L’Asiago chiude in bellezza la seconda fase 2014/2015

Sul ghiaccio dell’Odegar di Asiago va in scena l’ultima sfida di stagione regolare, con lo spento Gardena come squadra ospite. Quest’ultima viene da una sola vittoria nei tempi regolamentari delle partite del Master Round, mentre i giallorossi si presentano sul ghiaccio con la matematica certezza di avere la seed numero uno per la post-season.
John Parco fa a meno di alcuni giocatori, da Bentivoglio a Nigro e dal blocco di giovani allo squalificato Borrelli, mentre nel Gardena spicca l’assenza di Ivan Demetz.
Compagini che si presentano sul ghiaccio con questi starting six : padroni di casa con Marozzi, Miglioranzi, Hotham, Presti, Ulmer, Iori; ospiti con Demetz, Bregenzer, Eastman, Luomola, Goi, Maylan.
Passano 54” e l’Asiago è già in vantaggio : la difesa ospite perde un disco dietro la gabbia e DeVergilio è svelto ad aggirarla e insaccare il puck alle spalle di Demetz. Il Gardena ci prova con Newton al minuto 3:33, ma il puck finisce dritto in faccia a Marozzi. L’Asiago controlla il gioco, lascia agli ospiti solo qualche spazio in ripartenza, e dopo non aver sfruttato un PP arrivato poco dopo il giro di boa del quarto, al minuto 14:54 trova la seconda rete di serata : grande azione di DeVergilio sul lato sinistro, che in un secondo momento trova un libero Magnabosco sul secondo palo, lesto a ribadire in rete. Un’asse che rischia di ripetersi dopo due minuti esatti, se non fosse per un vigile Demetz, che riesce portare al riposo le sole due reti subite, nonostante il secondo PP di serata per i padroni di casa.

Al minuto 22:08 Marozzi si supera per stoppare Fabrizio Senoner, mentre al minuto 26:15 l’Asiago trova la terza rete : Magnabosco effettua un gran passaggio in direzione di Iori, che a tu per tu con il portiere piazza il puck prima sulla traversa e poi in rete. Lo stesso giocatore trentino trova la seconda rete di serata poco più di 3′ dopo, quando indisturbato aggira la gabbia e piazza il puck alla destra bassa di Demetz. La seconda parte del periodo vede un Asiago decisamente meno arrembante, per lasciare spazio ad una gara noiosa e priva di attrattive.
Fauster va vicino alla rete al minuto 42:10, ma non sfrutta un regalo della difesa asiaghese. Al quarto PP guadagnato di serata, invece, l’Asiago trova la rete del 5-0 : minuto 44:43, chirurgico polso di DeVergilio sul primo palo. Passano solo 17” e Casetti regala la gemma della serata : entra nel terzo, salta un paio di giocatori, si accentra e in backhand batte Demetz. Si tratta del mattone che mette fine ai lavori, con i restanti minuti che si trasformano ancora di più in un allenamento. Presti sigla la rete del definitivo 7-0 a 7’43” dalla sirena finale, mentre il Gardena cerca disperatamente, ma senza convinzione e organizzazione, la rete della bandiera.

Asiago Hockey 1935 – HC Gardena valgardena.it 7-0 (2-0, 2-0, 3-0)

Reti : (1-0) 54” DeVergilio (unassisted), (2-0) 14’54” Magnabosco (DeVergilio, Marchetti), (3-0) 26’15” Iori (Magnabosco, Hotham), (4-0) 29’16” Iori (Hotham), (5-0 PP) 44’43” DeVergilio (Sullivan, M.Tessari), (6-0) 45’ Casetti (unassisted), (7-0) 52’17” Presti (Miglioranzi, Iori)

Asiago Hockey 1935 : Marozzi (Mantovani); Sullivan, Miglioranzi, Casetti, Marchetti, Hotham, M. Strazzabosco; N. Tessari, Presti, M. Tessari, Stevan, Ulmer, DeVergilio, Benetti, Iori, Magnabosco
Allenatore : John Parco.

Gherdeina: Demetz (Burzacca); Eastman, Major, Costa, Bregenzer, F. Senoner, Newton, M. Senoner; Moroder, Fauster, Brugnoli, Goi, Stampfer, Holzknecht, Maylan, Veggiato, Luomala, B. Kostner, F. Kostner
Allenatore : Jarno Mensonen

Tiri : 43-28 (17-7, 15-6, 11-15)

PIM : 2-10 (0-4, 0-2, 2-4)

Spettatori : 800