QFG1: Milano buona la prima con il cuore

Milano e Valpe, dopo la semifinale di coppa Italia disputata a Gennaio, si ritrovano per i quarti di finale del massimo campionato italiano. Tutti a disposizione per Armani, che ha sostituito Pyle alla fine del Master Round. Coach Curcio deve rinunciare a Gron e Latin, e, in attacco, schiera Vallorani, Caletti e Fontanive; Frei, Petrov e Migliore; Colombo, Borghi e Terzago. Dietro si gira a cinque con Campanale, Waddell, Murray, Lutz e Re. Pubblico delle grandi occasioni con gli oltre 1900 presenti. I imageRossoblu iniziano impacciati, gli ospiti sembrano più in partita ed impegnano subito Caffi con Campbell, Frigo e Montgomery. Il Milano prova a rispondere con Borghi, ben servito da Terzago e, dalla blu, con Waddell e Murray. Al 14.20 Vallorani semina il panico nella difesa avversaria, serve Frei ma il tiro di quest’ultimo viene respinto da un attento Sidor. Nell’azione viene fischiata la prima penalità del match a Canale. In superiorità i Rossoblu creano con Migliore e Frei ma il disco non vuole entrare.

Il secondo drittel inizia con gli ospiti in avanti con Pope. Il Milano risponde con Re. Al 3.18 la Valpe crea l’azione più importante, almeno fino a questo momento, con una doppia conclusione di Signoretti e imageCampbell. È il preludio del vantaggio ospite che arriva al 3.27 con Pope. Da questo momento i padroni di casa premono, chiudono gli avversari nel proprio terzo e creano con Vallorani, Murray, Borghi, Petrov e Lutz che, dalla blu, è l’uomo più pericoloso dei suoi. A 6″ dalla fine del periodo i Rossoblu fanno girare bene il disco, Lutz viene liberato ed il suo bolide, dalla blu, viene deviato in rete da Fontanive per il meritato pareggio.

Nel terzo tempo le due squadre, che sentono l’importanza del match, pensano più a difendersi che ad offendere. La prima occasione capita sulla stecca di Caletti al 3.24 ma il suo tiro finisce a lato. Subito dopo è Murray ad impensierire Sidor. È la serata di Lutz che, dalla blu, spara missili a ripetizione. Gli ospiti sprecano una superiorità fischiata alla panchina del Milano per troppi uomini sul ghiaccio. Recuperata la parità numerica sul ghiaccio, i ragazzi di Curcio tentano il colpaccio con imageCampanale ed una doppia conclusione di Lutz, ma il risultato non cambia. Si va così all’overtime che inizia con 1.40 di power play rossoblù per penalità fischiata a Sidor nel terzo periodo. In 4vs3 è ancora Lutz ad impegnare Il goalie avversario dalla blu. Al minuto 1.50 un bellissimo dai e vai tra Frei e Campanale mette quest’ultimo davanti al goalie torrese che viene beffato dal giocatore con la maglia numero 21; il goal fa esplodere i presenti, gara uno è vinta. Ora il prossimo appuntamento è fissato per Martedì 24 Febbraio a Torre Pellice. La storia continua.

Hockey Milano Rossoblu – HC Valpellice Bodino Engineering 2-1 OT (0-0, 1-1, 0-0, 1-0) [serie 1-0]
Reti: 0-1 23:57 Matt Pope (Scott Nicolas Campbell, Marco Pozzi) 3:57; 1-1 39:54 Nicola Fontanive (Andreas Lutz, David Vallorani); 2-1 61:50 Matthew Campanale (Alex Frei, Christhopher Murray)

Formazione Milano: A. Caffi 61:50 (F. Tesini); C.Murray, R. Re, M.Campanale, A.Lutz, M. Waddell; N.Lo Russo; N.Fontanive, E.Caletti, D.Vallorani; T.Migliore, A.Petrov, A.Frei, F.Colombo, T.Terzago, M.Borghi, S.Gherardi, L.Piccinelli; Allenatore: P. Curcio
Formazione Valpellice: D.Sidor 61:50 (S.Armand Pilon); K. Montgomery, S.Ilic, A.Schina, T.Johnson, A.Signoretti, F.De Biasio, E.Michelin Salomon; L. Frigo, S.Campbell, D.Brine, M.Pozzi, P.Canale, P.Nicolao, N. Di Casmirro, F.Cordin, M.Pope, M. Mondon Marin, A.Silva, M.Durand Varese. Allenatore: F.Armani

Tiri: Milano 39, Valpellice 26
Penalità: Milano 2 ( 4 minuti), Valpellice 5 (10 minuti)

Arbitri: Luca Cassol e Claudio Pianezze; Giudici di linea: Fabrizio De Toni e Luca Zatta
Spettatori: 1901