Serie B, 21ª – A Chiavenna la partita non finisce. Merano torna in testa

Il primo posto del Bozen 84 dura solo 24 ore. Il Merano vince a Brunico e torna a comandare la classifica del campionato di Serie B. Quarto shutout per Massimo Quagliato, apre le danze Mitterer con un gol al 13° che mette alla prova i nervi del Val Pusteria. Poco dopo Harrasser e Rizzi vengono alle mani, 2+2 per ciascuno e 15 secondi dopo arriva il raddoppio di Plankl. Terza rete, in superiorità numerica, per Thaler a 3 secondi dalla fine del primo tempo che taglia le gambe ai Lupi. A metà partita il Merano segna ancora con Lombardi, nel terzo periodo segnano per la loro seconda volta nella serata Sebastian Thaler e Franz Josef Plankl.
La sconfitta contro il Merano mette nei pasticci il Val Pusteria e la partita di stasera rischia di essere un anticipo dei quarti di finale. In classifica il Val Pusteria resta a fianco del Val Venosta a una giornata dalla fine. Gli scontri diretti tra le due squadre sono in perfetta parità: rispettato il fattore pista con la vittoria giallonera per 6-2 e quella degli Eisfix per 5-1. Si guarderebbe la differenza reti generale e il Val Venosta è di gran lunga in vantaggio con un -9 rispetto al -21 pusterese. L’ultima giornata però dovrebbe sorridere al Val Pusteria impegnato contro un derelitto Varese sconfitto 13 volte nelle ultime 14 partite. I varesini vorranno chiudere questo difficile campionato regalando una vittoria ai propri tifosi ma l’impegno del Val Venosta è molto più ostico, a Laces contro un Ora che vuole affrontare il quarto di finale contro il Pergine con la bella in casa, ed evitare ogni possibilità di farsi acciuffare domenica dal Como.
I lariani dovrebbero mettere in classifica 3 punti nonostante la gara sospesa a Chiavenna. A circa 7 minuti dalla fine il capoarbitro Volcan dopo un lancio di oggetti in pista opta per rientrare negli spogliatoi in attesa che si calmino gli animi, e non uscire più. Il giudice sportivo domani con ogni probabilità decreterà la vittoria a tavolino per il Como più forse una sanzione alla società chiavennasca o una deplorazione, ma le polemiche sono destinate a protrarsi a lungo. Una festa d’addio rovinata al capitano del Chiavenna, Cristian Sciaini, alla sua ultima partita davanti al proprio pubblico dopo 25 anni e 516 partite in maglia verdeblù. La squadra lungo il Mera era priva di Tenca ancora squalificato ed Orio infortunato. Formazione incompleta anche quella del Como che, recuperato davanti Costa dall’influenza, perde per lo stesso motivo Torboli in difesa; da Milano i rinforzi Lo Russo, Gherardi, Piccinelli e tre under: Asinelli, Alario e Marini. Il Chiavenna passa in vantaggio al 6:40 con un’azione personale di Rigamonti su assist di Maraffio appena uscito dalla panca puniti. Al 9:15 il Como allenato dall’ex Karel Blazek pareggia con Ricca dalla blu ma al 14:59 i padroni di casa sono ancora in vantaggio con la rete di Piccinelli su tiro non imprendibile. L’ex varesino, ora a Milano con i Rossoblù, si ripete in powerplay nella ripresa al 30:50 portando il Chiavenna sul 3-1. Prima del riposo, al 37.19, i comaschi in inferiorità numerica fanno male e accorciano ancora con Costa sfuggito alla difesa chiavennasca, spianando la strada per l’epilogo nel terzo tempo. La panca puniti del Chiavenna è sempre aperta, il goalie di casa Bertin è chiamato agli straordinari e il Como segna il pareggio in powerplay al 43.27 con Marcati e in doppio powerplay la rete del sorpasso di Simone Costa (doppietta). Il pubblico di casa si sente danneggiato dalla terna arbitrale e si sfoga gettando in campo degli oggetti che causano la sospensione della partita sul 4-3 per gli ospiti.
Con questi potenziali tre punti i lombardi non sono completamente tagliati fuori dal quinto posto ma servirebbe un miracolo. Gli scontri diretti con l’Ora sono in perfetta parità: due vittorie in trasferta, 3-4 ad Ora e 2-3 a Casate. Ma la differenza reti complessiva è impietosa con un +27 dei Frogs e un “meno” davanti a quella del Como. Significa che non basta che l’Ora venga sconfitto in casa dal Val Venosta e il Como batta il forte Alleghe, ma che entrambi lo facciano con 15 gol di scarto. Francamente fantahockey. Domenica prossima dunque a Casare l’Alleghe assaggerà la pista del Como per un anticipo della serie di play-off.
Il Chiavenna sarà invece l’ago della bilancia per decretare la vincente della regular season. I verdeblù vorranno fare uno sgambetto al Merano e in un colpo solo evitare in extremis la maglia nera. Il Bozen 84 ospiterà il Feltreghiaccio, la squadra che precede in classifica il Chiavenna.

21ª giornata, penultima (domenica 8 febbraio)
Chiavenna – Como sospesa al 53° sul 3-4 (2-1, 1-1, 0-2 […] )
Val Pusteria – Merano 0-6 (0-3, 0-1, 0-2)
Pergine – Varese 10-4 (2-2, 4-1, 4-1) (sabato) freccia recap
Feltreghiaccio – Val Venosta 5-6 (0-3, 2-2, 3-1) (sabato) freccia recap
Alleghe – Bozen 84 1-2 (0-0, 1-0, 0-2) (sabato) freccia recap
Riposa: Ora

freccia Presentazione
freccia Calendario

Classifica   Pt PG  V -et P    gol  +/-
Merano       49 19 16 0-1 2  99-33   66 playoff (1° o 2°)
EV Bozen 84  47 19 15 0-2 2  61-28   33 playoff (1° o 2°)
Alleghe      42 19 14 0-0 5  86-53   33 playoff (3°)
Pergine      37 20 10 3-1 6  69-53   16 playoff (4° o 5°)
Ora          34 19 10 1-2 6  81-54   27 playoff (4°, 5° o 6°)
Como         29 18  8 2-1 7  60-61   -1 playoff (5° o 6°)
Val Venosta  23 19  7 1-0 11 66-75   -9 playoff (7° o 8°)
Val Pusteria 23 19  6 2-1 10 50-71  -21 playoff (7° o 8°)
Varese       13 19  4 0-1 14 52-96  -44 non qualificata
Feltregh.     8 19  2 1-0 15 42-115 -73 non qualificata
Chiavenna     7 18  1 1-2 14 42-69  -27 non qualificata

Prossimo turno, 22ª giornata, ultima (domenica 15 febbraio)
ore 20:00 Bozen 84 – Feltreghiaccio (sabato)
ore 20:00 Val Venosta – Ora (sabato)
ore 18:00 Merano – Chiavenna
ore 18:45 Como – Alleghe
ore 19:30 Varese – Val Pusteria
Riposa: Pergine

Tabellini

Hc Pustertal Junior – H.C. Merano Junior Picher 0-6 (0-3, 0-1, 0-2)
Marcatori: 12:57 (0-1) Thomas Mitterer (Franz Josef Plankl, Stefan Kobler), 13:46 (0-2) Franz Josef Plankl (Stefan Kobler, Jan Mair), 19:55 (0-3, Pp) Sebastian Thaler (Daniel Oberfringer, Daniel Rizzi), 30:41 (0-4) Christian Lombardi, 46:01 (0-5) Sebastian Thaler (Stefan Kobler, Daniel Huber), 51:18 (0-6) Franz Josef Plankl (Thomas Mitterer, Julian Schwienbacher)
Val Pusteria: Kosta P. (Zecchetto C.); Kern J., Asper S., Thum J., Egarter R., De Lorenzo Meo A., Baumgartner M., Wieser P., Zandegiacomo Mazzon N., Aaron T., Profunser M., Oberrauch F., Wagger S., Thum E., Aichner G., Harrasser S., Purdeller M., Tiefenthaler H., Gabriele F.
Merano: Quaglio S. (Quagliato M.); Mair J., Turrin F., Clementi B., Schwienbacher J., Oberfringer D., Tröger C., Mitterer T., Turrin D., Rizzi D., Rier M., Huber D., Cainelli P., Lombardi C., Jörg J., Thaler S., Plankl F., Guarise M., Kobler S. Allenatore: Massimo Ansoldi
Penalità: 14-14 (10-10, 2-2, 2-2)
Tiri: 23-35 (8-12, 7-13, 8-10)
Spettatori: 200
Arbitro: Luca Cassol (Alex Lazzeri, Richard Mair)

HC Chiavenna – HC Como Ambrosoli sospesa al 53° sul 3-4 (2-1, 1-1, 0-2 […] )
Marcatori: 06:40 (1-0) Pierangelo Rigamonti (Mirco Pedrazzini, Riccardo Corio), 09:15 (1-1) Andrea Ricca (Filippo Ambrosoli), 14:59 (2-1) Lorenzo Piccinelli (Luca Rivoira), 30:50 (3-1) Lorenzo Piccinelli (Riccardo Corio), 23:27 (3-2) Lorenzo Marcati (Andrea Ballarate), 37:19 (3-3) Simone Costa, 45:06 (3-4) Simone Costa (Lorenzo Marcati, Riccardo Valli)
Chiavenna: Balgera L.; Sciaini C., Montanari A., Maraffio D., Pedrazzini M., Piccinelli L., Molinetti D., Asinelli S., Bertin D., Stricker D., Gherardi S., Rivoira L., Lorusso N., Rigamonti P., Verner S., Gallegioni E., Muia V., Corio R.
Como: Menguzzato M.; Fusini D., Valli R., Ricca A., Ballarate A., Sala F., Ambrosoli R., Gosetto D., Marcati L., Meneghini M., Roccaforte M., Ambrosoli F., Formentini M., Riva M., Costa S.. Allenatore: Karel Blazek
Arbitri: Vinicio Volcan (Stefano Giovanni Terragni, Albano Lisignoli)
Spettatori: 95