinge come nella frazione centrale e al minuto 56:46 Marchetti incappa in una banale penalità che permette all’Appiano di fare melina in PP. Sei uomini di movimento per l’Asiago a 38’’ dalla sirena finale, con successiva rete al volo da parte di Ulmer al minuto 59:43. I sostenitori dei pirati tremano, fino all’ultimo decimo di secondo, quando Bentivoglio allarga troppo un tiro sul filo della sirena.

Gara 7 andrà in scena sabato sera, 7 Marzo 2015, allo stadio Odegar di Asiago. La vincente della serie andrà a sfidare il Milano in semifinale, con i lombardi a riposo da mercoledì 4 Marzo 2015 dopo aver eliminato il Valpellice in cinque gare.

HC Appiano Roi Team – Asiago Hockey 1935 5-4 (3-0, 0-1-, 2-3)

Reti : (1-0) 3’33” Waldner (Vallerand, T. Ebner), (2-0 PP) 9’16” Vallerand (Ceresa, Hazen), (3-0) 18’18” Lacroix (Hazen, Vallerand), (3-1) 33’30” Nigro (unassisted), (4-1) 42’05” T. Ebner (De Hart, Hazen), (5-1 PK-Rigore) 45’32” Hazen, (5-2 PP) 46’28” Miglioranzi (Bentivoglio, Sullivan), (5-3) 52’55” Bentivoglio (Nigro, Ulmer), (5-4) 59’43” Ulmer (Miglioranzi, Borrelli)

HC Appiano Roi Team : Vallini (Tomasi); Stimpfl, De Hart, Beber, Ebner F., Ceresa, Messner, Eisenstecken, Lacroix; Hazen, Unterkofler, Platter, Waldner, Raffeiner, Jaitner P., Von Payr, Peruzzo, Ebner T., Jaitner A., Vallerand
Allenatore : Patrice Lefebvre

Asiago Hockey 1935 : Marozzi (Tura); Sullivan, Strazzabosco A., Miglioranzi, Casetti, Marchetti, Hotham, Munari, Strazzabosco M.; Borrelli, Presti, Nigro, Tessari M., Stevan, Ulmer, Bentivoglio, Benetti, Iori, Pace, Magnabosco
Allenatore : John Parco

PIM : 12-18 (4-6, 2-2, 6-10)

Tiri : 34-36 (15-10, 13-6, 6-10)

Spettatori : 1048

Tags: