Serie A donne: il primo weekend di play-off sorride alle piemontesi

Tempo di play-off per il campionato femminile di Serie A. In pista le due torinesi: il Real Torino, avversaria numero uno da tanti anni della corazzata Bolzano, e la neonata Torino Bulls.

L’importante innesto in difesa dell’ex azzurra Katharina Sparer non aiuta l’Alleghe a vincere gara uno sul ghiaccio di casa. Sull’altra sponda le sabaude hanno trovato in Elisa Biondi un portiere degno erede dell’ottima tradizione di goalie piemontesi. La giovane ha messo a referto il quarto shutout stagionale e per le bellunesi non c’è stato nulla da fare. Per il Real Torino, che ha dilagato nei 7 micidiali minuti dopo il 47°, doppietta di Anna De La Forest (bomber del Real con 10 punti, 6+4, in 5 partite) e gol di Federica Galtieri ed Elisa Ballardini. Ora toccherà attendere il 14 e 15 marzo per gara 2 e 3 (eventuale) che si disputeranno a Torino.

Sabato in riva al Po s’è invece giocato lo spareggio per accedere all’altra semifinale dove ad aspettare ci sono le Eagles di Bolzano. Le Lakers sono scese in Piemonte con tre difensori lamentando assenze di peso come quelle di Florian, Wild e Pernstich, oltre agli attaccanti Larger e Eisenstecken. Di fronte, le Torino Bulls hanno già affrontato tutta la stagione con un numero scarno di giocatrici ma le due veterane “olimpiche” chiamate a fare la differenza… l’hanno fatta. In porta Deborah Montanari (poi sostituita dalla giovane lombarda Chiara Vola) non ha concesso gioie alle Lakers, mentre in attacco Silvia Carignano ha prima fornito l’assist per la rete al 9° minuto di Anastasia Ceruti, poi ha realizzato il 2-0 a un minuto dal riposo in 4 contro 5. L’ex capitano del Real quest’anno ha fatto la spola proprio con l’Egna nelle partite del campionato austriaco DEBL II, ormai terminato per quanto riguarda le sudtirolesi.

Regular season
freccia Calendario e risultati
freccia Classifica finale

Playoff

spareggio, domenica 8 febbraio 2015
Torino Bulls – Lakers Egna 2-0 (2-0, 0-0, 0-0)

semifinali (best of 3)
gara 1, sabato 7 febbraio
Alleghe – Real Torino 0-4 (0-0, 0-1, 0-3)

Prossimo turno
gara 2, sabato 14 marzo
Real Torino – Alleghe
ev. gara 3, domenica 15 marzo
Real Torino – Alleghe

gara 1, domenica 22 febbraio
Torino Bulls – Bolzano Eagles
gara 2, sabato 14 marzo
Bolzano Eagles – Torino Bulls
ev. gara 3, domenica 15 marzo
Bolzano Eagles – Torino Bulls

Tabellini

Alleghe Hockey Girl Edilsibra – Real Torino Hockey Club 0-4 (0-0, 0-1, 0-3)
Marcatrici: 22:29 (0-1) Anna De La Forest (Michelle Masperi); 46:15 (0-2) Federica Galtieri; 48:02 (0-3) Anna De La Forest; 53:28 (0-4) Elisa Ballardini
Alleghe:  Varesco G. (Bressan J.); Cossalter E., De Rocco L., Caldart N.,Da Rech M., Fiorese R., Sparer F., Angeloni M., Palmieri C., Caldart H., Croce B., Zandegiacomo F., Toffano S. Allenatore Christian Schivo
Real: Biondi E.; Ballardini E., Masperi M., Galtieri F., Iacomuzio C., Boccomino M., Rossi C., Avanzi V., De La Forest A., Masoero B., Gosetto D., Beretta A. Allenatore: Drahoslav Zurek

HC Torino Bulls – Amateur HC Lakers 2-0 (2-0, 0-0, 0-0)
Marcatori: 8:52 (1-0) Anastasia Ceruti (Silvia Carignano, Sabrina Veronica Di Casimiro), 18:59 (2-0, Pk) Silvia Carignano
Bulls: Montanari D. (dal 32:57 Vola C.); Battaglia E., Niccolai G., Grosso M., Carignano S., Martoscia A., Tron A., Ceruti A., Frigo E., Colombo A., Espagnol C., Ierardo F., Di Casimiro S., Mattioda V. Allenatore: Kudrna Zdenek
Lakers: Pompanin E. (Pardatscher R.); Liberatore L., Remondini M., Covi L., Bonata C., Ilaria B., Gallmetzer L., Egger D., Prosliner D., Toniatti M., Jaitner L., Willit M., Messner C., Hafner B., Florian A. Allenatore: Stefano Daprà
Penalità: 18-8 (6-4, 8-2, 2-2)
Tiri: 33-24 (15-5, 9-7, 9-12)
Spettatori: 95
Arbitro: Simone Lega


I Torino Bulls volano ai playoff

(com. stampa Torino Bulls) – Una domenica speciale quella vissuta ieri pomeriggio dai Torino Bulls, che rimarrà a lungo impressa nella mente e nel cuore di giocatrici, staff tecnico e società. Al PalaTazzoli, lo spareggio per accedere ai playoff di serie A si è concluso con la vittoria delle ragazze in maglia gialloblu, quinte al termine della regular season, ai danni delle Lakers Egna, quarte. Adesso le ragazze allenate da coach Zdenek Kudrna giocheranno la semifinale contro le favoritissime Eagles Bolzano, ma il solo fatto di partecipare alla semifinale del campionato è un grande successo, ottenuto al primo anno di serie A femminile nella storia dei Bulls. L’incontro è terminato 2-0 grazie ai gol, entrambi nel primo tempo, della giovane Anastasia Ceruti e di Silvia Carignano, capitano e bomber della squadra.

“Siamo soddisfatti per il risultato, che ci consente di accedere alla seconda fase, e per la prestazione, una conferma dei miglioramenti che abbiamo fatto in questi mesi” è il commento dell’allenatore, “abbiamo giocato bene e controllato la partita. L’unica pecca sono state le molte penalità accumulate, che ci hanno tenuto in inferiorità numerica per diversi minuti. Ma nonostante questo le ragazze hanno difeso alla grande e in attacco hanno mostrato la loro crescita nel gioco di squadra”.

Avvio di partita equilibrato; Egna non sfrutta due power play e una ghiottissima occasione, sventata sulla linea di porta dalla difesa gialloblu. Arriva il vantaggio delle padrone di casa, in rete con un gran tiro di Anastasia Ceruti. I Bulls sfiorano il raddoppio di lì a poco con Silvia Carignano, che spedisce il disco sopra la traversa, e con Alessandra Tron, servita dal suo capitano. E a un minuto dalla prima pausa, in inferiorità numerica, le torinesi trovano il secondo gol, al termine di un’inarrestabile azione personale di Carignano.

Forti del doppio vantaggio, le giocatrici di casa vanno vicine alla terza marcatura all’inizio del secondo periodo. Un espulsione per parte non cambia il risultato, che rimarrà invariato per tutto il resto del match. Parte del merito è anche del portiere Debora Montanari, protagonista con alcuni interventi decisivi. Nella terza frazione l’esperto goalie gialloblu, olimpionica nel 2006 insieme a Carignano, lascia spazio a Chiara Vola, ben piazzata in più di una circostanza sui numerosi tentativi ospiti. Nella metà campo offensiva i Bulls potrebbero chiudere la pratica a quattro minuti e mezzo dall’ultima sirena, con Camilla Espagnol, e a un minuto dalla fine, con Greta Niccolai.

Termina comunque con una grande vittoria per le torinesi, già a segno contro le Lakers nella seconda giornata di campionato (in quell’occasione il punteggio fu di 3-0) e sconfitte nella sfida di ritorno (2-1) giocata in trasferta. Risultato estremamente positivo e conquistato con il bel gioco; la squadra è migliorata nei fondamentali e nel gioco collettivo e questo ha permesso a coach Kudrna di provare più situazioni tattiche nelle scorse settimane. Con il fantastico risultato di oggi; un risultato che vale una stagione.


(com. stampa Lakers Egna) – Si è conclusa domenica la stagione delle Lakers nel Campionato Italiano. la formazione di Egna è infatti scesa sul ghiaccio del Palatazzoli di Torino per lo spareggio in gara unica valido per l’accesso alla semifinale del Campionato contro le avversarie del Torino Bulls. Nelle due sfide precedenti le due formazioni avevano ottenuto un successo a testa e quindi la sfida era aperta ad ogni risultato. Le Lakers si presentavano sul ghiaccio ancora prive del Capitano Tanja Larger dell’ infortunata Eisenstecken e delle difensori Wild e Pernstich assenti per motivi di studio. Oltre alle assenze anche Doris Prossliner scendeva in campo menomata a causa di una forte contusione al ginocchio. Nonostante le molte defezioni però le ragazze della bassa atesina erano intenzionate a non lasciare nulla di intentato per raggiungere il risultato e poter giocare ancora due derby contro le Eagles.
La partita fin dalle prime battute si dimostrava subito molto combattuta ed entrambe le compagini non lesinavano impegno e grinta sul ghiaccio. L’equilibrio visto in campo veniva spezzato da una rete delle Bulls che sfruttavano al meglio una disattenzione difensiva delle Lakersr che in qualche occasione hanno sicuramente patito il roster corto e la lunga trasferta. Prima della fine del tempo c’era spazio per la seconda marcatura delle torinesi ad opera di “Sissi” Carignano la quale con una caparbia azione personale riusciva ad insaccare nella porta dell’incolpevole Pompanin. Al rientro in campo per la seconda frazione si assisteva ad un’altra partita; Lakers in pressione continua sulla porta avversaria e Bulls pronte a ripartire in contropiede. Gli attacchi delle ragazze della bassa atesina però si infrangevano sul muro eretto davanti al portiere avversario che oltre ad essere brava è stata assistita in più di un’occasione dalla “Dea bendata”. Il secondo parziale terminava ancora con le Bulls in vantaggi di 2 reti a 0. Il terzo tempo era la fotocopia del secondo ma nonostante tutti gli sforzi profusi dalle ragazze della presidente Zelger il risultato rimaneva fissato sul 2 a 0 in favore della squadra di Torino che si guadagnava quindi il diritto di sfidare le campionesse in carica. In casa Lakers una comprensibile delusione per la sconfitta ma comunque quanto visto in campo, l’atteggiamento e la volontà dimostrate lasciano ben sperare per il futuro.